annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Foto terrario e del povero geco...

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Foto terrario e del povero geco...

    Ecco le foto del tarrario... il termostato è puntato su 24 gradi... di notte spengo tutto perchè la temperatura non scende mai sotto i 17/18
    File allegati

  • #2
    posso dirti subito un paio di cose (ovviamente mie opinioni)
    La temperatura a 24 gradi è davvero troppo bassa durante il giorno, forse la notte potrebbe anche andare bene, però per un adulto e il tuo è un baby che sta male a temperature così basse, 17 gradi di notte poi è davvero troppo poco!
    Se proprio vuoi differenziare la temperatura creando lo sbalzo termico come in natura ti consiglio di impostare 30 gradi di giorno e 26 di notte anche se, secondo me, va bene anche una temperatura uniforme, per lo meno è quello che faccio io.
    Non sono molto esperta di lampade, uso tappetini e cavetti, il miglior sistema secondo molti esperti; ma credo che le lampade come sistema di riscaldamento non siano il massimo, prima cosa perchè stressano l'animale con quella luce rossa puntata tutto il giorno, e poi perchè sono creature che assorbono il calore dal basso (li vedi spesso appiccicarsi lettaralmente con la pancia al suolo) e una fonte dall'alto non è idonea.
    Ti consiglierei di togliere la lampada, per lo meno quella lampada, in commercio ne esistono di ceramica che scaldano bene ma non danno fastidio perchè non emettono alcun tipo di luce, mi raccomando se la prendi, il portalampada anche quello di ceramica senno lo fondi!
    Hai un bellissimo terrario e secondo me puoi mantenerlo tale anche se installi la serpentina riscaldante, ti basta distenderla sul fondo del terrario a formare tutte curve distanziate tra loro almeno due cm e fissarla con il nastro isolante, poi lo ricopri con quel grazioso tappetino col sole che hai già e ci rimetti a posto tutte le cose che hai usato da arredamento! L'importante è distinguere una zona calda e una fredda, due terzi del pavimento andranno ricoperti da serpentina, il resto senza nulla. Ti servono due tane, una in ogni zona, la tana "fredda riempita di torba o fibra di cocco umida, non fradicia.
    Se ti servono altre informazioni guarda la scheda di billi, o chiedi qui.
    Ps: il geco non si vede molto bene, posta un'immagine più da vicino. ciao

    Commenta


    • #3
      io non ne so nulla, ma con quel tappetino le feci, quando le togli, non restano in parte appiccicate?

      Commenta


      • #4
        le feci del leopardino, se prelevate subito prima che si secchino, sono molto compatte e non restano appiccicate, il problema nasce se si fanno seccare, ma non centra il tappetino in se, comunque andrebbe periodicamente lavato, anche chi possiede quelli di erba sintetica spesso deve tirarli via e lavarli! Il suo problema è il riscaldamento, troppo basse le temperature, ci credo che il poverino non mangia!

        Commenta


        • #5
          Allora non mangia per le temperature basse? Bhe questa dopotutto èuna bella notizia... adesso so quale è il problema! giovedì vado a comprare il tappetino riscaldante. La lampada in ceramica per rettili io ce lo, e penso possa scaldare anche meglio,però di luce ne fà.... non capisco più niente... quale luce metto in ceramica bianca o quella rossa? (ovviamente giovedì avrò il tappetino)

          Commenta


          • #6
            allora...
            levalo da quel terrario infinito...quanto tempo ha il geco? spostalo in un fauna con scottex e una temperatura costante di 28 gradi in metà vasca.
            poi lascialo stare senza aprire o toccare, dopo qualche giorno gli dai in una ciotolina, magari la sera un paio di tarmette. Le camole davvero secondo me dovresti evitarle: se stai male e sei magro tua mamma non ti imbottisce di torte alla panna...se non curi il problema non ne esci più.
            fai sto benedetto esame delle feci e portalo da un veterinario, sembra un bel gechino, non sottovalutare il fatto che non mangia, sarà anche un rettile ma è piccolo e in crescita.

