annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Alimentazione esclusiva con tarme

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Alimentazione esclusiva con tarme

    Parto da una serie di osservazioni:
    Tremper, nei suoi 30 anni di allevamento, sostiene di aver sempre e solo utilizzato come cibo per i suoi leopardini le tarme della farina senza aver mai notato alcun problema: lo accenna sul suo sito e lo ribadisce chiaramente sul suo (a mio parere bellissimo) libro.
    In vari siti di allevatori si parla allo stesso modo di diete basate più o meno esclusivamente su tarme.
    Tutti i leopardini che possiedo provengono da allevatori stranieri (europei e americani) e italiani che asseriscono di alimentare tutti i loro animali esclusivamente con tarme.

    Io personalmente mi fido, ma vorrei sentire le esperienze dirette di chi alleva leopardini da anni e le loro ragioni (motivate da esperienza diretta e personale) sui pro e contro di una simile pratica che da veterinario nutrizionista quale sono, sono il primo ad ammettere essere perlomeno originale...

  • #2
    Come sai, io ora utilizzo esclusivamente tarme.
    Quando presi i primi leo ho utilizzato per vari anni una dieta varia, da quando ho incominciato poi ad avere dei numeri considerevoli ho iniziato ad utilizzare solo tarme. Negli USA tutti i grossi allevatori utilizzano questo sistema (forse l'unico e TUG a non utilizzarlo).
    In tutti questi anni non ho mai avuto problemi di seguito faccio un elenco di pro e di contro.

    A favore:
    -crescita del geco molto più rapida
    -costo inferiore
    -non circolano per il terrario e la stanza evitando contagi
    -mantenimento molto semplice

    Contro
    -vanno alimentate molto bene
    -l'integrazione del geco deve essere impeccabile
    -il geco non caccia (anche se l'istinto viene mantenuto)

    Sinceramente come metodo non mi sento di consigliarlo al neofita/autodidatta.
    Quando consiglio di utilizzare esclusivamente tarme (ad es. quando cedo i miei leo) spiego esattamente come fare e con l'integrazione che utilizzo io.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Billi Visualizza il messaggio
      Quando consiglio di utilizzare esclusivamente tarme (ad es. quando cedo i miei leo) spiego esattamente come fare e con l'integrazione che utilizzo io.
      Potresti spiegarlo anche a noi?

      Io per esempio non ho ancora preso un geco Leo perché qui (in Sardegna) è molto difficile reperire insetti vivi in vendita,tranne tarme e camole,e visto che molti (qui e in altri forum) sostenevano che il grillo era "la base" non ho voluto rischiare di "malnutrire" il povero geco una volta acquistato.
      Quindi se questa "dieta" funziona ed è approvata anche da allevatori esperti mi piacerebbe conoscerne la tecnica.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Billi Visualizza il messaggio
        A favore:
        -crescita del geco molto più rapida
        ehi ehi aspetta però questa cosa non mi torna...alimentando le tarme in maniera ottimale sostieni di avere una crescita piu veloce rispetto a un grillo alimentato in maniera ottimale?
        Ultima modifica di fantasma; 18-12-2008, 08:52.

        Commenta


        • #5
          Mi inserisco con una domanda veloce, vagando per la rete ho trovato anche un paio di allevatori minori che alimentavano i loro leo prevalentemente con: "Superworms". Caimani?
          Io ho provato a darli per qualche mese a un Cili e do spesso a una femmina di leo. Il Ciliatus adulto ha avuto una "botta di crescita" e la femmina di leo rispetto alle altre che si ingozzano di tarme mi pare accumuli meno grasso nella zona ascellare.
          Dieta sbilanciatissima, o vale il discorso delle tarme...che vanno ben alimentate?

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da fantasma Visualizza il messaggio
            ehi ehi aspetta però questa cosa non mi torna...alimentando le tarme in maniera ottimale sostieni di avere una crescita piu veloce rispetto a un grillo alimentato in maniera ottimale?
            Ho esperienza limitata ma negli ultimi mesi ho acquistato 6 o 7 leo...provando a cambiare alimentazione per certi periodi, mi ha stupito come le tarme accelerino la crescita...sembra doping, anche se devo dire che dandone a volontà alcuni dopo un po' mostravano accumuli di grasso eccessivi.....cosa che con i grilli non mi è mai capitata,

