annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Terrario biotopo per C. ciliatus

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Terrario biotopo per C. ciliatus

    Buonasera, siccome ho un terrario completamente in rete ( a parte il fondo ) anzi che non usarlo vorrei inserirci dentro una coppia di ciliatus.
    Le misure sono 70x40x80h, da quanto leggo sembrano bastare, solo che è la prima volta che provo a fare un biotopo e non saprei da dove incominciare.
    Sapreste darmi delle dritte ?

    Grazie mille.

  • #2
    le misure del terrario vanno più che bene, anzi direi che sono abbondanti per una coppia.
    ho un dubbio e ti chiedo sei sicuro che quello che vuoi fare è un terrario biotopo? o forse intendi naturalistico? perchè sono uguali come concetto ma allo stesso tempo diversi ovvero:
    terrario naturalistico : arredato con oggetti naturali, in questo caso rami ,cortecce , e fondo natural ( torba, fibra di cocco ), e piante vere
    terrario biotopo : come sopra con la differenza che l'arredamento dovrebbe essere simile a quello dei luoghi di provenienza dei ciliatus, e le piante vere dovrebbero anche queste essere quelle che i gechi trovano in natura nei luoghi originari

    Commenta


    • #3
      Esatto,allora mi volevo riferire in special modo al tipo naturalistico.
      Più o meno l'idea che avevo io era di fare un terrario con sfondo in 3D (torba o fibra di cocco) e le altre parti in rete.
      Come piante avrei messo pothos o altre tipo il ficus pumilia, sanseveria, che ho letto che possono andare bene.
      Per il fondo torba, poi rami e cortecce come hai detto te.
      Questo sarebbe più o meno un terrario naturalistico ?
      Però immagino che per il ciliatus sarebbe meglio un biotopo, o sbaglio ?

      Grazie mille per le delucidazioni

      Commenta


      • #4
        il terrario naturalistico è un ottima idea e al geco che sia biotopo o meno non interessa molto.

        puoi utilizzare un fondo di argilla espansa sopra il quale metterai torba o fibra di cocco (o entrambe mischiate a tuo piacimento)

        come piante le sanseveria sono perfette poichè offrono anche un valido appiglio.

        ritengo però abbastanza contro producente fare un terrario naturalistico in una struttura di rete semplicemente perchè li ho sempre considerati molto meglio in terrari in vetro per esaltarne al massimo la bellezza

        considera anche che durante la fase di deposizione dovrai cercare come un pazzo le uova nel substrato
        i coglioni sono molto più di due

        guarda come dondolo, guarda come dondolo.....con il gin

        Commenta


        • #5
          Infatti dalle foto che ho visto la maggior parte dei terrari di quel tipo sono in vetro.
          E se al posto della rete ai lati metto del compensato, impregnato con varie mani di flatting ? Quindi rimarebbero 2 parti in rete, ovvero il tetto e l'apertura frontale.
          Per quanto riguarda il fondo, quanti cm deve essere ?
          Eh lo so, per le uova quello è una grandissima seccatura.

          Commenta


          • #6
            se ti metti a mettere compensato di qua e di la ci metti meno a fare un nuovo terrario

            per il fondo devi vedere tu come vuoi disporre le piante....se vuoi interrare i vasi o toglierli ecc ecc

            le variabili sono troppe per consigliarti
            i coglioni sono molto più di due

            guarda come dondolo, guarda come dondolo.....con il gin

            Commenta


            • #7
              Ok dai, adesso piano piano guardo che posso fare, e poi posto le foto così è più chiaro..

              Commenta


              • #8
                i miei terrari per i rhaco sono con la parte posteriore e superiore chiuse, le parti laterali completamente in rete e il frontale in vetro.
                per il fondo se non vuoi diventare matto per poi cercare le uova, invece di mettere 4-5 cm di substrato basta metterne 2 cm e le piante le lasci in vaso.

                Commenta


                • #9
                  Se prendo come esempio questo tipo di terrario http://www.sanguefreddo.net/rhacodac...us-pronto.html ??
                  Solo che alle pareti laterali vorrei mettere uno sfondo in 3D ( volevo usare il polistirolo solo che non so che materiale usare per solidificare il tutto ), mentre l'apertura la farei in rete.
                  Per il substrato forse opterò per i vasi, magari mettendo della rete dove c'è la terra per via che non vadano a deporre li dentro.
                  Scusate le mille domande ma voglio essere sicuro di farle per bene le cose.

