annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Help me!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Help me!

    ciao a tutti!! sono un ragazzo di 14 anni e sono un amante di questi meravigliosi rettili. sto' diventando matto per cercare un negozio O un allevamento di pitoni a roma e dintorni!!!! vi prego aiutatemi!!!!!!!

  • #2
    Prova a cercare qualcosa sul mercatino, magari qualcuno vende nella tua zona!

    Commenta


    • #3
      Rettilinea,Nosy be,il re dello zoo,moby dick.
      spulcia su google

      Commenta


      • #4
        Ok Grazie Vi Faro' Sapere!!!!!! P.s. Un Terrario Lungo 60 Cm Puo' Andare Bn??

        Commenta


        • #5
          Come primo terrario si, poi ne farei uno 90x50x40 come definitivo, per quando sarà adulto.

          PS: infrmati su come tenerlo prima di prenderlo mi raccomando

          Commenta


          • #6
            scusate di nuovo ma ci tengo ad assicurare al mio regius un buon soggiorno..nn so se mi spiego! per i primi tempi visto che il rettile è piccolo avevo pensato di sistemarlo in un acquario, con un substrato di torba acida, piante vere e una tana!! vorrei sapere che cosa sono la zona fredda e la zona calda e come si costruiscono. rix ciao

            Commenta


            • #7
              niente torba, niente piante vere, niente acquario. un faunabox riscaldato con zona calda a 31 gradi e fredda a 28(ottenuti mediante tappetino riscaldante) con carta di giornale, una tana e una ciotola vanno più che bene.
              The Boss™
              [URL="http://www.qualitysnakes.it/"]www.qualitysnakes.it[/URL]
              Qui trovate il [URL="http://www.sanguefreddo.net/showthread.php?27229-Regolamento-SFn"]Regolamento SFN[/URL]

              Commenta


              • #8
                La torba può andare bene, ma sterilizzala prima di metterla nella teca e soprattutto fai mangiare il pitoncino fuori dal terrario, altrimenti potrebbe ingerirne.

                Le piante vere lasciale perdere, le devi curare, appassiscono se non hanno luce solare, possono portare agenti patogeni. Insomma, mettila finta che è meglio.

                Le tane dovrebbero essere due, una nella zona calda e una nella zona fredda.

                Nel terrario devi creare un gradiente termico, in modo tale che sia il serpente a scegliere dove stare.
                Questo si ottiene riscaldando, con cavetto o meglio tappetino riscaldanti nel caso del pitone reale, solo metà della teca, portando la temperatura a 31° C di giorno e28 la notte.

                L'acquario lascialo perdere visto che non ha prese d'arie adeguate. Se proprio vuoi puoi prendere un terrario in vetro fatto apposta per i serpenti, ma te lo sconsiglio: costa, non puoi modificarlo, non trattiene il calore e devi mettere il sistema riscaldante all'esterno.
                Fatti fare una teca in legno 60x40x30 o giù di li, ci starà da dio da piccolo. Ricordati di non abbondare con la teca pensando che il serpente stia meglio, perché i pitoni reali sono facilmente stressabili e risentono di una stabulazione non corretta più di altri rettili.

                Commenta


                • #9
                  Ciao!
                  Assolutamente sconsigliato l'acquario: non ha le prese d'aria adatte.
                  Dal momento che si tratta di un pitone reale, ti consiglio un terrarietto di modeste dimensioni o un grande fauna-box (sono quei contenitori di plastica rigida con il coperchio colorato, per intenderci, quelli per le tartarughe o i pesci rossi) prima del definitivo di almeno 90 cm di lunghezza.
                  Come fondo, puoi utilizzare del truciolo di faggio depolverato o, ancora meglio, della carta di giornale o semplice scottex: facile da pulire. Ti sconsiglio le piante vive.
                  Tutto ciò che entra nel terrario (ciotole, rocce), sarà meglio passarlo al microonde o forno normale, o con una vaporella per essere sterilizzato.

                  Come tu sicuramente saprai, essendo animali a sangue freddo, i serpenti hanno bisogno di "termoregolarsi" attraverso fonti di calore esterne al proprio corpo: è per questo che, al di sotto dei terrari, vanno messi tappetini o cavetti riscaldanti, collegati ad opportuni termostati, che regolino la temperatura. Per alcuni serpenti si utilizzano anche lampade riscaldanti (che non vanno utilizzate per gli animali notturni, abituati a ricevere calore dal basso.)
                  E` bene ricreare una zona calda del terrario che arrivi nel tuo caso a 30-31°, mentre nella zona più fredda dovranno esserci 27-28° circa.Puoi ricreare questo gradiente termico poggiando solo parte del fauna box su un tappetino riscaldante, o modellando un cavetto riscaldante al di sotto di parte di esso.
                  Se utilizzi un terrario, le fonti di calore vanno messe all'interno, ma COPERTE con un doppio fondo in plexiglass o compensato, in modo che il serpente non possa entrarci in contatto.
                  Il pitone reale in questione deciderà di quanto calore ha bisogno spostandosi nelle diverse zone del terrario (quando mangiano, ad esempio, sono soliti spostarsi nella zona calda poichè necessitano di calore per la digestione.) Le prese d'aria che dovrà avere il tuo terrario, saranno fori bassi nella zona calda, e fori alti in quella fredda.

