annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Riscaldare Terrario

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Riscaldare Terrario

    Ciao a tutti, vorrei prendere una pogona, ma ho un problema.

    Posizionerei il terrario (pensavo di costruirlo in legno) in una zona della casa che non ha riscaldamento e in cui d'inverno fa davvero freddo!

    In che modo posso risolvere il problema della temperatura con lampade e spot vari?

    Grazie!

  • #2
    guarda...io abito ad avellino e d'inverno si ghiaccia...la mia pogona era posizionata in un punto della casa non caldo...ma con lo spot dello giusto vattaggio, riuscivo a mantenere caldo il terrario con le giuste temperature...il mio terrario era in legno...
    P.S.: prima di prenderla leggiti per bene la scheda d'allevamento

    Commenta


    • #3
      questa e la scheda
      http://www.sanguefreddo.net/portale/...-vitticeps-31/
      comunque per le temperature ti devi regolare in base alla grandezza del terrario e dalla temperatura della stanza... magari prima di stabularla nel terrario fai prima le varie prove con i diversi watt dello spot ( la serpentina la sconsiglio)

      Commenta


      • #4
        Dici che fa davvero freddo: sai più o meno quanto? Ad ogni modo le soluzioni ci sono, e nemmeno troppo complicate o dispendiose:

        a) realizza il terrario in multistrato con spessore ≥ 18-20 mm;

        b) coibenta il terrario dall'esterno; vi sono più modi, dal semplice rivestimento con lastre di sughero compresso di 1-1,5 cm di spessore, a quello, un pelo più laborioso ma di maggior efficacia, che prevede di rivestire il terrario con pannelli di polistirene (isolamento uso edilizia) o banale polistirolo (2-3 cm), e quindi sovrapporvi un ulteriore pannello di multistrato (anche di 10-12 mm), per ottenere un sandwich di multistrato e materiale isolante. Ciò consente di trattenere il calore in modo ottimale (e di realizzare anche un certo risparmio sulla bolletta…).

        c) se, ciò nonostante, di notte le temperature scendessero sotto le minime consentite per l'animale che vuoi allevare (le cui necessità termiche avrai preventivamente verificato, per le Pogona mi pare si aggirino su valori minimi di 16-18°), dovrai ricorrere ad una lampada di ceramica termostatata: ti consentirà di produrre quel tanto di calore necessario ad integrare –se necessario- quello emesso di giorno dalle fonti di illuminazione ed uv-b, e poi a creare un ambiente notturno compatibile con la stagione invernale (e con una buona brumazione).

        L'unico, vero problema nel caso dovessi collocare il terrario in una stanza troppo fredda (ad es.: meno di 14-13°), potrebbe verificarsi in caso di blakout elettrico o rottura dell' impianto riscaldante (ad es., la lampada di ceramica) durante una tua eventuale assenza per ferie invernali: è un'ipotesi remota, ma di cui tener conto. In quel caso, durante l'assenza bene sarebbe, in via alternativa:
        - trasportare temporaneamente il terrario in una zona della casa a temperature più miti (il che sarà agevole se avrai disponibile un supporto con ruote; se anche non fosse così ed il terrario avesse misure abbordabili, tipo 130x70, si riuscirebbe a portarlo in due persone; diverso è il caso di realizzazioni "importanti" per misura e peso, nel qual caso passerei all'opzione successiva);
        - dotare la stanza del terrario di un riscaldamento supplementare (ad es., termosifone portatile elettrico), a sua volta termostatato sui 16-17°.
        V.

        Commenta


        • #5
          Grazie mille dei consigli!

          La scheda l'ho già letta... pensavo di iniziare a costruire il terrario, provare temperature e umidità e verso settembre/ottobre recuperare l'amichetto!

          Altra domanda: per il terrario devo usare un particolare tipo di legno? devo trattarlo con qualcosa?