            Commenta


            • #7
              tanto per capirci è un animale notturno, se hai il cavetto o piastra non mettere nessuna lampada

              Commenta


              • #8
                Le lampade in ceramica non fanno luce!
                thebest sei un caso disperato!!!! fa l'analisi delle feci!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!

                OT draghetta brava vedo che stai attenta anche se poi mi caschi sul cotone eheheh
                P.s. la zona calda deve essre 1/3 del terraio.
                Quando poi thebest ti deciderai a fare l'analisi delle feci ti dirò come terrei io un geco in quelle condizioni.

                Commenta


                • #9
                  In attesa del tappetino..comincia a non puntare il termostato sui 24...ma alza di qualche grado...almeno di giorno il geco comincia ad aumentare il suo metabolismo, poi giovedì col tappetino è un'altra musica, perchè lo puoi tenere acceso anche di notte...mi pare di vedere che non hai un termostato con sonda, quando avrai il tappetino o cavetto dovrai tenerlo molto vicino al suolo o mi cuoci il geco.
                  Da quella ciotola scappan tutte le tarme..non ti accorgi nemmeno se mangia.

                  Commenta


                  • #10
                    Il geco si vede poco, ma non mi pare ancora un caso disperato, temo che se non mangia dovrai alimentarlo forzatamente per avere feci da analizzare, comunque per un geco così piccolo che ha cambiato ambiente le temperature son bassissime, se mangiasse anche qualcosa la digestione con 17 gradi notturni risulterebbe difficoltosa.
                    Affrettati a sistemare setup..e dai retta a Billi e vai di corsa a fare l' esame appena hai feci disponibili.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da puffetta85 Visualizza il messaggio
                      allora...
                      levalo da quel terrario infinito...quanto tempo ha il geco? spostalo in un fauna con scottex e una temperatura costante di 28 gradi in metà vasca.
                      poi lascialo stare senza aprire o toccare, dopo qualche giorno gli dai in una ciotolina, magari la sera un paio di tarmette. Le camole davvero secondo me dovresti evitarle: se stai male e sei magro tua mamma non ti imbottisce di torte alla panna...se non curi il problema non ne esci più.
                      fai sto benedetto esame delle feci e portalo da un veterinario, sembra un bel gechino, non sottovalutare il fatto che non mangia, sarà anche un rettile ma è piccolo e in crescita.
                      Le camole, se non son quelle del miele, vanno bene. Basta che gli dia quelle della farina. Per tarme che intendi? Secondo me, si fa un po tanta confusione...


                      Per quel geco è semplice ed immediato ciò che serve. Calore (30 gradi), cibo (camole della farina o grilli piccoli, molto piccoli). Togliere lampade e schifezze varie, sostituire al più preso con un tappeto riscaldante (boh, 16w son più che buoni). Da mettere con termostato comunque.
                      Ed infine togliere tutto l'arredamento e mettere un posto dove può nascondersi e come fondo dello scottex o carta di giornale ed una vaschetta per l'acqua, pure un tappo di bottiglia va bene. E fagli fare questo benedetto esame delle feci. Costa si e no 10 euro e può salvare la vita al tuo geco. Se non te ne frega niente dell'animale, tienilo così e vedrai che morirà in tempi abbastanza brevi..

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da beccio84 Visualizza il messaggio
                        Se non te ne frega niente dell'animale, tienilo così e vedrai che morirà in tempi abbastanza brevi..
                        NB: Premetto che non mi riferisco a nessuno in particolare, esprimo solamente una mia personale considerazione.

