annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cos' la SCUD?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cos' la SCUD?

    ragazzi, che lalattie ? come la si individua? cosa provoca alle tarte?

  • #2
    E' la malattia ulcerativa della corazza, un infezione batterica che a volte pu interessare anche la cute. Sulla corazza appaiono lesioni. Le lesioni possono estendersi dalla corazza alla cute. Nelle forme pi avanzate progredisce provocando setticemia e morte. Le cause possono essere individuate in condizioni ambientali e igieniche non ottimali. La terapia consiste nell'asportare il tessuto in necrosi della corazza.

    Commenta


    • #3
      Simonetta:
      E' la malattia ulcerativa della corazza, un infezione batterica che a volte pu interessare anche la cute. Sulla corazza appaiono lesioni. Le lesioni possono estendersi dalla corazza alla cute. Nelle forme pi avanzate progredisce provocando setticemia e morte. Le cause possono essere individuate in condizioni ambientali e igieniche non ottimali. La terapia consiste nell'asportare il tessuto in necrosi della corazza.

      in genere causata dall'azione concomitante di diversi ceppi di batteri e funghi.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Simone.C
        Simonetta:
        in genere causata dall'azione concomitante di diversi ceppi di batteri e funghi.
        Ma questa azione di batteri e funghi non si manifesta nel momento in cui le condizioni igieniche non sono ottimali

        Commenta


        • #5
          La SCUD (Septicemic Cutaneous Ulcerative Disease) una malattia provocata da batteri che causa ascessi su piastrone e carapace e che se non curata in tempo degenera velocemente in setticemia, attaccando anche gli oragani interni (e per questo porta alla morte della tartaruga). All'inizio si presenta come puntini bianchi sul carapace che si espandono velocemente alla pelle, diventando poi rossi, indice dell'inizio della setticemia. Le cause sono di solito da amputarsi all'igiene e non per niente semplice n rapida la guarigione. Io ho comprato le mie Ocadia Sinensis gi malate, avevano dei piccoli puntini sul carapace e vi posso assicurare che si sono evoluti in pochissimi giorni. Due sono morte, due le sto curando con iniezioni di antibiotici e disinfettazione con clorexiderm e betadine due volte al giorno.
          Se volete posso postare qualche foto (ho documentato tutta l'evoluzione), non sono belle da vedere ma in internet non se ne trovano facilmente e le informazioni sulla malattia sono quasi esclusivamente in inglese.
          Ciao a tutti
          Antonella

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Simonetta
            La terapia consiste nell'asportare il tessuto in necrosi della corazza.
            Non esattamente tessuto in necrosi, sono ascessi e la terapia consiste nel combattere i batteri con gli antibiotici. Quando il tessuto in necrosi probabilmente gi troppo tardi. Sulle mie il vet. ha prelevato un campione da un ascesso per analizzarlo, bisogna capire che tipo di batteri sono prima di iniziare la cura.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Babydevil
              Originariamente inviato da Simonetta
              La terapia consiste nell'asportare il tessuto in necrosi della corazza.
              Non esattamente tessuto in necrosi, sono ascessi e la terapia consiste nel combattere i batteri con gli antibiotici. Quando il tessuto in necrosi probabilmente gi troppo tardi. Sulle mie il vet. ha prelevato un campione da un ascesso per analizzarlo, bisogna capire che tipo di batteri sono prima di iniziare la cura.
              Scusate volevo dire che da ascesso il tessuto diventa necrotico e che la terapia non solo quella di asportare il tessuto.
              Sorry!

              Commenta


              • #8
                La descizione piu' giusta mi pare quella di Simonetta, la (femminile) SCUD si manifesta come piccole ulcere sul carapace e piastrone e tende ad espandersi in forme piu' o meno gravi (con varie colorazioni, sangue, cattivo odore..). Le infezioni provocano la necrosi nei punti delle ulcere e i tessuti morti vanno rimossi grattando con un ago o quant' altro. Io non ho mai sentito parlare di ascessi sul carapace (dubito possano formarsi), al massimo di pus come da normale infezione ma e' probabile che come conseguenza all' infezione in corso i tessuti della pelle presentino ascessi, ma sicuramente in uno stato molto avanzato della malattia.

                Commenta


                • #9
                  http://www.addl.purdue.edu/newslette...ll/scudc.shtml

                  SepticemicCutaneous Ulcerative Disease of Chelonians

                  Septicemiccutaneous ulcerative disease of chelonians was originally described by Kaplan in 1957 and is commonly referred to by its acronym SCUD. The original causative agent was identified as the bacterium Escherichia freundii and the disease was referred to as Escherichiosis. This organism has been renamed Citrobacterfreundii.

                  This syndrome, which most often affects turtles in the families Trionychidae and Emydidae, is no longer attributed to a single bacterial species. Today, SCUD is viewed more as a syndrome with many bacteria such as Citrobacterfreundii, Serratiaanolium, Beneckeachitonovora and other gram negative bacteria acting together with poor husbandry, poor water quality, abrasions and invertebrate predation to culminate in SCUD. It has been hypothesized that the proteolytic and lipolytic actions of Serratia upon the plastron and carapace allowed the entry of Citrobacterfreundii, a gram negative rod normally found in soil, water and the intestinal tract of various animals, including chelonians and man. New research has found infections devoid of Serratia and/or Citrobacter presenting with similar lesions and signs leading to the investigation of other contributing factors.

                  The pathogenesis of SCUD involves a cutaneous insult either from an abrasion, enzyme degradation fromSerratia, invertebrate predation, shell rot from Benekeachitonovora or some other form of injury, allowing the entry of a gram negative bacteria, most commonly Citrobacterfreundii. This infection develops into irregular, caseated, crateriform ulcers on the plastron, carapace and skin. From this stage, the infection can become septicemic, causing multifocal hepatic and other visceral organ necrosis, hemolysis, limb paralysis, loss of digits or claws, cutaneousvasodilation and hemorrhage. The animal presents with signs of lethargy, anorexia, reduced muscle tone, cutaneous ulcerations or death. Erythrocytes may be vacuolated and contain numerous bacteria.

                  The bacteria can be cultured on eosin-methylene blue agar from samples taken from cutaneous sores, blood, and visceral necrotic foci. Spontaneous recovery has been reported but prognosis is poor if not treated. Treatment entails debridement of ulcers and abscesses, use of antibiotics and shell support with fiberglass and resin if destruction is extensive. Chloramphenicol has reportedly been effective at an initial dose of 8mg per 100g of body weight, IM or IP, followed by 4mg per 100g of body weight, IM or IP, twice a day for 7 days. Gentamicin drops have also been applied topically along with Gentamicin IM, at 10mg/kg every 48 hours for 10 doses. Shell lesions can take 1-2 years to heal.



                  Mi sembra l'articolo pi esauriente tra quelli trovati in rete (ovviamente tutti in inglese).

                  Commenta


                  Sto operando...
                  X