annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Articolo sui Neon UV

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Articolo sui Neon UV

    Salve picciotti... siccome sto preparando un articoletto sui neon UV da mandare a Roberto del Portale delle Tarte vorrei un parere (e magari un aiutino/suggerimento/soffiata) sull'argomento.
    Vi allego la prima versione del fattaccio, se siete brave persone ve lo leggete tutto tutto con calma e mi fate sapere... grazie.......

  • #2
    abbiate pazienza... appena Reda me lo mette on line....

    Commenta


    • #3
      Fra un po' lo sistemo io...

      Commenta


      • #4
        Per adesso l' ho caricato sul mio spazio web, lo trovate a questo indirizzo (vi consiglio tasto destro - salva )

        http://www.tartaland.it/articolouv.doc

        Commenta


        • #5
          grazie mille... ma tu l'hai letto? dimmi che te ne pare...
          considera soprattutto che deve essere facile da capire: ogni volta che mando un articoletto al portale Roberto lo rielabora per renderlo accessibile a più persone possibile (il che è anche giusto...); solo che qui l'argomento è molto tecnico e non so se sia semplice da leggere....
          cmq invito tutti ad aggiungersi al lavoro, perchè è un tema importante e più info riusciamo a dare meglio campano le bestiacce!
          fateme sapè...

          Commenta


          • #6
            a me è piaciuto sopratutto perche c erano delle foto di tartarughe

            Commenta


            • #7
              Bel lavoro Peppe_Croce. Fatto bene ed istruttivo...infatti ho appena appurato che io il neo UVB lo tengo solo per bellezza!!! Rimedierò!

              Commenta


              • #8
                beh'... mi sa che sta fesseria la facciamo tutti... piuttosto penso che il prossimo neon (naturalmente lo monto dopo l'estate, fesso sì, ma con cautela!) lo posizionerò molto in basso, in zona basking, modello controlla banconote false da supermarket... e dovrò aggiungere un neon per rimpiazzare quello spostato, altrimenti le bestie restano al buio (riciclerò...).

                Commenta


                • #9
                  bello, e semplice, peccato che non siano analizzate le lampade più moderne: Arcadia D3 compact, Zoo-med Powersun e UV Heat.
                  Potresti proseguire l'articolo anche se le info su queste sono ancor più scarse, io le uso sui cama con risultati apparentemente ottimi.
                  Ciao, GAbriele.
                  Ciao, Gabriele

                  Commenta


                  • #10
                    se non sbaglio le lampade che citi sono tutte compatte e non tubi: certamente sarebbero da analizzare, ma come puoi ben vedere riporto dati non miei (naturalmente non ho i mezzi per fare analisi del genere).
                    Cmq i camaleonti hanno richieste di UV certamente inferiori alle tarte e di solito vengono illuminati in maniera differente: piazzi la lampada in obliquo vicino al tronco e la bestia ci si piazza sotto; in pratica con i camaleonti (e tutti i rettili del genere che richiedono terrari verticali) è facile accoppiare il basking all'esposizione UV, mentre di solito i neon per tarte vengono utilizzati in coppia con i generici in una posizione "luce dall'alto".
                    Quello che penso io, dopo aver trovato quelle info è che i neon UV di sicuro non possono sostituire il sole (e questo lo sapevamo già tutti) e che spesso vengono usati in modo scorretto (cioè inutile): non dico che non vanno usati, ma che vanno usati in maniera differente.
                    Piuttosto Reda mi ha fornito dei link su altre lampade, tra cui se non sbaglio quelle che dici tu, con le misurazioni delle emissioni UV: i risultati sono praticamente identici a quelli dei neon. Quindi, dando per scontato che l'efficienza di queste lampade compatte sia buona come dici tu, la differenza sta nel modo di usarle...
                    Reda puoi ri-postare quei link?
                    grazie...

                    Commenta


                    • #11
                      Mi sono scaricata e letta il tuo articolo: Mooolto interessante! Credo che che lo farò leggere anche al mio vet.
                      In compenso, già prima non avevo le idee proprio chiare, figurati ora...
                      Sicuramente prima di comprare il neon per la mia "tarta cieca" ti chiederò un consiglio... ma sarà verso la fine dell'estate....
                      Complimenti!

                      Alessia

                      Commenta


                      • #12
                        sinceramente io non uso supplementi UV per le acquatiche, soltanto per le terrestri... sono dell'idea che i due tipi di tarte abbiano un metabolismo totalmente differente (di sicuro molto più "vivace" nelle acquatiche) e forse proprio per questo reagiscono in modo diverso alla presenza/mancanza di UV: fatto sta che non ho mai avuto problemi ossei con le acquatiche nonostante la mancanza di neon specifici...
                        considera pure che le tarta di terra hanno una struttura ossea molto più sviluppata: persino tartarughe palustri come le cuora a parità di dimensioni con una hermanni pesano molto di meno... evidentemonte c'è più "carne" e meno "osso"...

                        Commenta


                        • #13
                          ho avuto la possibilità di sperimentare l'efficacia dei neon uvb su due colonie di emys orbicularis appena nate,un gruppo è vissuto per quasi un anno in un acquario con piante con un neon gro-lux l'altro gruppo in un acquario semisterile con neon uvb.le crescite sono state pressochè identiche ma l'emys dell'acquario con gro-lux presentano delle leggere piramidazioni,quelle con l'uvb sono perfettamente lisce.
                          e questo è successo per due anni di seguito(e non succederà più).
                          l'errore mi è servito almeno a provare l'effetiva efficacia dei neon per rettili.
                          adesso non so se sulle trachemys la piramidazione si forma così facilmente ma il problema di mancanza di uvb non è un problema estetico ma coinvolge anche la mineralizzazione delle ossa.
                          dico che non so l'effetto estetico sulle trachemys perchè ci sono delle specie che tendono più di altre a formare piramidi,per esempio se allevi nelle stesse condizioni sbagliate per alimentazione e illuminazione le principali testudo puoi notare che quella che fa i bozzi più facilmente e la T.Hermanni Hermanni un pò meno ne fa la greca ibera ancora meno se non niente la marginata e l'hermanni boettgeri

                          Commenta


                          • #14
                            ma i due neon a che distanza erano piazzati?

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Peppe_Croce
                              ma i due neon a che distanza erano piazzati?
                              meno di 10 cm dalla zona emersa

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X