annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Temperature di allevamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Temperature di allevamento

    Originariamente inviato da Billi
    Le temperature costanti nei primi mesi aiutano il geco a crescere velocemente e con meno rischi.
    dipende da come è alimentato. Un allevatore con un po di esperienza magari lo può anche fare,
    è una cosa scientifica. Se gli tieni alto il metabolismo con la temperatura deve mangiare di più.
    Se magari uno ha il primo geco, non sa bene come regolarsi, oppure gli insetti non sono al massimo della forma

    ora non sto dicendo che è sbagliato(che è non naturale di sicuro), ma comunque è giusto che se certe cose vengono fatte, bisogna essere coscenti di quel che si fa in modo da cmoportarsi di conseguenza

    per il geco nell'aqua..è assai strano. Non mi è mai capitato. La tana umida ce l'ha? è effettivamente umida(e più fresca).

  • #2
    No Met non è così, le temperature si lasciano alte in modo che il geco cresca velocemente.
    Se hai dei baby puoi fare una prova e vedrai che è come dico io.
    Per quanto riguarda il naturale o non ci sarebbe da fare una bella discussione, magari se ne può prendere spunto per aprirne una nuova, in natura hanno areali con temperature molto differenti tra loro, in questa fase noi teniamo temperature "ideali" che ne favoriscono la crescita e la salute.
    Altri due buoni motivi per tenere le temp alte sono:
    1 sono ccrepuscolari/notturni quindi mangiano di notte se abbiamo temp. alte facilitiamo la digestione
    2 se le temperature sono troppo basse diminuiscono le difese immunitarie

    Commenta


    • #3
      Permetto di dissentire nuovamente.

      Gli animali omeotermi(come noi esseri umani), hanno una temperatura corporea che viene mantenuta costante, ciò è utile in quanto i nostri enzimi e proteine lavorano ad un uptimum di 36-37 gradi. Mantenere tale temperatura interna richiede energia(prodotta dalla degradazione dei nutrienti ingeriti. Ciò è il catabolismo). La digestione stessa degli alimenti richiede energia. Energia che nei sistemi biologici è principalmente fornita sottoforma di una molecola chimica: l'ATP. Se noi esseri omeotermi ci spostiamo a temperature più alte o a temperature più basse si attivano dei sistemi per dimnuire/aumentare la dissipazione del calore dapprima in modo passivo e poi in modo attivo se il range di temperatura aumenta e ciò necessita di ulteriore energia spesa.

      Gli animali eterotermi(ce ne sono diversi tipi di eterotermi alcuni detti atipici in qunato sono una via di mezzo tra omeotermi ed eterotermi come ad esempio i pesci forti nuotatori come il tonno)invece non mantengono una temperatura costante all'interno del corpo, ma si adeguano a quella esterna. Ciò significa che se la temperatura scende i loro enzimi lavorano più lentamente(e tante altre cose). I loro metabolismo è più lento.

      Quando un organismo è femo ha un metabolismo basale, ovvero respira tot ossigeno e spende tot atp per rimanere vivo. Nel momento in cui comincia a muoversi deve spende ulteriore energia(sempre come atp) per far muovere i muscoli. Se è in caccia e si necessita di moto accellerato o scatti serve ancora più energia. Un uomo che corre ha un metabolismo 3 volte più elevato di uno che se ne sta sul divano.
      Lo stesso vale per gli eterotermi.

      Se abbiamo un uomo che di giorno se ne sta sul divano e spende 50 e che di notte se ne sta a letto e spende 50 e che per digerire spende 15 alla fine giornata ha speso 115, perchè il suo metabolismo basale rimane costante grazie alla temperatura costante(e anche al pH costante)
      Se abbiamo un geco che di giorno sta in tana a 30° dormire e spende 50, che la notte(24°) va in caccia e spende 50(perchè pur essendo più basso il metabolismo è vero che lui deve spendere di più per cacciare invece che stare fermo) e che per digerire spende 15. Significa che ha speso in una giornata 115 e che ciò che ha mangiato deve restituirgli quei 115+X necessario alla crescita(crescere significa aumentare il numero di cellule, per duplicarsi una cellula deve raddoppiare il patrimonio genetico, raddoppiare le dimensioni tra membrata e tutto ciò che contiene) quindi è molto costoso, infatti i gechi giovani in forte crescita necessitano di mangiare spesso.
      Se un geco se ne sta di giorno a 30°e spende 50, la notte sta a 30° e caccia e spende 80 e per digerire spende 15. Significa che in un giorno ha speso 145. Allora deve mangiare per 145+X per crescere.