          Commenta


          • #6
            Un'altra cosa... ma devo costruire un terrario piccolo se compro l'animale appena nato? O posso metterlo subito in quello grosso?

            Per le dimensioni pensavo ad un 120x60x60 per il grande, per il piccolo ditemi voi!

            Commenta


            • #7
              Io utilizzo una zona basking con spot.....è lampada uvb....

              In inverno le temperature sono 14-15 gradi.....le pogone dormono tranquille.......è la mattina sono belle arzille.....sotto i loro 45 gradi!

              Commenta


              • #8
                Non mettere lampade accese le notti di inverno .....nemmeno quelle che fanno solo calore......dove vivono loro le temperature di notte scendono e fa freddo.......

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da darkman Visualizza il messaggio
                  Non mettere lampade accese le notti di inverno .....nemmeno quelle che fanno solo calore......dove vivono loro le temperature di notte scendono e fa freddo.......
                  Questo suggerimento in linea di massima va bene, vorrei solo puntualizzare che non deve avere valore assoluto: nemmeno io utilizzo fonti di calore notturne, e se possibile le sconsiglio, ma solo quando i parametri ambientali lo consentano con una certa tranquillità… infatti il tuo terrario, Darkman, nelle notti invernali raggiunge i 14-15°, ma non sappiamo a quanto può scendere la temperatura nella stanza –non riscaldata- dove Montag vuol mettere il suo, e dove ha detto che fa "davvero freddo", pur non quantificando.

                  Come che sia, a Como, in inverno, di freddo può farne molto, e se un locale non è riscaldato -che ne so, una soffitta- non credo sia difficile raggiunga i 5-7 °, che reputo decisamente pochi; è vero che in inverno, in alcune zone nelle regioni australiane dove vivono questi sauri, la temperatura può occasionalmente scendere a minime piuttosto basse (4-8°), ma gli animali sono in piena brumazione, ben nascosti ed addormentati, e probabilmente ogni anno qualcuno di loro non ce la farà a vedere la primavera successiva.

                  E' così anche per gli Uromastici, le cui esigenze conosco meglio di quelle delle Pogona: nessun allevatore si sognerebbe di tenerli a 5-6°, sebbene anche nel loro areale di distribuzione vi siano popolazioni che, in alcune fredde notti invernali, vengono sottoposte a queste temperature, o persino inferiori. Soprattutto tra i più giovani, la mortalità per avversità climatiche in questi casi gioca il proprio ruolo… e, sebbene sia favorevole a ricreare, nei limiti del possibile, un biotopo che richiami quello naturale, preferisco evitare le condizioni estreme.. (e non me la sentirei di consigliare a nessuno di fare diversamente).
                  V.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Vanni Visualizza il messaggio
                    Questo suggerimento in linea di massima va bene, vorrei solo puntualizzare che non deve avere valore assoluto: nemmeno io utilizzo fonti di calore notturne, e se possibile le sconsiglio, ma solo quando i parametri ambientali lo consentano con una certa tranquillità… infatti il tuo terrario, Darkman, nelle notti invernali raggiunge i 14-15°, ma non sappiamo a quanto può scendere la temperatura nella stanza –non riscaldata- dove Montag vuol mettere il suo, e dove ha detto che fa "davvero freddo", pur non quantificando.

                    Come che sia, a Como, in inverno, di freddo può farne molto, e se un locale non è riscaldato -che ne so, una soffitta- non credo sia difficile raggiunga i 5-7 °, che reputo decisamente pochi; è vero che in inverno, in alcune zone nelle regioni australiane dove vivono questi sauri, la temperatura può occasionalmente scendere a minime piuttosto basse (4-8°), ma gli animali sono in piena brumazione, ben nascosti ed addormentati, e probabilmente ogni anno qualcuno di loro non ce la farà a vedere la primavera successiva.

