annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

consiglio...

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • consiglio...

    Allora...
    per ora è arredato in stile desertico, ha ospitato degli scinchi, dei pogona, un clami...
    Ma vorrei cambiare (in realtà c'è ancora un bel maschio di pogona di ormai 10 anni, e finchè lui non mi lascia ovviamente non faccio nulla, quindi ho parecchio tempo per decidere ).
    E' lungo 180cm, alto 65, largo 45 (l'ho costruito in base al mobile su cui sta... tra l'altro adesso credo sarebbe impossibile portarlo via...).

    L'intenzione era di passare a qualche esemplare più piccolo e magari stare sui gechi.
    Ora, ho tutto il tempo per documentarmi e quindi vorrei fare le cose bene e con metodo.
    Quali specie mi consigliate?

    Non avrei problemi per il cibo...

  • #2
    Eublepharis macularius, Underwoodisaurus milii(ce li perdi in un terrario così ), Hemitheconyx caudicinctus, Chondrodactylus angulifer, Teratoscincus sp.(i T. microlepis non sono molto grandi ne potresti fare una piccola colonia) e per il momento direi basta, anche perchè le dispnibilità di gechi sul mercato sono un po' scarse in Italia

    Commenta


    • #3
      ahhhh...io metterei tanti macularius!!!!!

      Commenta


      • #4
        l'idea è proprio quella di mettere nu be gruppetto...
        ma per la territorialità?

        Commenta


        • #5
          Infatti mai più maschi nello stesso terrario, anche se dalle dimensioni del terrario un gruppo di gechi di taglia medio/piccola con un paio di maschi potrebbe starci(ad esempio Coleonyx, Underwoodisaurus milii, Teratoscincus microlepis, Agamura persica).

          Commenta


          • #6
            belli belli...
            vorrei capire se sia possibile dividerlo in nicchie allevando specie diverse in diversi gruppi.
            Però mi sa che l'altezza non è sufficiente, e poi vorrei evitare di riempire sopra al limite, anche se non si vedono sarei più che contento se stessero bene e si rirpoducessero...

            Commenta


            • #7
              Io sto allestendo un terrario con misure simili al tuo, però in verticale. Sarà diviso circa a metà e vorrei tenerci nella parte un po più grande dei Sikorae (o Henkeli), nell'altra dei Phantasticus.
              Ci vuole sempre qualcosa da bere... ci vuole sempre vicino un bicchiere...[URL="http://www.gekkonidae-breeders.com"][/URL]

              Commenta


              • #8
                Gli Uro, si possono allevare in piccoli gruppi, se poi parli di U. ebenaui e U. phantasticus, nel tuo terrario dovrebbero passarsela benone un paio di gruppi

                Di U. fimbriatus ce ne metti un trio, sono animali enormi

                Però nessuno ti ha ricordato che con gli Uroplatus, apparte gli U. henkeli, le temperature non dovrebbero salire sopra i 27°C con U. sikorae, U. phantasticu e U. ebenaui, e sopra i 28°C con gli U. fibriatus e U. lineatus, quindi se non sei certo di poterli tenere al fresco anche in estate lascia perdere

                Io e il mio socio alleviamo diversi uro, abbiamo alcune coppie di U. fibriatus, un trio di U. lineatus, un paio di coppie di U. henkeli e una coppia di U. ebenaui, vediamo se con la primavera faranno qualcosa

                Commenta


                • #9
                  ma d'estate come fate,
                  lasciando perdere quella appena passata (c'è stata?) e quella dell'anno prima (mi vien caldo solo a pensarci...) ad agosto spesso e volentieri la temperatura passa i 30 (e si che sono a 8 km dalla svizzera...).
                  Per abbassare dubito basti nebulizzare....

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao Runshee,
                    naturalmente tutte queste cose le devi valutare tu. c'è chi usa condizionatori d'aria nella stanza dove tiene gli animali più sensibili alle alte temperature, chi li trasferisce magari in cantina, chi archimedescamente crea delle specie di incubatrici al contrario, chi sceglie di rinunciare al loro allevamento perchè impossibilitato a far fronte alla stagione per loro più sfavorevole.
                    Io onestamente ti sconsiglio di partire con gli Uro come primi gechi, anche se sicuramente sei già abbastanza esperto di rettili e la tua volontà di informarti prima è da premiare!

                    Commenta


                    • #11
                      Bhe, in effetti leggiucchiando qua e là il consiglio che più sovente trovo è "LASCIA PERDERE..."

                      il passaggio in cantina sarebbe buono ma dovrei arredare un nuovo terrario, il mio proprio non ci passa dalla porta
                      il condizionatore...... bell'acquisto... e poi adesso lo regalano pure con la batteria di pentole
                      l'incubatrice... ho visto che ce n'è una parecchio bella con condizionatore ad un prezzo accessibile...
                      visto il lavoro che andrò a fare quasi quasi ci faccio un pensierino... però mi sa che sarebbe un pò da bastardo relegarci dentro i gechi...

                      Mi consigliate anche un bel libro? ho visto quello di millefanti...
                      Cercare e imparare nel web mi piace... ma continuo a preferire il supporto cartaceo

                      P.S.
                      Ma invece fare delle popolazioni che si dividano anche tra giorno e notte senza rompersi le balle?

                      Commenta


                      • #12
                        però mi sa che sarebbe un pò da bastardo relegarci dentro i gechi...
                        infatti quella dovrebbe essere semmai una soluzione temporanea d'emergenza e che non dovrebbe mai perdurare! mooolto meglio un terrario provvisorio in cantina, ma dipende anche dalle temperature che hai a Como e quanto dura mediamente il caldo.

                        Commenta


                        Sto operando...
                        X