      Questo è quello che volevo dire. Quindi se un allevatore ha un po di esperienza magari gestisce meglio la cosa. Se è alle prime armi deve stare molto più attento a somministrargli da mangiare. Poi è vero che in cattività non spendono tantissimo a cacciare perchè glielo si porta davanti casa, è vero che sonoa nimali dalla pellaccia dura.
      Però come ho detto cerchiamo di essere coscienti di quel che si fa. Se io lascio un geco a 30 gradi e gli do da mangiare poco crescerà lentamente lo stesso. E se cresce in dimensioni non è robusto come dovrebbe essere.
      Billi tu che hai i giant, non era con questo morph che per far apparire a pieno il loro essere giant devono essere alimentati in una certa maniera per il primo anno di vita(te lo cheido perchè sono cose che ho sentito ma non mi sono mai informato a pieno)

      Poi aggiungo altre due cose.
      1) la digestione in natura avivene anche durante il giorno dopo quando sono tranquilli nelle loro tane al caldo diurno. I serpenti, che sono sempre rettili, devono digerire per giorni e se ne stanno fermi nelle loro tane
      2) uno potrebbe chiedersi: se i gechi hanno un metabolismo alto quando fa caldo perchè sono diurni/crepuscolari? Durante l'evoluzione nel passaggio dalle acque alle terre emerse c'è stata la necessità di far fronte a due problemi: la respirazione aerea e il bilancio idrico salino.
      Gli anfibi hanno sviluppato i polmoni e possono vivere sulle terre ma non hanno completamente risolto il problema della perdita di acqua.
      I rettili hanno una cute spessa e cheratinizzata che permette loro di ridurre molto le perdite di acqua. Se il metabolismo è alto viene prodotta molta acqua metabolica.(nel catabolismo l'ossigeno funge da accettore finale di elettroni e viene ridotto ad acqua, questo succede con un guadagno netto di ATP). Di conseguenza se uscissero di giorno quando le tmperature sono alte e l'umidità bassa, perderebbero troppa acqua per evaporazione dalla pelle, dalle mucose(ad esempio tenere gli occhi umidi). Allora i gechi hanno trovato il miglior compromesso per agire quando ancora le temperature non sono "proibitive" per la caccia e per poter disperdere meno acqua possibile, che in ambienti desertici è essenziale.

      Per quel che riguarda il sistema immunitario penso ci sia una spiegazione ma non è in funzione della temperatura.

      Non ho dati relativi al geco leopardini quindi ho solo la teoria dalla mia parte. So che è così e ne sono sicuro, ma se volete dei dati per dimostrarvelo bè....nessuno scienziato ha fatto la misura del metabolismo a diverse temperature sul geco leopardino

      Scusate se sono andato ot. nel caso moderatori lo riteniate necessario spostate in una nuova discussione
      Ultima modifica di Met; 20-09-2008, 09:54. Motivo: dati

      Commenta


      • #4
        Met stai parlando di temp basse solo per la notte o in generale?

        Commenta


        • #5
          spiega meglio la domanda.
          Il metabolismo del geco si abbassa ogni volta che la temperatura si abbassa, che sia notte o giorno

          Commenta


          • #6
            Ti spiego, a temperature COSTANTI se noi manteniamo temperature alte il geco crescie più velocemente.
            Faccio un esempio: un geco cresciuto a temp. costanti di 30/32°C crescierà più velocemente di uno cresciuto a 20°C costanti.

            Commenta


            • #7
              ma certamente Billi, sono d'accordissimo con te.
              Se tu mantieni le temperature costanti a 30 gradi l'animale cresce in fretta.
              Se tu le mantieni costanti a 24 gradi cresce lentamente
              Se fai alternanza delle temperature notte e giorno, l'animale crescerà con una via di mezzo(come accade in natura)
              Questo perchè come ho spiegato ad alte temperature il metabolismo è più elevato(quindi tutte le reazioni chimiche avvengono più rapidamente, si avrà un accrescimento cellulare più rapido. Avviene anche con le culture batteriche in laboratorio; ad alte temperature si moltiplicano molto più rapidamente.

              Ma il punto su cui volevo focalizzare l'attenzione è che: avere temperature alte e costanti significa costringere il geco ad un metabolismo elevato(24 ore su 24, cosa diversa che in natura). L'organismo per sostenere tale metabolismo necessita di essere nutrito. E un geco che viene tenuto a temperature costanti di 30 gradi, ha bisogno di essere nutrito di più di uno che viene tenuto a temperature altalenanti.

              Commenta


              • #8
                Ok ci siamo capiti dicevamo la stessa cosa!