                    E' così anche per gli Uromastici, le cui esigenze conosco meglio di quelle delle Pogona: nessun allevatore si sognerebbe di tenerli a 5-6°, sebbene anche nel loro areale di distribuzione vi siano popolazioni che, in alcune fredde notti invernali, vengono sottoposte a queste temperature, o persino inferiori. Soprattutto tra i più giovani, la mortalità per avversità climatiche in questi casi gioca il proprio ruolo… e, sebbene sia favorevole a ricreare, nei limiti del possibile, un biotopo che richiami quello naturale, preferisco evitare le condizioni estreme.. (e non me la sentirei di consigliare a nessuno di fare diversamente).
                    V.
                    Bè dipende da lui.....dove le tiene...in che posto le tiene....e come le tiene....

                    Vi linco le minime temperature del loro habitat naturale.... vedete
                    alice spring.oodnadatta........

                    Australian Climate Averages - Maximum, Minimum & Mean Temperature maps

                    Commenta


                    • #11
                      Se è per quello diversi uromastici in natura la notte vanno anche sottozero ma questo non vuol dire che stiano esposti a 0 gradi,e anche per le pogona è lo stesso..formano delle tane e in quelle tane le temperature con difficoltà scendono sotto i 10 gradi.

                      Per Montag : ti devi assicurare che la temperatura nottura non sia sotto i 15 gradi,se vai sotto quella temperatura di conviene montare una lampada in ceramica.
                      Se coibenti bene non hai nessun problema a raggiungere la temperatura desiderata anche in una stanza fredda..è importante anche che tu non faccia prese d'aria troppo generose,rischieresti di far uscire troppo l'aria calda.

                      Commenta


                      • #12
                        buona sera ragazzi... ho bisogno di risolvere un problema riguardante la spot... secondo voi a milano in questo periodo va bene uno spot da 60W o ne devo prendere per forza uno da 40w????? (il terrario misura 100Lx55Px50H)

                        Commenta


                        • #13
                          fai la prova! se arrivi ad avere la temperatura adeguata vai con 40, altrimenti provi con 60w! un consiglio, se hai ikea vicino casa, prova la lampada dicroica (attaco E27), risparmi in bolletta, hai piu' luce, uguale calore e costa poco meno di 2€! se non ricordo male ci sono da 28 e 42w....
                          There is a pleasure in the pathless woods; There is a rapture on the lonely shore; There is society, where none intrudes, by the deep sea, and music in its roar: I love no man the less, but nature more...(Lord Byron)
                          http://www.sanguefreddo.net/showthread.php?61893-Nuovo-terrario-definitivo-per-spikes!!
                          http://canedapresa.forumfree.it/

                          Commenta


                          • #14
                            grazie del consiglio... comunque il fatto è che la mia pogona arriverà dopodomani e a casa mi sono munito di una spot 60W ma stupidamente ho pensato solo oggi al fatto che forse sarebbe stata meglio da 40W le temperature le potrò confrontare solo domani comunque in modo abbastanza generico e magari in base alle esperienze mi sapresti dire quale delle due sarebbe meglio

                            p.s.:nn ho l'auto e l'ikea più vicina è arrivabile solo in seguito a 2/3 cambi di mezzi publici quindi il tuo consiglio lo seguirò ma minimo entro una settimana e per il momento avrei bisogno di capire giusto queste due cose

                            ringraziamenti anticipati
                            Ultima modifica di tia4991; 01-08-2010, 22:32.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da topolino Visualizza il messaggio
                              fai la prova! se arrivi ad avere la temperatura adeguata vai con 40, altrimenti provi con 60w! un consiglio, se hai ikea vicino casa, prova la lampada dicroica (attaco E27), risparmi in bolletta, hai piu' luce, uguale calore e costa poco meno di 2€! se non ricordo male ci sono da 28 e 42w....
                              Scusami, potrei chiederti il nome della lampada, visto che all'Ikea ci sono spesso di passaggio? A che distanza tieni questa lampada per ottenere i 45 gradi di basking?

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X