annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Muta Ameiva ameiva

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Muta Ameiva ameiva

    Buongiorno,

    posseggo dal Verona Reptiles un maschio di Ameiva ameiva, lo tengo in una teca di misure 120x60x40 con un substrato di fibra di cocco mista a sabbia in proporzioni di circa 3:1 in spessori variabili per permettere all'animale di scavare, un neon UVB 12% e un faretto di 40w (12ore al gorno) che porta la temperatura a 30° sul punto più caldo (zona fredda 26°), una ciotola per l'acqua, una tana umida con fibra di cocco bagnata (credo mai usata dall'animale) e altri nascondigli non umidi usati dall'animale in maniera alternante.
    Eseguo due nebulizzazioni ''importanti'' al mattino prima di andare al lavoro e alla sera, laddove l'umidità a luci accese rimane per qualche ora sull'80% mentre per tutta la notte a luci spente verso il 90%.
    Durante la fase centrale della giornata se sono a casa nebulizzo e tengo l'umidità sopra il 70% mentre se sono al lavoro essa scende (per 5gg a settimana) al 60%.
    Ora stavo aspettando da giorni che l'animale facesse la prima muta per vedere se tutto fosse a posto (devo ancora procedere con l'analisi delle feci e la visita dal vet, visto che la bestia mi sembra tonica e vitale me la sono presa comoda), e tornato stasera ho trovato l'animale in fase di muta con pezzi di vecchia pelle ancora attaccata sulla zona della coda e delle zampe anteriori e volevo chiedere se è normale che la muta per questa specie avvenga a pezzi e in tempi differenti o se il procedimento sia andato storto per colpa , mia grande paura, dell'umidità troppo bassa nella fase centrale della giornata.
    Non so quindi se devo già preoccuparmi o se posso attendere ancora qualche giorno, non vorrei stressare inutilmente l'animale.
    Dalle informazioni che ho trovato in rete mi aspettavo una muta di questo tipo a zone, ma non ho idea di quanto possa protrarsi e ho paura per la lunga e sottile coda che per altro so che si stacca se afferrata.
    Se qualcuno mi potesse delucidare ne sarei grato.
    Ultima modifica di fiore; 25-10-2019, 17:20.

  • #2
    Ciao, per il momento lascialo tranquillo cerca di tenere l'umidità un po più alta del solito per aiutare la muta, è normale che si stacchi a pezzi. Se vedi che tra 2/3 giorni non ha ancora finito prova a fargli un bagnetto tiepido per vedere di rimuovere quella rimanente, per la coda io utilizzo un cottonfioc umido e glielo passo delicatamente su tutto il corpo partendo dalla testa fino alla coda se vedo che fatica a mutare, faccio riferimento al Lepidothyris fernandi non posseggo l'animale che hai tu però anche lui come il tuo stacca facilmente la coda se infastidito ed essendo WC lo maneggio in questi frangenti molto delicatamente dato che si agita molto.

    Commenta


    • #3
      Grazie della risposta, nel frattempo l'ho lasciato tranquillo e nebulizzo con più frequenza, solo che ora mi chiedo se ogni volta che farà la muta sarà così... Vorrei anche evitare di doverlo aiutare io ogni volta in futuro, la muta dovrebbe farla da solo in condizioni normali.
      Già avere la conferma che si stacca a pezzi è qualcosa, l'ho visto fare ad altre lucertole e risolversi nel giro di 3/4 gg ma qui volevo essere sicuro perchè vorrei proprio evitare di intervenire se era possibile.
      Grazie intanto, speriamo vada tutto a buon fine senza aiuti.