                Commenta


                • #9
                  Scusate una cosa, per curiosità, il fatto di un'eventuale crescita a temperature alte costanti ridurrebbe anche la lunghezza della vita del geco? e viceversa a temperature basse ne allungherebbe l'esistenza? intendo temperature che rimangano nei parametri ideali per la specie in questione.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Billi Visualizza il messaggio
                    Ok ci siamo capiti dicevamo la stessa cosa!
                    nn mi pare...met praticamente dice che tenere le temp alte la notte obbliga il geco a mangiare di + rispetto alle temp altalenanti , a parità di crescita.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Met Visualizza il messaggio
                      ma certamente Billi, sono d'accordissimo con te.
                      Se tu mantieni le temperature costanti a 30 gradi l'animale cresce in fretta.
                      Se tu le mantieni costanti a 24 gradi cresce lentamente
                      Se fai alternanza delle temperature notte e giorno, l'animale crescerà con una via di mezzo(come accade in natura)
                      Quì dice che cresce di più di conseguenza và alimentato di più.
                      Ed è quello che affermavo io.

                      Commenta


                      • #12
                        Da una lettura non passava proprio questo messaggio.
                        Io ora spiego come vedo io le cose.
                        In un forum ci scambia idee, pareri e consigli. Quando poi una cosa viene condivisa tutti la dicono per giusta e la consigliano ai nuovi arrivati.
                        Ma certi aspetti diventano quasi dei "dogmi" e vengono dati senza troppe spiegazioni.
                        Nel caso specifico lilua ha chiesto come doveva tenerlo e le è stato detto: tienilo per i primi mesi a temperature alte anche di notte.

                        Secondo me a kilua andava detto puoi fare così e così; questo modo è quello più naturale e quell'altro invece lo è meno e devi stare attenta all'alimentazione, però crescerà più in fretta.

                        Dal canto mio, preferisco lasciarli crescere normalmente, lascio che la notte le temperature scendano. Non ho mai avuto problemi. Come sono sicuro che anche nell'altro modo, non ci siano stati problemi se l'allevatore è esperto.
                        Però è giusto che che quando uno chiede gli vengano date tute le possibilità e che gli vengano spiegate chiaramente le implicazioni di ogni opzione.

                        Quando ho letto la prima volta, un neofita sono sicuro avrebbe capito che tenendo alte le temperature anche di notte l'animale cresce meglio e punto. E invece no, perchè va anche alimentato più abbondantemente, e non è una sitauzione che si riscontra in natura.
                        Sono tutte cose che chi si avvicina all'allevamento per la prima volta, deve valutare

                        Commenta


                        • #13
                          @acquamaniaco: studi precisi non ce ne sono, comunque credo sia assimilabile a altri rettili, per esempio al salto del primo letargo delle tartarughe, per il primo anno non penalizza l'aniimale in longevità, certo saltare tutti i letarghi, o vivere tutta la vita a temperatura costante, sicuramente ha un effetto negativo, a per la sola prima stagione, non dovrebbe ridurre l'aspettativa di vita.
                          Si può vedere in due modi: per il principiante può essere meglio tenere l'animale con escursione termica,in modo "naturale", ma l'animale deve necessariamente essere in ottima forma, e spesso chi è all'inizio ha difficoltà a capire i primi sintomi di malessere, in questo senso tenerlo nel range di temperatura più alto costante (body preferred temperature) minimizza i rischi.Che si debba dar di piàù da mangiare,non credo sia un problema , ai gechi in crescita è bene darne in abbondanza, decidon loro meglio di noi.

                          Commenta


                          • #14
                            Con minimizza i rischi intendi il rischio che l'animale si ammali?
                            Ma le temperature alte, se un geco dovesse star male non accelerano l'evoluzione batterica?
                            Io con i pesci, che tengo a 26 gradi costanti, se ce ne è uno che non sta bene lo metto nella vasca di quarantena dove tengo temperature inferiori (2 o 3 gradi, a volte anche meno) per limitare la velocità di accrescimento dei batteri, ovviamente anche l'efficacia della cura diminuisce e aumentano i tempi di ripresa dell'animale, ma in questo modo sono riuscito a salvare pesci che sembravano ormai spacciati.
                            Comunque i pesci non sono rettili, quindi le differenze sono notevoli.

                            Commenta


                            • #15
                              @MET a tua esperienza, allora, quali sono all'incirca le temperature diurna e notturna per tenere i leopardini in un regime di _escursione termica_?

                              _ho preso un leo neonato a 11/2007 e l'ho allevato fino a giugno 08 con temperature di 32 di giorno e 20 notte. Estate a temperatura ambiente di circa 30 gradi. Adesso mi ponevo il problema di come continuare ad allevarlo, perché ho preso appena preso un cavetto riscaldante da 25 che tiene la temperatura costante sui 25 gradi, e quello che hai scritto sopra mi fa pensare di ritornare al regime precedente ( di differente rispetto alla lampadina accesa di giorno spenta di notte noto che il geco esce prima la sera, "lo si vede di più" e che le feci sono più voluminose). Il geco mi sembra in buone condizioni di salute, d'estate era meno attivo e mangiava di meno. ciao.

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X