                  Commenta


                  • #10
                    se lasci rete sul soffitto e fai l'apertura in rete va bene.
                    per solidificare se intendi incollare puoi usare il silicone.
                    come ti ho già detto se lasci le piante in vaso, e come substarto metti solo 1-2 cm va bene.
                    fanne anche 2000 di domande, fai benissimo ad informarti per poi allevare bene gli animali

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da lupetto74 Visualizza il messaggio
                      per il fondo se non vuoi diventare matto per poi cercare le uova, invece di mettere 4-5 cm di substrato basta metterne 2 cm e le piante le lasci in vaso.
                      si ovvio ma partendo dal presupposto che lui voleva fare un terrario naturalistico le piante credo sia meglio siano interrate...per tenerle in vaso e mettere 2 cm di substrato tanto vale utilizzarle nel vaso ma con lo scottex come substrato per favorire la pulizia.....tanto piante in vaso non danno certo l'idea di terrario naturalistico...non è ne carne ne pesce

                      piuttosto cerca delle cortecce che possano ospitare al loro interno i vasi delle piante in modo che non si vedano
                      i coglioni sono molto più di due

                      guarda come dondolo, guarda come dondolo.....con il gin

                      Commenta


                      • #12
                        buona l'idea delle cortecce per coprire i vasi, però non penso che perchè le piante sono in vaso non si possa chiamare naturalistico ma potrebbe essere solo un mio pensiero, per il substrato io metterei lo stesso torba perchè con il terrario che ha tetto e frontale in rete è molto più facile ma ntenere l'umidità specialmente in estate in ogni caso quando è necessario può sostituirlo e mettrne di nuovo.

                        Commenta


                        • #13
                          Riprendo la mia vecchissima discussione anzi che farne un'altra e creare ancora più confusione .

                          Purtroppo per vari motivi avevo lasciato perdere l'idea ciliatus , in questi giorni forse per le tante fiere che ci sono state mi è tornata quella voglia di conoscere questo geco.
                          Nel frattempo che aspetto la fiera esotika, incomincio con la costruzione di questo benedetto terrario.
                          Ho già acquistato del compensato multistrato (che impregnerò per bene di flatting) delle misure di 40x40x60,
                          all'interno ho pensato di ricoprirlo con della polionda per tenere lontano l'acqua dal legno,
                          per il fatto riciclo d'aria ho intenzione di lasciare la parte superiore in rete,
                          mentre l'apertura frontale la farò di vetro.

                          Posso iniziare a costruire o c'è qualcosa da riguardare ?

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Mich Visualizza il messaggio
                            Riprendo la mia vecchissima discussione anzi che farne un'altra e creare ancora più confusione .

                            Purtroppo per vari motivi avevo lasciato perdere l'idea ciliatus , in questi giorni forse per le tante fiere che ci sono state mi è tornata quella voglia di conoscere questo geco.
                            Nel frattempo che aspetto la fiera esotika, incomincio con la costruzione di questo benedetto terrario.
                            Ho già acquistato del compensato multistrato (che impregnerò per bene di flatting) delle misure di 40x40x60,
                            all'interno ho pensato di ricoprirlo con della polionda per tenere lontano l'acqua dal legno,
                            per il fatto riciclo d'aria ho intenzione di lasciare la parte superiore in rete,
                            mentre l'apertura frontale la farò di vetro.

                            Posso iniziare a costruire o c'è qualcosa da riguardare ?
                            Meglio 2 prese d'aria per farla circolare.. se lasci solo il tetto non ha una presa da cui pescarla..

                            Commenta


                            • #15
                              in fiera un terrario del genere lo compri con 40 euro.
                              Con il vetro non hai problema di muffe e di legno che marcisce...perchè flatting o no alla lunga ,se nebulizzi correttamente, marcirà
                              i coglioni sono molto più di due

                              guarda come dondolo, guarda come dondolo.....con il gin

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X