annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Lygodactylus picturatus

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Lygodactylus picturatus

    Penso che anche quest'anno, come ogni anno, ci saranno a Longarone dei Lygodactylus picturatus.
    Sono sempre stato incuriosito da questi splendidi gechi, solo che non ho mai avuto il coraggio di prenderli, avendo sentito da alcune campane che sono facilissimi, da altre che invece sono molto delicati e tendono a soffrire parecchio
    Sarebbe mia intenzione allevarli assieme a delle dendrobates, se possibile, avrei a disposizione un terrario di 80 cm con neon e cavetto, niente spot, qualcuno ha idea se potrebbe funzionare?
    Altro problema, quanti se ne possono tenere assieme? sentivo di alcuni che li tenevano in colonie numerose, non saprei quindi come muovermi.
    Alimentazione?
    se qualcuno ha esperienze in merito, oltre ai vari care sheet in rete, mi farebbe un piacere a condividerle

  • #2
    Sul forum si è già parlato di questi gechi, prova a cercare vedrai che qualcosa trovi

    Ti dico solo che sconsiglio di tenerli in colonie, l'ho visto fare, ma spesso i maschi quando si incontrano si scannano.
    Come non mi stancherò mai di dire, di non allevarle gechi con le Dendrobates!

    L'alimentazione è identica a quella dei Phelsuma quindi vari insetti e frutta.
    Come nei Phelsuma non è male avere un neon a raggi UVB nel terrario per assimilare correttamente il calcio.
    Sono gechi facili da allevare, ma il problema sta nel fatto che siano di cattura, per cui spesso, apparassitati(sia fuori che dentro) e disidratati, se si trovano due animali che almeno apparentemente siano sani vale la pena provare ad allevarli. Io ero riuscito a pulire bene i mie L. picturatus e L. capensis dai parassiti esterni, ma all'epoca l'inesperienza e l'assenza di veterinari competenti portò quell'esperienza ad un triste epilogo.

    Per altre info sono qui ....e non mettere i gechi con le dendro

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Manu
      Sul forum si è già parlato di questi gechi, prova a cercare vedrai che qualcosa trovi
      c'era qualcosa di Andrea70 sul vecchio forum, col cerca ho trovato solo tre post di cui uno è questo e negli altri due sono solo citato
      Partendo dal presupposto che li alleverò in un terrario in vetro di 45x45x45 con apertura superiore in rete e neon UVB assieme a quattro piccole E. tricolor che neanche si accorgeranno l'una dell'altra: come cibo drosofile e pappette per phelsuma bastano?
      quanti: coppia, trio, harem?
      serve uno spot? io penso di no.

      Commenta


      • #4
        Salve a tutti!

        Ale, almeno un "trio" lo prenderei, se fossi in te.

        Commenta


        • #5
          quindi un maschio per n femmine, ok.
          ne prenderò un paio di trii.
          tnx

          Commenta


          • #6
            Sì ti consiglio di prenderne un paio di gruppi
            Le competizioni tra maschi stimolano l'accoppiamento, ma rischi che uno dei due contendenti si faccia parecchio male, quindi evita

            Commenta


            • #7
              Cosa intendi?
              io pensavo di prenderne due trii, sempre che poi ci siano, e tenerli separati.
              da quello che dici sembra un consiglio di tenrli assieme per stimolarli magari temporaneamente per "infuocarli".

              Commenta


              • #8
                Sì sì vanno tenuti divisi, ma se a metà estate non trovi uova fai fare un girono ad uno dei maschi nel territorio dell'altro
                Naturlamente tielli monitorati in modo che non si facciano del male

                Commenta


                • #9
                  drosofile e pappetta bastano?

                  Commenta


                  • #10
                    Aggiungerei grilli micro o anche di 5mm circa.

                    Commenta


                    • #11
                      pensavo anch'io, che stress sti grilli!!!!
                      grazie Manu

                      Commenta


                      • #12
                        ...aggiungo solo una cosa: mi sono un po' informato su questi gechi e, visto l' habitat di provenienza non vanno assolutamente bene in un terrario x dendrobatidi ne' per gechi di foresta, la maggior parte delle specie provengono dagli alberi della savana africana: quindi ambiente secco con abbondanti annaffiature specialmente al mattino...credo proprio per questo errore di valutazione di aver perso la mia coppia che nel giro di pochi mesi ha manifestato in entrambi gli esemplari strani arrossamenti e gonfiori sulla pelle del ventre, forse proprio l' eccessiva umidità ed il contatto con substrato e legno umido ha fatto proliferare un'infezione fungina e\o batterica...purtroppo essendo sulla parte ventrale me ne sono accorto quando ormai era troppo tardi x agire (me ne sono accorto al decesso del primo ed ho tentato di curare l' altro; ma è sopravvissuto solo due giorni)
                        ...comunque sono animaletti simpatici, attivi di giorno e molto colorati; penso proprio di ritentare quest'anno se ne trovo una coppia in buone condizioni

                        Commenta


                        Sto operando...
                        X