annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

info sugli uro

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • info sugli uro

    ciao ragazzi , mi sto informando sui vari aspetti di questi stupendi animali , pero l'unico aspetto di cui sono ancora completamente all'oscuro è quello economico. mi dite quanto potrebbero costare una coppia di uro giovani ? grazie per le risposte

  • #2
    http://www.sanguefreddo.net/sauri-al...tml#post697674
    [COLOR=red]regolamento di SFn----------->[/COLOR] [URL="http://www.sanguefreddo.net/legislazione-informazione-documentazione/27229-regolamento-sfn.html"][COLOR=#e38702]Regolamento SFn[/COLOR][/URL]
    MY PERSONAL WEB SITE [URL="http://www.TUATARA.it"]WWW.TUATARA.it[/URL]
    É più difficile disintegrare un pregiudizio che un atomo.(Albert Einstein)
    [COLOR=sienna]NON RISPONDO A MP SU ALLEVAMENTO....USATE IL FORUM...[/COLOR]

    Commenta


    • #3
      grazie mille per la info

      Commenta


      • #4
        i prezzi degli animali sono quelli,da valutare sono i costi dovuti al dover eventualmente fare due terrari se i due non dovessero andare d' accordo (alcune ssp sono molto territoriali fin da giovani),spese di bolletta della luce (per un terrario medio si sta sui 150w ,se ben isolato,da 8 a 14 ore al giorno),costo delle lampade tipo Bright Sun o tubi neon da sostituire periodocamente ed una dieta piu varia possibile..

        detto questo la cosa a cui defi fare piu attenzione è al fatto che sono una DROGA
        preso uno non riesci piu a farne a meno!
        1.2 Uromastyx acanthinura nigriventris
        1.1 Uromastyx geyri
        1.2 Uromastyx ornata
        0.0.2 Uromastyx thomasi
        0.0.4 Sauromalus ater

        Commenta


        • #5
          secondo chi di voi li alleva a quanto ammonta la spesa media mensile per tenere un'esemplare di uromastyx?

          Commenta


          • #6
            Per un esemplare il costo è bassissimo… ed anche per una coppia (il costo-base dell'allestimento è pressoché analogo).
            Come ricordava Motel poc'anzi, buoni 150w di luci vanno messi in preventivo (ad es., una hqi/uv-b da 50 w, una dicroica da 35w e due neon da 36w, con il loro bravo riflettore… ma è solo una delle combinazioni possibili), ed il consumo mensile-energetico è tutto qui.
            Integratori: per pochi esemplari, confezioni piccole di MSA e, se vuoi, di vitaminico (da usar con parsimonia, al massimo ne compri una confezione piccolina all'anno, per pochi euro); il carbonato di calcio costa pochissimo (con 3-4 euro vai avanti mesi e mesi).
            Cibo: per uno-due esemplari mi riesce difficile quantificare quanto "consumino", ma comunque è poca cosa… io non ne tengo conto nemmeno per i miei, dato che sono da tempo ridotto a... mangiare i loro resti (nel senso: prendo varie verdure, le do ai sauri per 1-2 giorni, ed il resto me le pappo io, così poi acquisto via via sempre alimenti freschi, variando abbastanza); poi ti fai una scorta di lenticchie e semi, che con 1-2 animali ti durano una vita… In totale ogni giorno cosa spenderai? 10-20 cent di cibo più la corrente elettrica.. forse anche meno.
            E se hai un giardino o un campo non lontano, tarassaco e trifoglio ne trovi in abbondanza per mesi..
            Insomma, Nick: non hai più scuse… e Verona è vicina

            Commenta


            • #7
              eheheh MAGARI Vanni...mi sento inesperto visto che ho allevato solo leopardini e serpenti quindi volevo optare inizialmente per una pogona (da tutti indicata come più adatta ai neofiti di sauri) e l'anno prossimo realizzare il sogno con gli uro, anche se la mia ragazza mi ha detto (so già come andrà a finire quindi ti tengo lontana dai tavoli "pericolosi"). Lo so avrete capito che sono maniacale nella ricerca di info e pensa che ho creato delle schede per uro, sauromalus e pogone con le discussioni affrontate su questi stupendi animali negli ultimi mesi (anzi anni).

              Inoltre delle specie trovabili quale può stare in un terrario da 110x50x50 considerando un singolo esemplare?(è la dimensione max raggiungibile x me e spero che, anche se so che sia limitata, posso metterci almeno un esemplare di qualche sottospecie).

              a Verona spero con tutto il cuore di incontrare te, motel, marconyse e gabrisaura....e poi preparatevi al terzo grado

              Commenta


              • #8
                Considera che una pogona può costare molto di più come allevamento,consumano veramente un sacco di insetti

                Commenta


                • #9
                  eh si di insetti spendi davvero una fucilata a meno che tu non abbia gia una colonia di diverse migliaia di blatte o grilli che quindi riesce a riprodursi anche con prelievi giornalieri abbondanti..
                  In quello spazio ci puo stare fino ai due anni un esemplare di quasi tutte le taglie medie-piccole perche la crescita è davvero lenta,in piu come dice il buon Olivier è necessario non "pompare" troppo gli animali per evitare sgradevoli problemi una volta adulti come femmine con distocia o morti premature..

