annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Geco leopardino

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Geco leopardino

    Ciao a tutti.
    Sono nuovo in questo mondo e mi sto cimentando nell'acquisto di un geco leopardino, ho già il terrario, nudo e crudo 50*32*38.
    Io sono di Saronno(VA) a 2 passi da milano, qualcuno mi sa' consigliare un negozio dove acquistare il geco??
    nei negozi in cui ho torvato gechi li avevano solo adulti o subadulti ad un prezzo dai 75€ ai 150€ ...a mio parere esagerato

    per il terrario......
    Di che accessori necessita il geco? Il negoziante mi ha detto di prendere..lampada, portalampada e piastra .....ma il prezzo è un po' elevato
    invece Manu mi ha detto che dovrebbe bastare solo un cavetto da 15 W ....in camera ho una temoeratura di 17°C, grado piu grado meno.
    Io avevo pensato di mettere almeno una lampadina per l'iluminazione ne metto una che scalda o una classica ?

  • #2
    mettine una che scalda, visto che i leo non hanno bisogno di molta luce...
    devi fare in modo che il terrario abbia una zona fredda a 25°C e una zona calda a30°C.
    di notte devi mantenere una temperatura di 22°C

    non pensare all'acquisto fino a che non riesci a controllare queste temperature.

    un neon UV per rettili è indicato per i leopardo.

    Commenta


    • #3
      poi hai bisogno materiale per i nascondigli, come pezzi di sughero
      il substrato, come sabbia apposita
      una "scatola umida" fatta con un tupperware di 20x15 cm chiusa con il suo coperchio, con un foro ben limato come entrata su un lato, riempito di sabbia che manterrai sempre umida (il resto del terrario deve essere secco e ben arieggiato)
      una ciotola bassa per l'acqua
      una ciotola per la polvere di osso di seppia
      dei tronchi da mettere in orizzontale

      igua

      Commenta


      • #4
        Per la parte calda serve una lampada o un cavetto o una piastra???
        ho già pensato di prendere un termometro se non mi viene lo schizzo di farmelo ma devo metterne 2 o ne basta 1 solo?
        Un negoziante mi ha detto che per creare umidità bastava che mettessi la ciotola dell'acqua sotto la lampada.

        Commenta


        • #5
          un neon UV per rettili è indicato per i leopardo.
          I leo sono notturni, quindi non serve a niente (da quanto ne so io)..comunque io per i miei mai usato!!!
          Per scaldare i metodi più usati son 2: spot con un wattaggio adeguato al terrario (per il tuo) 40/60W sono più che sufficenti, oppure cavetto attaccato ad un termostato che scalda solo la parte "calda del terrario" (circa metà o un terzo)! Puoi anche mettere lo spot di giorno e il cavetto con il termostato di notte in modo che la temperatura non scenda mai sotto i 20 gradi (soprattutto se li compri cuccioli la temperatura è fondamentale!!! E per i primi mesi tienla sempre alta anche di notte), i miei, per farti un esempio, li tengo a temperatura ambiente sopra il terrario della pogona!
          I/il termometri/o ti serve solo per misurare le temperature fino a quando non avrai trovato il modo giusto di scaldare il terrario...quindi prima di portare a casa il geco misura bene le temperature e prepara tutto al meglio! Ma non diventare "maniaco della temperatura" (te lo dico perchè anch'io agli inizi ero in panico per la temperatura...per niente poi!!!)
          ricordati che il geco mangia grilli per di più, quindi devi attrezzatti per tenerli o trovare il modo di farteli arrivare a casa vivi!!
          Ah ultima cosa: i leo sono deserticoli, quindi il terrario è secco, non serve umidità, l'acqua la prendono dal cibo, mettici lo stesso una ciottolina con l'acqua, ma io i miei non li ho mai visti bere!!
          una "scatola umida" fatta con un tupperware di 20x15 cm chiusa con il suo coperchio, con un foro ben limato come entrata su un lato, riempito di sabbia che manterrai sempre umida
          Io inumidisco solo quando è in muta, mai negli altri momenti.
          il substrato, come sabbia apposita
          Io uso il tappettino verde sintetico, facile da pulire e lavare, ed eviti definitivamente il problema dei blocchi intestinali se ingerisce la sabbia.
          Ultima cosa: se fai cerca sul forum trovi una marea di post sui leo
          ciao

          Commenta


          • #6
            agu...un negoziante mi ha detto che serve assolutamente l'umidita e una ciotola con l'acqua...

