annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

domanda tecnica

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • domanda tecnica

    Ciao amici di s.f. mi sorgeva un dubbio ed ho pensato che potesse essere un argomento interessante da trattare insieme.
    Molti allevatori di leopradini (me compreso) non fanno uso di lampade uvb per questa tipologia di gecky essendo questi, animali notturni (seppur deserticoli).
    Domanda: quale e' il processo chimico-fisico mediante il quale il gecko riesce a sintetizzare le vitamine del gruppo d, in particolare la d3 (e quindi fissare il calcio nell'ossatura prevenendo naturalmente le malattie osseometaboliche ) tenendo conto che da parte sua non vi e' alcuna esposizione ad una fonte di raggi uvb neanche in bassa percentuale essendo questi un rettile notturno?

  • #2
    Si somministra calcio... e calcio + d3...

    il calcio generalmente lo si lascia sempre disponibile in un tappino all interno della teca, mentre quello contenente d3 lo si somministra un paio di volte a settimana spolverando le prede da offrire.

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da DANY981 Visualizza il messaggio
      Si somministra calcio... e calcio + d3...

      il calcio generalmente lo si lascia sempre disponibile in un tappino all interno della teca, mentre quello contenente d3 lo si somministra un paio di volte a settimana spolverando le prede da offrire.
      Mi sa che non chiede questo,secondo me vuole sapere come il geco ( forse in natura ) a fissare il calcio senza teoricamente esporsi a raggi UVB.
      Se invece DendrobAles parli della vita da terrario,basta somministrare la vitamina D3 che a sua volta rende possibile il fissaggio del calcio.
      Se ancora vuoi sapere nel tecnico come e' il processo di sintetizzazzione,devi chiedere a gente piu' competente.

      Commenta


      • #4
        ah...io ho capito che la domanda come fa un geco a integrare la carenza di d3 se negli allevamenti raramente utilizzato un uvb...

        forse ho capito male io...

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da DANY981 Visualizza il messaggio
          ah...io ho capito che la domanda come fa un geco a integrare la carenza di d3 se negli allevamenti raramente utilizzato un uvb...

          forse ho capito male io...
          Non so,aspettiamo un'altra spiegazione.

          Commenta


          • #6
            no ragazzi assolutamente non mi avete capito!!! so benissimo che urge un integrazione di calcio addizionato con vitamina d3 nell'allevamento in cattivita'! ma e' sufficiente leggere qualsiasi scheda su praticamente ogni tipo di sauro per saperlo.... non sono un neofita.
            la domanda ragazzi e' come avviene il processo di sintetizzazione non utilizzando quello spettro di raggi (uvb) che normalmente agirebbero in qualsiasi rettile diurno per permettere questo processo.
            la mia idea sarebbe somministrare calcio gluconato (ovvero solubile e quindi immediatamente accessibile) ma a quanto pare il leopardino riesce ad utilizzare anche il carbonato di calcio ma come senza uvb????

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da DendrobAles Visualizza il messaggio
              la mia idea sarebbe somministrare calcio gluconato (ovvero solubile e quindi immediatamente accessibile) ma a quanto pare il leopardino riesce ad utilizzare anche il carbonato di calcio ma come senza uvb????
              Il calcio gluconato sciolto in acqua non va bene in quanto non sai la quantita' presa dal geco.
              Per far assimilare il calcio ad animali non diuri e' indispensabile l'integrazione tramite D3 ( questa fa assimilare il calcio al geco ).

              Commenta


              • #8
                Dendro, e' appunto la vit D3 la responsabile dell'assorbimento del calcio nei rettili.
                La vit D3 viene prodotta sia dall'esposizione solare (rettili diurni) sia dall'assunzione delle prede.
                Ora, i leopardini in cattivita' (che ricordiamo essere animali notturni), con un integrazione di calcio e D3 e somministrazione di insetti vivi, non abbisognano di lampade UV proprio in virtu dell'integrazione, e del probabile basso fabbisogno di questa vitamina.
                NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                Commenta


                • #9
                  ah... quindi praticamente la fortuna del leopardino e' che ha bisogno di veramente pochissima d3 per sopravvivere crescendo regolarmente???? vuol dire che ha un metodo di assimilazione di quest'ultima diverso dai rettili diurni a livello metabolico??? p.s. il calcio gluconato si puo' usare tranquillamente con i leopardini anche perche' fabio4678 come saprai il leopardino beve davvero davvero poco quindi non si rischia affatto un problema di overdose di calcio (che altrimenti si depositerebbe nel sistema renale) io stesso lo uso da anni ed ho degli animali sanissimi che depongono piu' di 5 volte all'anno (ovviamente ciclicamente)

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da DendrobAles Visualizza il messaggio
                    ah... quindi praticamente la fortuna del leopardino e' che ha bisogno di veramente pochissima d3 per sopravvivere crescendo regolarmente????
                    Non si e' ancora sicuri sulla reale quantita' di D3 necessaria ai leo,ma si presume che ne richieda poca ( io sono ancora scettico )


                    Originariamente inviato da DendrobAles Visualizza il messaggio
                    p.s. il calcio gluconato si puo' usare tranquillamente con i leopardini anche perche' fabio4678 come saprai il leopardino beve davvero davvero poco quindi non si rischia affatto un problema di overdose di calcio (che altrimenti si depositerebbe nel sistema renale)
                    Anche qui mi trovi un po' scettico,perche' magari ( come tu dici ) bevono pochissimo e che quindi assumono anche pochissimo calcio.

                    Commenta


                    • #11
                      concordo con fabio sul fatto del calcio solubile... molti dei miei leo non hanno mai bevuto se non dalle nebulizzate fatte nella tana umida.... non credo sia un modo sicuro per dare il calcio!

                      Commenta


                      • #12
                        Fate molta confusione: il calcio gluconato pi biodisponibile, ma richiede sempre vit D3 per essere assimilato se somministrato per via digerente (diverso se viene iniettato per endovena)

                        Commenta


                        • #13
                          Pero' mettiamo caso che l'esemplare sfrutti gli UVB,e' comunque utile somministrare calcio gluconato ( sto parlando del semplice calcio e non con l'aggiunta della D3 ) ?

                          Commenta


                          • #14
                            comunque c' una diatriba sulla reale utilit delle lampade uvb per questi gechi, probabilmente nessuno ha fatto studi cos approfonditi..

                            Commenta


                            • #15
                              be calcolando che sono animali che iniziano le proprie attivita' nella fase crepuscolare per arrivare al massimo durante la notte non credo serva a molto farci dietro degli studi. a livello naturale non necessitano di fonte uvb in quanto nemici del sole (lo prova anche l'iride allungato, inequivocabile segno di una attivita' prettamente notturna).
                              quindi ricapitolando al geko leopardo e' sufficiente una integrazione un paio di volte a settimana di vitamina d3 per permettere l'assimilazione del calcio.
                              quindi (seguitemi con il ragionamento) a questo punto per una pogona per esempio(noto rettile diurno) la vitamina d3 e' inutile in quanto viene generata con l'ausilio della fonte uvb? non fa una piega

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X