annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pitone Reale pasto fuori o dentro terrario?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pitone Reale pasto fuori o dentro terrario?

    Salve a tuttu, sono iscritto da poco, ma grazie a tanti post che ho letto, sono riuscito a creare un terrario che rispetta la stabulazione del serpe, che ho da circa di 10 giorni.
    Pitone 7-8 mesi, lungo circa 50cm.

    Ho dato il primo pasto 4 giorni dopo averlo portato a casa, senza maneggiarlo per non provocare più stress dal cambio habitat.
    Al negozio dove l'ho preso mi hanno che purtroppo mangia il vivo, in più non avevano il topo adatta alla stazza del serpe, perciò me ne ha dati 2 poco piu piccoli.
    Ho messo il 1° e dopo circa 5 minuti se lo e mangiato , dopo qualche minuto ho messo l'altro topino, prima lo ha stritolato e lasciato , ma subito dopo lo ha pappato.
    Quindi per essere il primo pasto a casa e anche "doppio", posso dire che e andato benissimo.

    Prima di tutto voglio provare a cambiare il vivo con il morto, non per questioni di etica (mi piace vedere in azione il mio serpente) , ma per la benessere del serpe, sapendo che quando crescerà, dovrà mangiare un ratto che potrebbe ferirlo.

    Una cosa che ho letto sul dare da mangiare al serpe è che sarebbe meglio che il pasto sia consumato fuori dal suo habitat (teca) per alcuni motivi :

    - possibilità di ingoiare il substrato
    - possibilità di morso quando si infila la mano nella sua teca, pensando che sia cibo.
    - quindo "abituarlo" che il pasto si trova altrove dal suo habitat.

    La mia immensa domanda è, se non bisogna maneggiarlo dopo che ha mangiato per possibilità di morso o rigetto del pasto....
    Come si rimette nella sua teca dopo aver mangiato fuori?

    File allegati

  • #2
    Allora visto che ha mangiato il vivo, di un negozio, tra una ventina di giorni farei fare le analisi delle feci per controllare che i tpi non avessero parassiti, i serpenti e soprattutto i reali sono animali opportunisti che preferiscono animali morti ai vivi per risparmiare energie, potevi inoltre uccidere il topo prima di somministrarlo.
    Secondo si fa scivolare dlicatamente il serpente dal faunabox dove si nutre nel terrario.
    Se comunque usassi l'aspen come substrato non avresti problemi perche' l'igestione non da' problemi

    p.s. quella teca sembra alta e stretta, poco adatta ad un serpente fossorio e per niente arboricolo come il regius
    Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
    Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
    un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

    Commenta


    • #3
      Grazie per la risposta!

      Originariamente inviato da marconyse Visualizza il messaggio
      Allora visto che ha mangiato il vivo, di un negozio, tra una ventina di giorni farei fare le analisi delle feci per controllare che i tpi non avessero parassiti
      É di prassi far analizzare le feci dopo 20 giorni perche ha mangiato il vivo?
      Oltretutto andrò sempre da loro a prendere i topi morti o vivi.
      Il negozio dove l'ho preso è uno dei più importanti della città, dove vendono tutti tipi di animali, fino a un piccolo squalo avevano tempo fa, dico questo per far capire la "serietà" del negozio. Non credo diano topi presi chissà dove.
      Ma, come tuo consiglio, faro fare le analisi...

      Originariamente inviato da marconyse Visualizza il messaggio
      potevi inoltre uccidere il topo prima di somministrarlo.
      Sinceramente in quel momento, non mi ero posto il problema futuro dei ratti più grandi e non mi dispiaceva vedere in azione il serpe eheh.

      Originariamente inviato da marconyse Visualizza il messaggio
      ​​​Secondo si fa scivolare dlicatamente il serpente dal faunabox dove si nutre nel terrario.
      Mi sento uno stupido a non averci pensato! La cosa più logica eheh... Grazie!
      ​​​​
      ​​
      Originariamente inviato da marconyse Visualizza il messaggio
      ​Se comunque usassi l'aspen come substrato non avresti problemi perche' l'igestione non da' problemi​​​​​
      Avevo letto la migliore soluzione è l'aspen.
      Ma qiando ho preso il serpe, mi e stato dato la corteccia di abete depolverizzato. A loro dire, ottimo per il rilascio di umidita e per l'odore e non troppo piccoli per la casuale ingestione.
      ​​​​​
      Originariamente inviato da marconyse Visualizza il messaggio
      p.s. quella teca sembra alta e stretta, poco adatta ad un serpente fossorio e per niente arboricolo come il regius​​​​​
      Forse è un effetto visivo della foto.
      - Teca di 50x40x40 (rispetta la regola de lato lungo + lato corto = lunghezza del serpente)
      - substrato corteccia di abete depolverizzato 2-3cm altezza
      - zona calda al suolo 30C°
      - zona fredda temperatura ambiente 20C°
      - umidità 65% - 70%
      - tappetino riscaldante 14w 25x25
      - termostato con sonda 1cm sotto la superficie del suolo (lato caldo - tana)
      - laghetto sopra lato caldo
      - nebulizzazione mattina e sera


      Cosa puo mancare? ​​​



      ​​​
      ​​
      File allegati

      Commenta


      • #4
        Ciao, come detto da Marconyse anche io farei fare un esame delle feci, i topi sono un ottimo veicolo per parassiti ed acari, motivo per cui ho sempre preferito il congelato, non che sia esente da problematiche ma comunque meno rispetto al vivo o al prekilled, senza parlare di etica che per quanto non possa interessare, sarebbe comunque importante sensibilizzare i nuovi allevatori a queste tematiche.

        Quella teca non va bene anche per quanto riguarda la parte superiore che è totalmente in rete, c'è troppa dispersione di calore e lo dimostra il fatto che in una teca così piccola hai uno differenza termica di 10 gradi tra parte calda e fredda che non ci dovrebbe essere.

        Commenta


        • #5
          Grazie sempre per la risposta.
          Originariamente inviato da palla. Visualizza il messaggio
          Ciao, come detto da Marconyse anche io farei fare un esame delle feci, i topi sono un ottimo veicolo per parassiti ed acari, motivo per cui ho sempre preferito il congelato, non che sia esente da problematiche ma comunque meno rispetto al vivo o al prekilled, senza parlare di etica che per quanto non possa interessare, sarebbe comunque importante sensibilizzare i nuovi allevatori a queste tematiche.
          Quindi, teoricamente, dando da mangiare il vivo si dovrebbero fare sempre gli esami delle feci per scoprire eventuali parassiti?
          A prescindere inizierò a provare con il decongelato per i minori "CONTRO" del vivo.

          Originariamente inviato da palla. Visualizza il messaggio
          Quella teca non va bene anche per quanto riguarda la parte superiore che è totalmente in rete, c'è troppa dispersione di calore e lo dimostra il fatto che in una teca così piccola hai uno differenza termica di 10 gradi tra parte calda e fredda che non ci dovrebbe essere.
          Anche?
          Provvederò a chiudere in parte la parte superiore per tenere una temperatura piu o meno costante.
          Qualche consiglio per "chiudere" in parte?
          Quale altro problema può avere questa teca?

          Commenta


          • #6
            Aggiorno che ho uscito il "piccolo", preso un rotolo di erba sintrtica e tagliato a misura di una bacinella di plastica che avevo.
            Dato un topo prekilled con pinza, muovendolo e l'ha morso dopo 5 secondi.
            ​​​​​

            Commenta


            • #7
              Puoi chiudere con dei fogli di polisirolo, o altri materiali coibentanti.

              Commenta


              Sto operando...
              X