            Commenta


            • #7
              la piastra che vorrei prendere è piccola percio' riesco tranquillamente a fare 1 parte calda e una fredda .....
              domanda quella calda la faccio con la piastra, e quella fredda cosa ci metto ?

              Commenta


              • #8
                allora... per gli UV sono stati fatti degli studi da allevatori seri (Philippe Gérard) i quali hanno constatato grandi benefici nel suo utilizzo... tra l'altro evitare la famosa MOM, malattia terribile.
                la ciotola con l'acqua è indispensabile, ma non sufficente per creare una zona umida. inoltre se metti la ciotola nella zona calda alzi inevitabilmente l'umidità che diventerà generale! i gechi vivono in un "deserto freddo" non in una palude! l'umidità è indispensabile (per la muta) ma deve essere molto localizzata per fornire (come per la temperatura) la possibilità al geco di scegliere le sue condizioni climatiche in funzione del suo stato fisiologico. la scatola che ti ho consigliato è un metodo facile e pratico per rispondere a queste esigenze.
                altrimenti potresti umidificare sotto qualche nascondiglio della zona fredda. (ci devono essere nascondigli sia nella zona calda che in quella fredda)

                solo con la piastra a che temperatura arrivi? non serve tanto chiacchierare ma bisogna vedere in pratica come riesci a riscaldare il tuo terrario, e prendere le risoluzioni per raggiungere le condizioni ottimali.
                per esempio se con la piastra riesci ad ottenere 22 gradi anche nella parte del terrario dove non è piazzata direttamente sotto, e rispettivamente 25 nella parte della piastra, potresti aggiungere uno spot o un'infrarosso (magari meglio, visto che non necessitano di tanta luce e il neon UV è sufficente per quanto concerne l'illuminazione) per ottenere la zona calda a 30-32°C. per la notte spegni lo spot e ottieni i tuoi 22°C



                un'ultima cosa, i gechi sono deserticoli quindi nel loro habitat non esiste il tappetino d'erba artificiale. se metti la ciotola con la polvere di osso di seppia, non dovrebbero ingerire substrato... assicura Philippe Gérard.

                http://www.animostar.com/acquisition...Terra_Des.html

                ciao!

                Commenta


                • #9
                  domanda :
                  io metto la piastra sul fondo e se devo mettere la sabbia metto la sabbia sopra alla piastra ???
                  In pratica :
                  Da una parte metto la piastra che rimane sempre accesa, poi uso lo spot per raggiungere i 32°C...poi spengo lo spot perggiungere la ventina di gradi ok è qui ci sono.....ma il problema è l'umidita'....per creare l'umidita' alla fine che devo fare ?

                  Commenta


                  • #10
                    fai la scatola. oppure tieni umido solo sotto un nascondiglio nella zona fredda... ma è più difficile da gestire!
                    con la scatola l'umidità rimane più a lungo e molto meglio localizzata. il terrario non deve essere umido ma desertico! il geco deve potere scegliere se stare al secco o all'umido...

                    misura esattamente le temperature che riesci a ottenere solo con la piastra e poi dopo vediamo cosa ti conviene fare. la piastra è regolata da un termostato? comprati anche un libro sui gechi leopardo, magari qualc'uno può consigliarti in merito. io ho questo libro in francese: "l'élevage du gecko léopard" di philippe gérard, edizioni "philippe gérard, paris, 1997" ISBN 2-912521-02-5
                    ho anche la guida generale alla terrariofilia: "guide du terrarium" di G. Matz e M. Vanderhaege, edizione DELACHAUX ET NIESTLé, ISBN 2-603-00724-6

                    Commenta


                    • #11
                      scusami Igua(z), chiariscimi le idee: prima sei contrario all'utilizzo di uno spot rosso a basso wattaggio per l'osservazione dei gechi perchè tale spot può infastidire i loro occhi, e poi raccomandi l'utilizzo di un neon UV che è tra tutte una delle luci più fastidiose? premesso che non ho niente in contrario all'utilizzo degli UV coi gechi leo (per la serie: male non fa) e che l'ho persino usato coi baby, credo che per gli adulti non ce ne sia assolutamente necessità. la MOM? ti assicuro che per far ammalare di MOM un leopardino bisogna mettercisi davvero d'impegno, quel che serve è integrazione di calcio e D3 (quest'ultima nemmeno giornalmente) e la MOM è scongiurata.

