annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Substrato e piante

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Substrato e piante

    Ciao a tutti!
    Come da titolo mi servirebbero delle opinioni/delucidazioni per quanto riguarda il substrato e le piante da inserire nel terrario che allestirò a settembre per i miei 2 leo (75x30x35H).
    Per il substrato avevo pensato ad un primo strato di ciottoli medio-piccoli, fugati da sabbia, alto circa 2.5-3 cm, il tutto bloccato da del tessuto non tessuto e un secondo strato, di circa 4 cm, posto sotto il primo, formato da sassolini "lècca" (come li chiama mio padre) che hanno lo scopo di riempire senza creare peso eccessivo. In questo modo mi basterebbe solo riunire i lembi del tessuto non tessuto, alzarlo e in un attimo avrei pulito e cambiato il substrato sporco, senza dover cambiare anche i "lècca". Il dubbio più forte però è quello se mettere o meno il tessuto non tessuto anche tra il cavetto riscaldante e i "lècca"...ho paura che possa bruciare. Voi che dite?
    Come ultima cosa mi piacerebbe inserire nel terrario delle piantine vere, ne avrei trovate d'interessanti:
    - Ariocarpus bravoanus
    - Ariocarpus scapharostrus
    - Ariocarpus agavoides
    - Ariocarpus trigonus
    - Lithops (Vista nominata nel forum)
    Ovviamente ne inserirei solo una o due, più che altro non mi è chiaro se le Ariocarpus hanno spine o meno e se sono in qualche modo velenose (fiori compresi) per i gechi. Attendo delucidazioni in merito.

    Scusate per il poema , spero che la parte del substrato sia abbastanza chiara


    Grazie a tutti quelli che risponderanno. Elisa

  • #2
    Non vedo molta utilita nel mettere addirittura un doppio strato di ciottoli (anzi a dire il vero nemmeno nei ciottoli in se ).
    Il fatto e' che un substrato "non tappeto" ti complichera' enormemente la vita per pulire, dato che anche sollevare l'intero strato e pulirlo/sostituirlo quotidianamente alla fine diventera' uno stress, sia perche fornira non pochi nascondigli alle prede dei leo...a meno che non usi ciottoli molto piccoli che a quel punto saranno pericolosi perche rischiano di essere mangiati.
    Se proprio devi usare substrato naturale, direi torba bionda di sfagno, che almeno assorbe odori e tende a non creare muffe e batteri.
    Per le piante, non le conosco, ma non credo che i leopardini le assaggino.
    Per il telo, MAI a contatto con il cavetto, usa una lastra di vetro per schermarlo o meglio ancora metti il cavetto sotto il terrario ma fuori.
    NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

    Commenta


    • #3
      Quoto il buon Luca sopratutto riguardo i nascondigli per le prede.

      La torba di sfagno è ottima per tantissimi aspetti, però va sottolineato che va inserita nel terrario completamente asciutta, perchè altrimenti alzerebbe irrimediabilmente l'umidità della teca. I Leo non calcolano assolutamente le piante come fonte di cibo ma eviterei anche piante dubbie o di cui non si è sicuri, magari un insetto potrebbe cibarsene prima di essere predato...

      Commenta


      • #4
        Quoto gli altri e aggiungo che l'unica pianta che vedo ideale per un terrario biotopo di leopardini è, come hai giustamente citato tu, la Lithops di cui aggiungo una foto per far capire a tutti di che tipo di pianta stiamo parlando (succulenta).

        Commenta


        • #5
          Non posso che quotare quanto detto dagli altri per il substrato. Per quanto riguarda gli Ariocarpus in generale hai scelto delle succulente non proprio semplici da gestire... e neppure di facile reperimento . fossi in te metterei come fondo quelle tovagliette plastificate effetto sabbia, e poi in qualche maniera inserirei un bel Lithops, quantomeno sopravvive e fiorisce in terrario. Gli Ariocarpus li vedo come il coronamento di una passione

          Ah: dai un'occhiata quà Ariocarpus , gli Ariocarpus contengono pure tracce di alcaloidi... meglio evitare, o quantomeno usa una Lophophora che costa di meno! ( sto scherzando naturalmente )
          Ultima modifica di aimò; 07-08-2008, 11:06.

          Commenta


          • #6
            ciao,
            i Lithops in terrario non durano niente hanno bisogno di moltissimo sole, altrimenti si allungano a dismisura, si indeboliscono e muoiono... difficilissimo anche che fioriscano, se lo fanno avevano già pronta la gemma prima di essere inseriti in terrario.
            l'unico genere che resiste bene in terrario è Crassula sp. ci sono specie molto belle e robuste (comunissime nei garden) tra l'altro alcune si possono moltiplicare semplicemente "ripiantando" in terreno umido le foglie che si sono staccate..

            Commenta


            Sto operando...
            X