                  Detto questo a mio avviso in quel terrario farebbe fatica a stare un adulto di una qualsiasi ssp se non U.macfadyeni (ma il costo è di 1200euro a coppia quindi nessuno compra animali singoli) o un U.ocellata ma starebbe davvero strettissimo quindi non te lo consiglio proprio..
                  in piu proprio per quest ultima specie sarebbe meglio avere un 60-70cm di altezza..
                  se invece tu riuscissi a portare la profondita a 60-70 cm allora un esemplare di U.ocellata potrebbe anche starci
                  1.2 Uromastyx acanthinura nigriventris
                  1.1 Uromastyx geyri
                  1.2 Uromastyx ornata
                  0.0.2 Uromastyx thomasi
                  0.0.4 Sauromalus ater

                  Commenta


                  • #10
                    E gli hardwickii no?? Vabbè Giulio che non ti piacciono però non considerarli proprio..
                    www.jackreptiles.weebly.com

                    Commenta


                    • #11
                      A Giulio non vanno proprio, Jack, non c'è verso...
                      Comunque, hardwickii cresce mediamente più di ocellata e di ornata, e forse anche di geyri... e quindi anche per questo non l'ha citato come possibile inquilino di quel terrario.

                      @ Nick: se ti informi tanto, il danno prima o poi lo fai.. quindi meglio prima. Anche perché non sei un neofita assoluto, scusa, un uro non lo consiglierei a chi non ha mai allevato rettili, ma non mi pare il tuo caso.
                      Sulle misure: perché dici che quello è il limite assoluto? Andrebbe incassato in un mobile? Se è così, prova a togliere parte dello schienale del mobile, tirare un pochino in fuori il mobile stesso, e guadagni fino a 10 cm di profondità... potrebbero essere molto significativi, perché una certa larghezza è importante per non dare all'animale un senso di costrizione e lasciargli spazio adeguato verso l'esterno.
                      Comunque due anni sono tanti, e per due anni, come ha ricordato Motel, se prendi un baby in quel terrario ci puoi mettere quasi di tutto.
                      Nel frattempo, ti inventi qualche spazio nuovo, conquisti terreno in casa, con astuzia e diplomazia, centimetro dopo centimetro, studi soluzioni da far invidia ai migliori architetti: la necessità aguzza l'ingegno, e... audentes fortuna iuvat
                      In effetti, benché per un terrario di uromastici sia di norma preferibile un buon sviluppo orizzontale, se riuscissi ad aumentare l'altezza a 60-70 cm, potresti incrementare considerevolmente la superficie calpestabile con terrazze sapientemente collocate, grosse cortecce di sughero, ecc., il che renderebbe l'ambiente compatibile sia con un ocellata che con un ornata (a quel punto, però, diventa quasi obbligatorio pensare ad una hqi-uvb da 70w).
                      Sarei piuttosto possibilista, e cercherei di rubare qualche cm in più: anche perché, diciamolo pure, in 110x50 un esemplare di Pogona, che cresce tanto e molto rapidamente, non è che ci sguazzerebbe...

                      Su Verona: quando conti di venire, sabato o domenica? Io devo ancora chiedere in che giorno arriva un "certo" espositore... e mi regolerò di conseguenza.
                      Ciao,
                      V.

                      p.s.
                      Per valutare dimensioni e caratteristiche dei terrari, con gli uro non parliamo di sottospecie, ma proprio di specie (le sottospecie riconosciute, in linea di massima, hanno esigenze che non si discostano in modo sostanziale da quelle della specie di riferimento).

                      Commenta


                      • #12
                        scusate il ritardo nel rispondere ma mi sto trasferendo da milano a como (dove da l'altro ieri convivo ufficialmente con la mia ragazza) e ho avuto problemi con pc e connessione.

                        Vi ringrazio come sempre per i suggerimenti e quello che dite è quello che so esattamente, il problema è che ho una struttura (della quale vi faccio vedere delle foto appena sarà possibile) di una nota azienda veneta che fa strutture e teche per negozi composta da tre terrari sovrapposti in vetro, mentre la struttura portante esterna è in legno, in più sopra ogni terrario c'è un vano da 10 cm per le luci o attrezzature varie. Non c'è quindi possibilità di aumentare le dimensioni. Quello che potrei fare è: vendere la struttura subito(è premetto che è davvero ben fatta) oppure sfruttarla per un paio d'anni e poi venderla per aumentare le dimensioni(tipo 120x60x50 con geyri o 120x60x60 con ocellata e ornata)...cosa mi consigliate?


                        @Vanni: Ti ringrazio ENORMEMENTE per il supporto visto che ci tengo da morire a prendere un esemplare e non demordo assolutamente, inoltre da solo non potrei sicuramente gestire ogni passo nel migliore dei modi anche se è quello che voglio fare io ho 7 anni di allevamento alle spalle anche se si parla di serpi e leopardini che, con tutto il rispetto parlando, hanno esigenze e gestione totalmente differenti dagli uromastyx ecco perchè mi definivo un "neofita". Per Verona ancora non lo so, forse riesco ad essere li anche sabato ma è più probabile che venga la domenica, comunque è ancora tutto da decidere.