                      Commenta


                      • #12
                        un'ultima cosa, i gechi sono deserticoli quindi nel loro habitat non esiste il tappetino d'erba artificiale. se metti la ciotola con la polvere di osso di seppia, non dovrebbero ingerire substrato
                        scusa sai ma il geco che allevi è nato in cattività (spero), non nel suo habitat! quindi il tappettino d'erba è un'ottima soluzione per praticità nel pulirlo, ovvio che anche la sabbia va bene!

                        Commenta


                        • #13
                          per creare l'umidita' alla fine che devo fare ?
                          non devi creare umidità nel terrario, prendi un contenitore per alimenti, ci fai un buco in modo che il geco possa entrare, ci metti un po' di torba e ogni tanto nebulizzi la torba, c'è chi la nebulizza sempre in modo da avere il rifugio sempre umido, e chi (come me) la nebulizza solo quando il geco è in muta! i miei gechi stanno tutto il giorno nel rifugio con la terra che non inumidisco mai!
                          se il negoziante ti ha detto che l'umidità è indispensabile, ti ha detto una balla, come potranno confermarti Mirty, Livio e Manu che allevano leo e ne sanno sicuramente più di me!

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Mirty
                            scusami Igua(z), chiariscimi le idee: prima sei contrario all'utilizzo di uno spot rosso a basso wattaggio per l'osservazione dei gechi perchè tale spot può infastidire i loro occhi, e poi raccomandi l'utilizzo di un neon UV che è tra tutte una delle luci più fastidiose? premesso che non ho niente in contrario all'utilizzo degli UV coi gechi leo (per la serie: male non fa) e che l'ho persino usato coi baby, credo che per gli adulti non ce ne sia assolutamente necessità. la MOM? ti assicuro che per far ammalare di MOM un leopardino bisogna mettercisi davvero d'impegno, quel che serve è integrazione di calcio e D3 (quest'ultima nemmeno giornalmente) e la MOM è scongiurata.
                            ciao Mirty!
                            io non ho mai affermato che sono contrario a spot a basso wattaggio per l'osservazione dei gechi, ma sopratutto non ho mai parlato di problemi agli occhi! rileggi bene il post a cui ti riferisci per accertartene! prima di parlare di cosa ho scritto, mi piacerebbe che si mettesse la mia citazione, a scanso di equivoci come questo.
                            il problema poi è totalmente diverso: nel post a cui ti riferisci, si parla di illuminazione artificiale notturna (quindi cosa innaturale, sopratutto per degli Uroplatus. Nel caso degli uroplatus e dell'illuminazione artificiale notturna, io mettevo in allerta su un possibile elemento di disturbo di tipo etologico... mica fisiologico!!!!), mentre quà si parla di utilizzare neon UV di giorno! tanti gechi notturni, come le tarentole da noi, si prendono qualche minuto di sole all'alba o all'imbrumire (visto personalmente e letto sulla letteratura scientifica). i gechi sono animali sopratutto notturni, quindi bisogna fornigli parecchi nascondigli per ripararsi dalla luce, bisogna però darli la possibilità di prendersi un po' di UV quando lo necessitano! è lo stesso discorso per la temperatura e l'umidità: devono avere la possibilità di scegliere.

                            con l'uso di neon UV si aumenta l'appetito e il ritmo di crescita dei gechi leopardo (provato scientificamente, c.f. P. Gérard). quindi per gli individui adulti magari se ne può fare a meno, ma per i giovani e le femmine gestanti pare sia benefico... poi ognuno fa quello che gli pare.
                            io sono per ricreare in maniera più fedele l'habitat degli animali: nel deserto dove vivono i gechi leopardo durante il giorno c'è un'irradiamento di UV, mentre nella foresta primaria malgascia di notte non ci sono fonti di illuminazione.

                            ciao!

                            Commenta


                            • #15
                              ok, ho il geco il mio amato leopardino, il sub strato di argilla a espansione, spot 40W, ho una temperatura fissa di 26°C sotto lo spot e 22°C nella parte fredda.

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X