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da CarloCremona Visualizza il messaggio
              Ho esperienza limitata ma negli ultimi mesi ho acquistato 6 o 7 leo...provando a cambiare alimentazione per certi periodi, mi ha stupito come le tarme accelerino la crescita...sembra doping, anche se devo dire che dandone a volontà alcuni dopo un po' mostravano accumuli di grasso eccessivi.....cosa che con i grilli non mi è mai capitata,
              voglio vedere cosa mi dice billi e ti spiego,io non ho esperienza in campo dei leo,ne ho sempre avuti un pugno,però quel pugno mi ha sempre dato 12 piccoli a stagione a testa e inizio a credere non sia sempre e solo culo però ho esperienza sulla baby pogona che alimentata con tarme cresce moltooo lentamente rispetto all'alimentazione di soli grilli..
              Tra l'altro l'anno scorso ho alimentato fin dal primo giorno baby leo nati a me con grilli ,in un mese diventavano enormi,4 sicuramente erano 50 grammi,sono convinto tra l'altro che non sia il grillo in sè ma l'alimentazione del grillo,quest'anno alimentati con tarme (Alimentate comunque in maniera ottimale) e in proporzione non crescevano mai ...parlo sempre per 20/30 leo all'anno

              se può servire,purtroppo non sono i valori per l'insetto alimentato con una dieta ricca ma può rendere comunque l'idea
              Ultima modifica di fantasma; 18-12-2008, 09:44.

              Commenta


              • #8
                Chiedo scusa ma le tarme, a causa della loro corazza, non sono più pesanti da digerire alla lunga? Domanda da neofita ma è quello che ho sempre letto in giro sulle tarme e sui caimani

                Commenta


                • #9
                  le tarme, a causa della loro corazza, non sono più pesanti da digerire alla lunga?
                  La "corazza", cioè la chitina, è sicuramente più abbondante in una tarma che in un grillo per cui una tarma è meno "digeribile" di un grillo per un animale non insettivoro: ma un rettile insettivoro produce anche chitinasi come enzima digestivo per cui è in grado di utilizzare (almeno in parte) anche questa sostanza.
                  Io sono più preoccupato dal contenuto lipidico delle tarme che sicuramente è sempre piuttosto elevato anche se ne viene curata l'alimentazione. Forse i leo si adattano bene a questo tipo di alimentazione proprio perchè "strutturati" per accumulare i grassi principalmente nella coda...

                  Commenta


                  • #10
                    No bhè ma io non voglio assolutamente portare la mia come statistica...in quanto son numeri piccolissimi e prove eseguite più che altro per necessità, e poi probabilmente alle tarme fornisco un'alimentazione più ricca....con i grilli vado più cauto perchè poi mi schiattano :p

                    Commenta


                    • #11
                      credo che la ragione stia nel ricercar l'insetto che più rispecchia (per composizione) la tipologia degli insetti che l'animale troverebbe in natura....che è un pò quello detto poi da sm , rigirato

                      Commenta


                      • #12
                        Quinid in un ambiente arido, semidesertico e roccioso come quello dei leopardini in teoria si trovano insetti tipo tarme e caimani piuttosto che grilli o locuste? Il tuo ragionamento non fa una piega

                        Commenta


                        • #13
                          ehi ehi aspetta però questa cosa non mi torna...alimentando le tarme in maniera ottimale sostieni di avere una crescita piu veloce rispetto a un grillo alimentato in maniera ottimale?
                          Si i leo crescono molto più in fretta alimentati con tarme, del resto le tarme sono più grasse dei grilli.

                          Nutritional Analysis of Feeder Insects CricketsMealwormsSuperwormsPhoenix WormsProtein %17.5319.722.2817.3Fat %4.799.7817.19.4Fiber %1.42.62.1N/A*Ash %1.281.551.15N/A*Vitamin D3 (IU/100g)318276171N/A*Calcium ppm3451331248155Phosphorous ppm4328334523205355Cal/Phos Ratio0.080.040.051.52

                          Commenta


                          • #14
                            Non riesco ad inserire la tabella,
                            ecco il link
                            viewpage.php?page_id=13

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da pigi3 Visualizza il messaggio
                              Quinid in un ambiente arido, semidesertico e roccioso come quello dei leopardini in teoria si trovano insetti tipo tarme e caimani piuttosto che grilli o locuste? Il tuo ragionamento non fa una piega
                              Credo che nelle zone semiaride sarà più facile trovare insetti tipo blatte e locuste....ci vorrebbe qualcuno del forum insetti...

                              Link interessantissimo Billi.....
                              Phoenix worms?

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X