annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consigli sui gechi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consigli sui gechi

    Ciao ragazzi non è la prima volta che i rettili suscitano il mio interesse, però non ho mai avuto le conoscenze o il materiale informativo per l'adozione di questi curiosissimi animali. Avrete certo capito che sono un neofita e non ho esperienza alcuna in merito, sebbene io abbia allevato un miriade di animali Ero rimasto veramente attratto dall' iguana prima e dal camaleonte poi, ma per svariati motivi, ho dovuto abbandonare a malincuore. Così, grazie a qualche dritta, mi hanno indicato i gechi come animaletti altrettanto curiosi e simpatici, ma anche estremamente "tolleranti" (o resistenti) verso eventuali errori del neofita. Però h assolutamente bisogno delle vostre dritte, quindi sono qui a porvi alcune domande:

    1) Il cibo. M'è parso di capire che i gechi non siano così schizzinosi quanto gli altri "colleghi" e che mangiano in egual maniera sia cibo vivo che morto. Io purtroppo non ho molto tempo (più che denaro) da dedicare alla cura del cibo vivo, improntandomi quindi maggiormente sul morto, omogeneizzati, frutta.. e poi magari mi aiuto con integratori vari. La domanda è: ho detto qualche fesseria o può andare?

    2) Il terrario. Più o meno ho un' idea di come debba essere (interamente in rete giusto?): piante vere (ficus benjamina).. poi ha bisogno di uno spot di calore come per il camaleonte? Fotoperiodo di 12h? Gocciolatoio o sono sufficienti nebulizzazioni manuali (prediligo un geco meno esigente, quindi la seconda opzione)?

    3) Il numero. Quanti gechi possono tenere e in che terrario di quali dimensioni li posso tenere? Quanti maschi e femmine?

    4)I gechi (femmina) come i camaleonti (femmina), possono incappare in problemi di uova non feconde? Quanti piccoli generano? Sono prolifici? Si possono eventualmente castrare come i cama?

    5) Manutenzione. Il "fondo" me lo consigliate anch' esso fatto in rete di modo tale che poi sia più facile ripulire visto che feci e urina cadranno in un raccoglitore al di là della rete?

    6) Carattere. I gechi, come i camaleonti, sono animali schivi che temono l' uomo e che quindi non li dovremo MAI prelevare o maneggiare? Oppure potremo di tanto in tanto farli prendere confidenza con me?

    Vi ringrazio in anticipo per le risposte e i consigli che mi darete. Spero mi sappiate indicare il genere di geco più "tosto" e che abbia quindi meno esigenze in termini di tempo o di ambiente che magari abbia anche una bella livrea

    PS: Pls evitatemi le morali o il linciaggio (com'è quasi già accaduto), sono qui a chiedere solo informazioni (inquanto sono totalmente nuovo, o se preferite, ignorante) e consigli per rendermi conto se posso effettivamente allevare un geco o meno.

  • #2
    Gangrel prima di rispondere a tutto ciò devi decidere il tipo di geco che vorresti allevare.. ce n'è un infinità e così su due piedi e impossibile rispondere a tutto!! e poi non è vero che i gechi sono estremamente tolleranti verso eventuali errori, anzi alcuni sono molto delicati!!

    Ma in generale direi che alcuni oltre al cibo vivo accettano anche omogeneizzati e pastoni.. dimentica sto cibo morto che da più problemi che altro!! lo so che in acquariofilia è diverso..
    Per quanto rigurda il geco che ti consiglierei per la sua robustezza direi: R. ciliatus, Phelsuma ssp. (possibilmente di medio-grandi dimensioni) e E. macularius..
    www.jackreptiles.weebly.com

    Commenta


    • #3
      Sì scusami Jack.. per "cibo morto" intendo cibo secco.. e non proprio cadaveri di grilli o che altro (quelli preferisco darli vivi) xD Per quanto riguarda la scelta, come hai appena detto è difficile scegliere! Sono effettivamente tanti e tutti molto belli: gli unici requisiti fondamentali per me è che non devono dipendere assolutamente dal cibo vivo (ma che anzi, sia esso un premio/leccornia) e che siano adattabili senza troppe esigenze ambientali

      Dalla tua esperienza (o da ciò che sai), quali secondo te, sarebbero i più curiosi, sociali (anche verso l'uomo), belli ed estremamente interessanti/intelligenti?