      Commenta


      • #4
        Vai tranquillo ci mettono anche una settimana a mutare, esperienza peronale. Personalmente sostituirei la 12% con una T5 6% o meglio ancora con una SR Mega Ray extraflood 35w sicuramente piu' efficienti e che migliorano il comportamento degli animali in cattivita'
        Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
        Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
        un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

        Commenta


        • #5
          Vi ringrazio per le dritte che mi hanno abbassato un po' il tasso di agitazione, ora starò a vedere visto che sabato e domenica potrò osservarla anche mentre è in attività (dalle 10.00 alle 17.00, precisa e puntuale come un orologio) .
          Per il resto, a parte l'illuminazione, dite che il setup e la frequenza delle nebulizzazioni possono andare bene come standard per l'allevamento?
          Per quanto riguarda l'alimentazione la tabella giornaliera è: Insetti+cal+d3, insetti+cal, nulla, verdura+cal, insetti+vit+d3, nulla, insetti+cal. Con insetti intendo alternatamente Blatta lateralis, oppure piccole Dubia, oppure piccole Blaberus, oppure tarme come Zophobas e/o Tenebrio, tutta roba che allevo a casa.
          Ultima modifica di fiore; 25-10-2019, 19:53.

          Commenta


          • #6
            Ti consiglio di provare il gel Arcadia, quello per onnivori, e' ben appetito e contiene vitamine e fibre oltre alle proteine, ormai lo uso per quasi tutti i Sauri che allevo e tutti lo gradiscono.
            Ma e' un baby? Le mie mangiavano dubia adulte senza problemi e una volta ogni due mesi un pinky scongelato
            Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
            Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
            un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

            Commenta


            • #7
              No, è un adulto, ma ho visto che con le blatte più grosse le masticava per un po' prima di mandarle giù,(forse mi faccio troppi problemi, lo so ) quindi per rendergli la vita facile per i primi tempi ho scelto blatte più piccole visto che ne avevo a disposizione di tutte le taglie. Gli do 4/5 pezzi di lateralis adulte o le altre sui 2 cm per volta con gli spolveramenti vari.
              Interessante il gel, non sapevo esistesse.
              Visto che mangia anche cibo morto sarebbe una dritta.
              Ultima modifica di fiore; 25-10-2019, 20:11.

              Commenta


              • #8
                C'e' anche per insettivori, sono polveri da miscelare con l'acqua come quelle della Repashy ma in confezioni piu' grandi e meno costose
                https://www.arcadiareptile.com/earthpro/food/omnigold/
                https://www.arcadiareptile.com/earth...d/insectigold/

                Ultima modifica di marconyse; 25-10-2019, 22:18.
                Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
                Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
                un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

                Commenta


                • #9
                  Interessanti questi prodotti, che siano effettivamente utilizzabili come cibo base o meglio come integrazione/variante di una dieta di insetti e vegetali standard con relativi integratori?

                  Commenta


                  • #10
                    Io li uso nel ciclo di alimentazione, diciamo un pasto su 5/6, nel caso dei gechi molti li usano come base da integrare col fresco
                    Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
                    Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
                    un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

                    Commenta


                    • #11
                      Grazie delle info, mlto utili, visto che in giro non si trova molto.Ero anche alla ricerca nel frattempo di libri/pubblicazioni sui Teiidae ma niente da fare per il momento, solo qualche sito con le informazioni di base.
                      Ho trovato solamente il libro ''Middle american lizards of the genus ameiva (Teiidae)'' ma è difficile da trovare in quanto roba di nicchia e nessuno cel'ha disponibile .
                      Ieri intanto si è sfilata la pelle della coda e ho tirato un sospiro di sollievo, mancano solo le zampe anteriori e se nei prossimi giorni andrà tutto ok avrò ampliato il mio bagaglio.

                      Commenta


                      • #12
                        Hai provato su Chimaira.de?
                        Attualmente allevo:Cordylus beraduccii, Cordylus tropidosternum,Ouroborus cataphractus, Smaug mossambicus, Xenosaurus platyceps, Platysaurus imperator, Tiliqua gigas gigas, Tiliqua gigas keyensis, Tiliqua Irian Jaya, Celestus warreni, Egernia frerei, Hemispheriodon gerrardii, Ctenosaura defensor
                        Contro la stupidita' gli stessi dei lottano invano
                        un po' di foto https://www.facebook.com/marconyse/photos_albums

                        Commenta


                        Sto operando...
                        X