                        Commenta


                        • #13
                          Mi sono dimenticato di chiedervi: come potrei fare il parco luci?neon da 90cm della silvania reptistar al 5% con riflettore potrebbe andare bene o devo aumentare gli uvb?inoltre considerando la misura del terrario cosa potrei mettere come spot?potrei optare anche per dei faretti alogeni (i classici da 35-50W) che ho sentito dire qui sul forum di essere più potenti in quanto a calore degli spot normali?

                          Commenta


                          • #14
                            ciao!
                            parto dicendo che la tua struttura non è il massimo per un uromastice viste le esigenze di calore che richiede,o meglio,si puo fare ma ovviamente ti costera parecchio di piu riscaldare una teca in vetro rispetto ad una in legno..
                            inoltre dovreti valutare di avere un altro terrario libero ed attrezzato per ogni evenienza,vedi litigi o periodi di cura di uno o piu esemplari..

                            La percentuale Uv è troppo scarsa, meglio un 12%.
                            per il calore potresti usare spot dicroici che hanno un bella resa e sono "piccoli" di dimensioni il che ti permette di gestire meglio la distanza-temperatura se hai un terrario basso (non ricordo le misure del tuo)..

                            oppure potresti usare una lampada Bright Sun desert ma dovresti prima verificare il wattaggio e altezza del terrario (infatti con un terrario inferiore a 50cm di altezza non è sicuro installarla) piu un neon daylight per aumentare la luce in terrario...
                            1.2 Uromastyx acanthinura nigriventris
                            1.1 Uromastyx geyri
                            1.2 Uromastyx ornata
                            0.0.2 Uromastyx thomasi
                            0.0.4 Sauromalus ater

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Motel Visualizza il messaggio
                              si puo fare ma ovviamente ti costera parecchio di piu riscaldare una teca in vetro rispetto ad una in legno...
                              Vedi, Nick, il passo che quoto è sacrosanto... infatti di norma si sconsigliano i terrari in vetro per i deserticoli proprio per l'elevata fuga di calore.
                              Io non ho esattamente capito come sia fatto il rack, ad ogni modo, se possibile, considera la sua coibentazione.
                              Usando, ad es., lastre di sughero ad alta densità (spessori da 5 a 10 mm), ed applicandole direttamente sui lati esterni, quadagni non poco (va bene anche il polistirolo, ma è più brutto a vedersi.. nel tuo caso un telaio di legno e pannelli di sughero non sarebbe nemmeno così orrendo..).
                              L'altezza è di 50 cm, cioè "né carne né pesce..." al limite per usare una BS da 50w e già altino per usare i neon. Se riesci ad installare la BS in modo che stia a circa 28-30 cm dal punto basking, allora può andare.. altrimenti diventa un po' eccessiva, specie con i baby (perché in quel terrario, credo sia chiaro, sarebbe meglio limitarsi a tenere dei baby-uro, e portarli avanti fino al massimo due anni di vita, meglio un anno e mezzo... per allora, dovrai aver pronto un terrario più grande).
                              Se non dovessi usare una hqi-uvb, allora... dovrai abbassare i neon, non ti rimane altro.
                              Con una soluzione esteticamente dubbia, ma funzionalmente alquanto efficace, fai scendere il neon a circa 25-30 cm dal fondo, lo doti tassativamente del suo bel riflettore (così non ti acceca e ne aumenti moltissimo l'efficienza), ed i tuoi (futuri) uro ringrazieranno.
                              Con il neon abbassato (sarà un 30w da minimo 8% uv-b, meglio 12%), userai dei faretti con alogene dicroiche per il basking: giostrerai, a seconda della stagione, tra 35 e 50w, se del caso in combinazione tra loro.
                              Converrà comunque, infatti, installarne due; con un costo risibile ti assicuri la possibilità di numerose combinazioni di temperatura, il che non è un vantaggio da poco.
                              Li preferisco agli spot normali oltre che per la loro economicità, flessibilità di installazione e buona resa calorifica, anche perché dovrebbero restare qualche anno in più sul mercato...

                              Se avrai un gruppetto di animali, è prezioso il consiglio di Motel di avere un secondo terrario dove isolare eventuali furfanti mordaci: a volte basta un "castigo" temporaneo di una quindicina di giorni, altre volte... come i diamanti, è "per sempre".
                              Certo, con geyri ed hardwikii (ed a Verona sospetto che ce ne saranno di belli...) dovresti vivere più tranquillo, ma nulla è davvero scontato, ed il morsicatore può sempre saltar fuori.
                              Considera che la forza mascellare di un uro adulto non è cosa da poco... sicché è importante avere la possibilità di separarli qualora decidessero che uno sia di troppo.
                              V.
                              Ultima modifica di Vanni; 11-09-2010, 00:06.

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X