annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Physignathus lesueurii

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Physignathus lesueurii

    Anche perchè tra pò quando devo prendere dei sauri prenderò dei pogona o/e phisignatus lesueurii(quelli che vivono vino a -15 sotto zero!)

  • #2
    phisignatus lesueurii(quelli che vivono vino a -15 sotto zero!)
    errato, dove hai sentito sta cosa ?
    Magari potrebbero resistere, in letargo, al coperto, con il metabolismo fermo, per qualche settimana a temperature vicine o poco sotto lo zero... ma -15 sinceramente, mi sa un po di fandonia

    Commenta


    • #3
      Appoggio ciò che dice Ive, forse vivono a -15°C ma sotto un paio di metri di terra dove la temperatura è di poco sotto lo 0 o addirittura di qualche grado sopra.
      So che questi sauri si possono allevare allaperto anche in Italia, ma hanno bisogno di un rifugio invernale.

      Commenta


      • #4
        quella dei lesueri che vivono a meno 15 mi sa che arriva da una lettura frettolosa del sito di agama international: in realtà è proprio come hanno detto ive e manu: sul sito si parlava di picchi di freddo che toccavano i -15, ma se guardi come sono organizzati i terrari all'aperto vedrai che sono interrati, dando così la possibilità agli animali di infossarsi a una temperatura vicina allo zero.

        Commenta


        • #5
          onestamente io ho letto la pagina automaticamente tradotta da google e non diceva quello che avete detto voi...ditemi se sbaglio,la temperatura di casa è sufficente per i lesueurii?in estate poi,bagni di sole a volontà!

          Commenta


          • #6
            Non sapevo se aprire un altro post o continuare su questo visto ch la discussione e andata a finire su phisignatus lesueurii.
            dunque scusatemi se ho sbagliato.
            su internet non ho trovato molte informazioni su questo sauro volevo chiedervi dimensioni terrario alimentazione e di cosa a bisogno per una buona vita.

            grazie.

            Commenta


            • #7
              i lesuerii sono animali di poche esigenze: in natura vivono in prossimità del letto dei torrenti letteralmente ammassati gli uni sugli altri e con un clima non poi dissimile dal nostro.
              in cattività necessitano di una teca spaziosa (bert suggerisce 60cm x 120cm x120 cm, ma sarebbe meglio abbondare) sviluppata sia in altezza che in larghezza. deve essere disponibile uno specchio d'acqua nel quale gli animali possano immergersi (da ripulire giornalmente in quanto questi sauri defecano in acqua) e poi rami e rifugi in abbondanza.
              gli animali tenuti in casa devono avere un neon uvb e uno spot per fare basking; per il resto le temperature dovrebbero essere a posto. gli animali tenuti in esterno dovrebbero essere al riparo da predatori e parassiti, avere accesso alla luce solare, ma anche ripari per rinfrescarsi. infine dovrebbero avere accesso a un luogo riparato dove scavarsi un boco in cui svernare.

              Commenta


              • #8
                io non lo consiglerei all'aperto per le località che non si affacciano sul mare.....si può andare in letargo a patto di avere la possibilità di interrarsi parecchio..ma il letargo non può mica durare 6 mesi!!!!
                ....attenzione...se volete lasciarlo andare in letargo dovete stabularlo all'esterno MOLTO tempo prima...praticamente sempre....perchè l'animale deve eliminare ogni avanzo di cibo all'interno dello stomaco e seguire un bel digiuno volontario prima di affronatare l'inverno
                ٩(͡๏̯͡๏)۶ Brevices for life.... life for breviceps

                Commenta


                • #9
                  Andrebbe bene tenerlo in inverno all'interno e il resto dell'anno all'esterno (magari dentro un recinto su un terrazzo)???
                  In questo caso il terrario potrebbe essere leggermente più piccolo?

                  Commenta


                  • #10
                    gia si potrebbe fare. il recinto però studialo bene per prevenire fughe e dare libertà di movimento ai sauri.
                    inoltre il discorso fatto da marco è fondamentale sia che il letargo lo faccia fuori sia che lo faccia dentro: le temperature si devono sempre abbassare gradatamente in modo che l'animale abbia il tempo di prepararsi. se si risveglia dopo qualche giorno perchè si ritrova avanzi non digeriti nello stomaco, esce e trova una temperatura troppo bassa per portare a termine la digestone il povero sauretto non ha speranza.

                    Commenta


                    Sto operando...
                    X