annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Uromastyx thomasi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Uromastyx thomasi

    posto che non è più presente al momento tale progetto in seno allo European Studbook, navigando in rete mi sono imbattuto in quello che a suo tempo (2006) suppongo rappresentò un tentativo di "lavorare" con tale specie. Nel leggere il PDF redatto dall'allora responsabile (Thomas M. Wilms) mi sono molto meravigliato dell'elevata mortalità di cuccioli riscontrata, tale che alcuni allevatori sono fuoriusciti a fronte appunto del non avere più esemplari per parteciparvi. Qualcuno ha in merito informazioni? E' una specie che mi interessa molto.

  • #2
    Pare che lo sviluppo dei nascituri sia fortemente influenzato dalle condizioni di incubazione, onestamente non so in che misura ciò possa essere determinante, ma probabilmente v'è una certa correlazione, tenendo conto anche della diversa caratterizzazione ambientale di U.thomasi rispetto a molti altri Uromastyx. Inoltre sembra che la problematica dell'alto tasso di mortalità riguardi soprattutto le specie più piccole, infatti affiancato ad U.thomasi v'è anche U.princeps ad affrontare simili problematiche.

    Commenta


    • #3
      Grazie delle info. In effetti Wilms nello stesso PDF riporta anche una sex-ratio fortemente sbilanciata che mette in relazione con le temps di incubazione. Se tutto ciò corrispondesse a verità mi vengono in mente due considerazioni: 1) Schmidt che li riproduce ormai da qualche anno e vende in coppie è un Mito, avendo probabilmente trovato il "segreto" per un bilanciamento ottimale, 2) ecco perché i giovani di un anno vengono venduti ad esattamente il doppio dei baby.

      Commenta


      • #4
        A mio avviso sono dei Nephrurus costosi e basta.

        A breve so che Bion doveva importare benthi e philby,specie molto più belle tra le uro rare.

        Però,solo perchè sei te e quindi c'è qualcosa sotto per forza,te lo chiedo:come mai ti interessano queste lucertoline?
        [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

        Commenta


        • #5
          nulla di sotto Giacomo, mi attraggono per la peculiarità morfologica rispetto gli stardard "uro" come gli egiziani per le dimensioni o gli ornata per i colori, tutto qui.

          Commenta


          • #6
            Che Schmidt riesca a riprodurre qualsiasi cosa non è un segreto
            e penso sia l'unico ad averli riprodotti ad ora..
            Riguardo benti e philby secondo me anche se sono bellissimi non possono nemmeno essere paragonati ad U,thomasi..oltre la particolarissima coda a me fa impazzire la forma blu (anche quella verde non è male)con la striscia rossa sulla schiena..fantastici!
            1.2 Uromastyx acanthinura nigriventris
            1.1 Uromastyx geyri
            1.2 Uromastyx ornata
            0.0.2 Uromastyx thomasi
            0.0.4 Sauromalus ater

            Commenta


            • #7
              solo per la cronaca fine a sé stessa Wilms l'ha riprodotti per primo nel 2000, ma Schmidt l'ha fatto con più successo

              Commenta


              • #8
                ecco che mi ero perso qualcosa come al solito
                1.2 Uromastyx acanthinura nigriventris
                1.1 Uromastyx geyri
                1.2 Uromastyx ornata
                0.0.2 Uromastyx thomasi
                0.0.4 Sauromalus ater

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Motel Visualizza il messaggio
                  Che Schmidt riesca a riprodurre qualsiasi cosa non è un segreto
                  e penso sia l'unico ad averli riprodotti ad ora..
                  Riguardo benti e philby secondo me anche se sono bellissimi non possono nemmeno essere paragonati ad U,thomasi..oltre la particolarissima coda a me fa impazzire la forma blu (anche quella verde non è male)con la striscia rossa sulla schiena..fantastici!
                  Concordo che siano bellissime tutte e tre le specie ( anche se preferisco nettamente la coda classica, nonchè secondo me caratteristica più bella dell'uro )
                  Mi chiedo come mai qui in europa di queste specie particolari non abbiamo esemplari mentre in America i philbyi e benti vengono tranquillamente venduti come gli ornata, magari la motivazione che semplicemente nessun allevatore ha voluto importarne ( il che sarebbe a parer mio assurdo con i colori così belli che hanno queste specie ).

                  Commenta


                  Sto operando...
                  X