annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Substrato per tegu rosso

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Substrato per tegu rosso

    Ciao a tutti, mi è sorto un dubbio riguardo il substrato da utilizzare per il tegu, leggevo che sono animali che amano scavare, quindi avevo intenzione di utilizzare della terra da giardinaggio BIO senza concimi, fertilizzanti o altro ad esempio la BIO della Compo per orto e semina. Mi chiedevo se potesse andare bene. Volevo fare uno strato di 30cm circa in tutto il terrario. La scelta l'ho basata sul fatto che mi andrebbe una grossa quantità di terra per raggiungere il mio obbiettivo di 30cm e utilizzando il substrato specifico per terrari (humus trixie) mi verrebbe a costare un occhio della testa, quindi se si può utilizzare un substrato alternativo e meno costoso, ma che sia sicuro e renda bene come uno specifico ne sarei sollevata. Prenderei in considerazione anche il fatto magari di mescolare più materiali insieme ad esempio fare un mix di terra Compo, torba, sabbia e sfagno. Ringrazio chi mi potrà aiutare, auguro a tutti una buona domenica.

  • #2
    Poiche' quando si parla di scavare si parla di andare dai 50 agli 80 cm in recinti all'aperto, ti consiglio di usare torba (nei vivai trovi balle da 300 litri a 15/20€) assorbe bene le deiezioni e impedisce con l'acidita' la proliferazione batterica, calcola che un tegu adulto da 30cm di torba comunque sbuchera' con la schiena, quind non andrei oltre i 20c, ma mi preoccuperei di mettrei belle cortecce di sughero che possano servire come tana
    Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
    Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
    un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

    Commenta


    • #3
      Ok, grazie queste balle però prima di essere impachettate subiscono qualche lavorazione che le può rendere pericolose per gli animali ? Potrei anche fare un parte con 30cm e una con 60cm di substrato, una sorta di gradiente in salita così anche di inverno avrebbe la possibilità di scavare se può essere utile. Aggiungo che creerei un terrario bioattivo con piante vere e microinsetti così da creare una sorta di ecosistema. Per le tane avevo pensato a piccole grotte in roccia magari un po sotterrate,pezzi di torba (tipo quelli da acquario) di grandi dimensioni e di creare con la vegetazione dei ripari e nascondigli, inoltre volevo creare delle tane usando dei vasi in terracotta sotterandoli circa a metà e ricoprendoli con il substrato per farci crescere poi sopra le piante. So che il tegu è rinomato per essere una ruspa quindi prima farei attecchire bene le piante e ne sceglierei di abbastanza resistenti. Non per contraddirti, ma con le cortecce in sughero mi sono trovata davvero male, mi si erano ammuffite e ho rischiato che la salamandra mi morisse per infezione respiratoria, quindi ho risolto utilizzando arredamenti inerti tipo trochi finti o tane in resina. Grazie in ogni caso dei consigli.

      Commenta


      • #4
        Strano, il sughero, se buono, non marcisce (non per niente ci si facevano i galleggianti per le reti) io uso per tutti gli animali , al momento per le Tiliqua, cortecce di sughero come tane, sono facilmente disinfettabili e soprattutto leggere, inoltre si trovano pezzi da un metro e oltre per animali tipo i Salvator appunto.
        Ti sconsiglio painte e cose che non vanno d'accordo con i Salvator, il bioattivo con animali che hanno deiezioni di quella portata sono incompatibili oltre al fatto che non necessita di umidita' elevate che porterebbero facilmente ad infestazioni di Ophioyissus, Le piante poi in due giorni verrebbero irrimediabilmente calpestate. Ti consiglio di chiedere consigli anche al vtereinario Dott Pizzagalli che aeva i blue Tegu che hanno abitudini simili al rufescens
        Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
        Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
        un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

        Commenta


        • #5
          Ok, grazie, volevo chiederti, ma gli acari come si sviluppano ? Ho questa domanda che mi gira per la testa da un po. Nel senso so che si sviluppano in ambienti poco puliti però da dove arrivano ? Dall'ambiente esterno o si sviluppano da soli ad esempio dal substrato ? Quando a suo tempo comprai la tiliqua purtroppo aveva una leggere infestazione da acari dovuta al fatto che il venditore aveva serpenti a loro volta infetti è stata trattata e adesso non ne ha più. Però mi è rimasto il dubbio, ma questi acari da dove vengono ? Grazie

          Commenta


          • #6
            Spesso le uova si trovano sugli animali o sulle prede, ma puo' capitare che siano anche nel terriccio delle piante. Non e' questione di sposrco ma di umidta' che li fa sviluppare
            Attenzione perche' nelle Tiliqua possono essere mortali se non ce se ne accorge in tempo
            Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
            Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
            un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

            Commenta


            • #7
              Adesso è tutto molto più chiaro, la Tiliqua adesso sta bene l'ho portata subito dal veterinario appena presa e l' avevano disinfestata con ivermectina e bagnetti tiepidi. Adesso controllo che nella vaschetta dell'acqua non ci siano strani pallini grigio/neri e quando gira per il terrario la guardo a modo per vedere se si vedono acari che gli girano addosso (probabilmente sono un po fissata con queste bestiacce ) Anche se le lavo le piante possono ancora esserci ? Nel senso io le piante le acquisto in vivaio e prima di inserirle lavo le radici e le foglie sotto l'acqua corrente così elimino gli eventuali fertilizzanti che ci danno in loco e la terra del vaso. Comunque tornando al tegu le piante finte al posto delle vere potrebbero andare bene o rischio che se le mangi ? Te lo chiedo perché oltre a rendere il terrario esteticamente più bello secondo me mettono anche più a loro agio gli animali. Grazie

              Commenta


              • #8
                Le piante finte vanno benissimo, non corri rischi, io le uso per quasi tutti gli animali, Tliqua comprese


                p.s. mettono a tuo agio te, agli animali non importa nulla, per loro sono importanti i nascondigli

                Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
                Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
                un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

                Commenta


                • #9
                  Ok, allora opterò per le piante finte. Per quando lo metterò nel recinto esterno in estate per evitare che stando in giardino si parassiti con acari, zecche o altro posso trattarlo con un qualche antiparassitario ? O lascio stare ? Abitando un Po in campagna nel giardino spesso si presentano ricci,topini o altri piccoli roditori che sono infestati da zecche pulci e acari e non vorrei che se le prendesse anche lui.

                  Commenta


                  • #10
                    No tranquilla, i parassititi dei Mammiferi non si trasmettono e poi il sole cura tutto, al limite un controllo per le zecche a fine stagione ma sarebbe il meno
                    Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
                    Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
                    un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

                    Commenta


                    • #11
                      Ok, grazie mille

                      Commenta


                      Sto operando...
                      X