                  Ti consiglio di dare un'occhiata alle schede di allevamento, e di informarti sui minimi particolari prima di comprare un animale. Utilizza la funzione "cerca" in alto per vedere se altri utenti del forum hanno posto le tue stesse domande prima di te: rischi altrimenti che il tuo topic venga chiuso!
                  Spero di essere stata abbastanza chiara.


                  Ilaria
                  Reptilery Italia Cornsnakes è su Facebook! ;)
                  www.pantherophisguttatus.it

                  Commenta


                  • #10
                    Hkuna ti do un consiglio essendo anche io un neofita: Truciolo, aspen, corteccia sono substrati molto belli che fanno molto "ambiente naturale" ma hanno uno svantaggio: rendono difficile capire quando il serpe defeca e tante altre cose. E te lo dico perchè anche io appena preso il terrario ho subito messo la corteccia. Tempo 10 giorni ho tolto tutto mettendo la carta assorbente bianca, uno di quei rotoloni che vendono in ferramenta x intenderci e penso mi basterà per un bel pò... Ti permette di capire meglio i "tempi" del serpente e di identificare meglio le feci se dovesse servirti di farle analizzare...

                    Se prendi un fauna-box ( o una vasca di quelle che si usano per i vestiti che sono uguali e costano un decimo) ti cosiglio di prenderla grande abbastanza per farci stare il serpente, un paio di ciotole di acqua una nella zona calda e una in quella fredda e 2 tane messe sempre nelle 2 zone...

                    Ulteriore consiglio: stai lontano dai negozi di animali per tutto ciò che riguarda gli accessori del terrario!!!! e ti spiego perchè:

                    io ho un terrario x una baby lampropeltis nelsoni albina e un faunabox x un pitone reale di un anno e mezzo.

                    Ho speso 1,50€ per due vasetti di coccio per fare le tane alla lampro e 3,00€ per 2 vasi più grandi per il reale. 1,00€ per una teglia in plastica dura come vasca d'acqua del reale, 2,00€ per le ciotoline della lampro e 4,00€ per il rotolone!!!

                    Con 11,50€ ho allestito le casette per 2 serpi!!! In un negozio forse con gli stessi soldi ci compri le 2 ciotole per l'acqua ma non credo che ti basterebbero!!!!

                    Commenta


                    • #11
                      Va benissimo anche una sola ciotola.

                      Comunque mi pare che volesse un terrario biotopo, alla fine si può trovare un compromesso tra bellezza e funzionalità.

                      Magari puoi usare trucioli come substrato, se proprio vuoi trovare facilmente le feci per analizzarle puoi mettere il truciolo dopo che le fa

                      Se vuoi una tana bella può andare bene quella del negozio.

                      Qualche pianta finta ci sta.


                      Ricordati che tutto questo ha un costo, sia in termini di tempo (pulizie etc) che economico, superiore ad un terrario semisterile che funziona altrettanto bene, forse meglio.

                      Commenta


                      • #12
                        quindi per creara la zona calda nel terrario basta che vi metta sotto un tappetino riscaldante mentre nella zona fredda lascio la temperatura ambiente....giusto??

                        Commenta


                        • #13
                          Si, alla fine se non è un terrario troppo grande basta riscaldarne metà e l'altra arriva da sé ad una temperatura ottimale.

                          Commenta


                          • #14
                            ricordati che se opti per il truciolato, di spostare la serpe in un'altro contenitore quando gli dai da mangiare.. altrimenti rischi che ingoi pezzi di substrato che provocano ostruzioni intestinali.. molto molto pericolose
                            se vuoi un mio consiglio usa il tappetino di erba sintetica: carino esteticamente e facile da pulire.

                            Commenta


                            • #15
                              ok grz...scusate ancora ma ho letto su un sito dedicato alla costruzione del terrario che alcuni allevatori sconsigliano i tappetini riscaldati perkè forniscono un riscaldamento dal basso considerato innaturale e ke impigrisce un po' i serpenti che stazionano troppo soventemente nella zona calda...è vero?? rix

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X