                        In riferimento alla frase citata:

                        Questo si poteva evitare, anche perchè ritengo che non si debba assolutamente acquistare un animale se non si ha tempo/voglia di curarsene.
                        Quando si acquista oltre al tempo e alla voglia si deve valutare anche la situazione economica e tenere conto delle possibili spese: se il terrario non va bene si modifica oppure se ne compra/fabbrica un altro, se l'animale sta male vanno acquistati i "medicinali" per curarlo e farlo visitare, se il cibo non va bene va acquistato quello giusto, se gli accessori non sono idonei vanno cambiati ecc ecc... e queste sono tutte spese aggiuntive a quelle che si fanno al momento dell'acquisto.
                        Quindi per me la frase citata non ha senso e non mi piace, visto che NON DEVE IN NESSUN CASO accadere una cosa del genere, salvo gravi cause di forza maggiore (no non sto parlando della vacanzina estiva).
                        Adesso la cosa da fare è curare nel migliore dei modi l'animale, a partire dai consigli già dati dai più esperti.

                        Tornando al discorso del cibo, credo che i nomi esatti siano tarme della farina e camole del miele non so se si chiamino in altri modi.
                        Per farla breve, il cibo "giusto" in questo caso sono le tarme della farina, mentre le camole del miele vanno somministrate saltuariamente; rimando per l'ennesima volta alla scheda sul leopardino di Billi http://www.sanguefreddo.net/portale/gechi-24/eublepharis-macularius-44/.

                        Anche io sono completamente inesperto, e il primo animale che si acquista purtroppo è quello che subisce di più gli errori del principiante; è una cosa normale e non c'è modo di evitarlo, si può solo E SI DEVONO ridurre al minimo gli errori commessi, informandosi il più possibile magari da più fonti diverse (anche rompendo le scatole a Marcello e Billi si ^_^) per poi non commetterne più, o quasi.
                        Anche io ho sbagliato e continuo a sbagliare molto.

                        EVITIAMO L'EVITABILE!!

                        Per favore nessuno se la prenda per le mie parole, come già detto non mi sto riferendo a nessuno in particolare.
                        Scusatemi per lo "sfogo" e per i vari OT.

                        Gerardo
                        Ultima modifica di GeraSeven; 10-01-2009, 09:55.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da puffetta85 Visualizza il messaggio
                          tanto per capirci è un animale notturno, se hai il cavetto o piastra non mettere nessuna lampada
                          quoto in pieno, basta che termostati il tappetino, la lampada puoi eliminarla del tutto!

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Billi Visualizza il messaggio
                            Le lampade in ceramica non fanno luce!
                            thebest sei un caso disperato!!!! fa l'analisi delle feci!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!

                            OT draghetta brava vedo che stai attenta anche se poi mi caschi sul cotone eheheh
                            P.s. la zona calda deve essre 1/3 del terraio.
                            Quando poi thebest ti deciderai a fare l'analisi delle feci ti dirò come terrei io un geco in quelle condizioni.
                            infatti quella del cotone diciamo che è solo una piccola deviazione dettata da istinto materno , l'ho tolto tutto perchè vedevo che iniziava a sfilacciarsi e ho avuto paura che potesse ingerirlo nella foga di gettarsi sulle tarme!
                            per il resto davvero la serpentina va solo su un terzo?? Ho notato che i miei nella zona fredda ci vanno solo per prendere il calcio dal tappino perciò ho pensato che un po di calore in più non avrebbe fatto male. Ora che lo so la sposto!
                            ps: dato che è lunga 7 metri secondo te ho fatto bene a mettere il rimanente sulla parete laterale perpendicolare alla zona calda?Ho notato che la geca va sempre a "incastrarsi" nell'angolo dove la serpentina sta sia sul fondo che sulla parete, forse le piace....
                            E comunque grazie dei consigli sulle tarme, ormai crescono a vista d'occhio e fanno la mutà più spesso di prima!

                            Commenta


                            • #15
                              come giustamente detto da daghetta: tarme della farina e camole del miele.
                              per camole intendo appunto camole del miele e non sono d'accordo sul fatto che è semplice e immediata la soluzione come suggerito da beccio.
                              PORTALO da un veterinario come ti ha detto Billi ormai mille volte. Non vedo come si possa creare confusione, è da giorni che si ripetono sempre le stesse identiche cose

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X