      Commenta


      • #4
        Beh purtroppo socievoli direi che non ce n'è.. i rettili non sono fatti per essere presi e coccolati come altri animali da compagnia.. poi un pò tutti hanno delle caratteristiche particolari che li rendono interessanti, ma quello sta a te sceglierlo!!
        Per cibo morto io anche intendo il secco e non so di nessun rettile che se ne ciba..
        Partendo comunque da questo aspetto direi che o le Phelsuma o i R. ciliatus sono la scelta più adatta in quanto entrambi si nutrono sia di insetti vivi che di omogeneizzati.. Le phelsuma sono gechi abbastanza timidi e schivi, oltre che molto difficili da maneggiare, ma hanno il pregio di essere diurni e molto colorati ed appariscenti!! Mentre i ciliatus, che non conosco molto bene, sono notturni e la peculiarità sta nei molti morph (cioè variazioni cromatiche) presenti sul mercato!! Entrambi sono animali abbastanza facili da gestire e su cui trovi molte informazioni.. quindi leggiti un pò di cose e poi quando ti sei deciso, o se hai dei dubbi particolari, chiedi pure!!
        www.jackreptiles.weebly.com

        Commenta


        • #5
          Perfetto, grazie. Farò come mi consigli! Per quanto riguarda il cibo.. che cosa s'intende per "omogeneizzati"? Oltre quelli e gli insetti vivi, cos'altro si può dare per variegare?

          Commenta


          • #6
            Omogeneizzati ai gusti di frutta, tra i quali quelli alla banana e ai frutti tropicali sono i più apprezzati.. poi mi pare esistano anche dei pastoni apposta e ci sia la possibilità di dare delle piccole quantità di frutta a questi due tipi di animali che t'ho consigliato.. ma per questo controlla e senti anche cosa ti diranno i moderatori di sezione!!
            www.jackreptiles.weebly.com

            Commenta


            • #7
              Ok, quindi solo Phelma (in tutte le sue varietà) e R. Ciliatus sono i più reperibili sul mercato? O ci sono altre specie?

              Commenta


              • #8
                Per omogeneizzati si intende proprio omogeneizzati...cioè quelli che si danno ai bambini. Ovviamente solo quelli alla frutta.
                Direi che con la vastissima varietà di insetti vivi, non servono altri tipi di cibo.

                p.s. ho risposto insieme a Jack29

                Commenta


                • #9
                  Capisco.. grazie! Ma come si somministra il cibo? Verso l'omogeneizzato in una micro-ciotola dove pi andrà per nutrirsi o come altro? xD

                  Commenta


                  • #10
                    Di solito si usano i tappi delle bottiglie...tu ci metti dentro l'omogeneizzato ed il geco lo lecca.

                    Commenta


                    • #11
                      Ok e se non dovesse consumarlo tutto, quanto tempo posso lasciare il contenuto nella teca? Per l'abbeveraggio invece come devo muovermi?

                      Commenta


                      • #12
                        Gangrel usa il tasto cerca per favore.. queste sono informazioni basilari e trovi tutto e di più sul forum!! comunque t'ho consigliato solo le specie medio-grandi di Phelsuma perchè le altre più piccole sono più difficili da allevare.. poi naturalmente ci sono molti altri gechi che potresti allevare, ma questi sono tra i più semplici!!
                        L'omogeneizzato comunque va lasciato per al massimo2-3 giorni e per farli bere basta nebulizzare con un semplice spruzzino..
                        www.jackreptiles.weebly.com

                        Commenta


                        • #13
                          Perfetto, grazie.. scusa è che ho perso tutta la giornata a documentarmi su camaleonti che non potrò mai allevare e ho dormito solo 2 delle ultime 48 ore.. quindi sto un pò "sfasato" xD

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da jack29 Visualizza il messaggio
                            ..comunque t'ho consigliato solo le specie medio-grandi di Phelsuma..
                            Mi sapresti indicare i nomi esatti? Io non so quali siano le medio-grandi di cui parli

                            Commenta


                            • #15
                              Le specie grandi sono Phelsuma madagascariensis madagascariensis (25 cm), P. madagascariensis grandis (30 cm) e Phelsuma sundbergi (23 cm), Le medie sono P. quadriocellata (13 cm), P. cepediana (13 cm) e P. lineata (13 cm) e le piccole sono P. laticauda (11 cm) e P. klemmeri (9 cm).
                              Queste sono solo le specie più facilmente (chi più e chi meno (molto meno)) reperibili in commercio. Come tutti i neofiti ti consiglio di cominciare o con le P.grandis o con le P.madascariensis

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X