annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Maturità sessuale tartarughe

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Maturità sessuale tartarughe

    Ciao a tutti! Ho due piccole tartarughe di terra, è possibile che il maschio, a 3 anni di età, abbia già raggiunto la maturità sessuale? E' da quando si è svegliato dal letargo questa primavera che rincorre il suo compagno/a (di cui ignoro il sesso), e una volta raggiunto il suo comportamento non da adito a dubbi...

  • #2
    speriamo che anche l'altra non sia maschio....!!!!

    Commenta


    • #3
      immagino siano hermanni,cmq,il fatto di cercare di montare non significa per certo che abbia raggiunto la maturita' sessuale,puo' essere pittosto che voglia affermare la sua superiorita' gerarchica.Tre anni son pochini per essere maturi,anche se con un alimentazione adeguata e un letargo "abbreviato" potrebbe essere che l'abbia raggiunta,discorso diverso con la femmina che deve avere delle ben precise dimensioni per essere riproduttiva,dato che le tocca portare avanti le ovette.
      Se vedi che la seconda soffre di questo trattamento ti consiglio di dividerle
      ciao

      Commenta


      • #4
        Re: Maturità sessuale tartarughe

        Originariamente inviato da p0Gu3
        Ciao a tutti! Ho due piccole tartarughe di terra, è possibile che il maschio, a 3 anni di età, abbia già raggiunto la maturità sessuale?
        No, se non sbaglio la raggiungono a 10 - 15 anni.

        Commenta


        • #5
          Sbagli,quelle sono le femmine

          Commenta


          • #6
            Grazie a tutti per le risposte
            Scusate se rispondo solo oggi.
            Rod le mie hermanni seguono una dieta prettamente vegetariana (come giusto che sia) e molto ma molto varia.
            Dopo tante domande a destra e manca, ricerche su libri e web, ho trovato su un sito francese una lista completa di tutti gli alimenti che vanno dati in grandi quantità, medie, poche o niente.
            Il letargo se lo fanno seguendo le stagioni poichè ho costruito un terrario molto grande sul terrazzo con 30 cm di terra, zone d'ombra e zone di sole. Di conseguenza quando arriva il freddo o il caldo si regolano da sole su cosa fare, io intervengo poco e niente, solo non somministrando cibo prima del letargo o aiutandole con dei bagni tiepidi appena si svegliano.
            Ad ogni modo è stata una cosa esilarante vedere cosa fanno!
            In settimana cercherò di postare delle foto, se consentito, perchè non sono molto brava a distinguerne i sessi. Posso dire che ho notato che la tarta che ora (sembra o è) sessualmente attiva è diventata più grossa, nonostante sia stata sempre la più piccina, l'altra è relativamente più piccola e soprattutto ha una forma più tondeggiante.
            Anche la coda è diversa, e credo determini tutto. La più grande ha l' "unghia" sull'estremità del codino (scusate l'ingnoranza ma non conosco il termine appropiato) più pronunciata rispetto all'altra.
            Questo è tutto. Resta da dire che la lascio fare, tengo sottocontrollo quella che subisce gli "assalti", nel senso che mi preoccupo che non venga ferita visto che se non erro in certe situazioni è possibile.

            Commenta


            • #7
              Dunque,aspettando le foto che rimangono sempre la migliore delle esemplificazioni,posso rapidamente dirti che i maschi in genere son piu' piccolini delle femmine,solo nelle hermanni dell'europa orientale,le boettgeri,il maschio ha dimensioni dignitose,l'unghia sulla coda,detto dai piu' edotto astuccio corneo (ma la sostanza non cambia),e' presente sia nel maschio che nella femmina.Il fatto che la seconda tarta non ce l'abbia mi fa pensare ad un'altra specie,probabilmente una Graeca.In ogni caso,i maschi hanno delle code molto piu' grosse rispetto a quelle delle femmine,hanno il piastrone (il guscio di sotto) con una piu' o meno accentuata concavita',che probabilmente nel tuo ancora non puoi apprezzare data la giovane eta'.Comunque aspettiamo le foto,e complimeti per l'alimetazione iperafrodisiaca,penso che dovrei mangiare anch io le stesse cose...

              Commenta


              • #8
                Ok, visto che per le foto ho il via libera cercherò di fare tutto questa sera stessa. Se ho ben identificato la razza sono hermanni hermanni. Forse mi sono spiegata male, quella che è più piccina e tonda ha l'unghia sul codino ridotta rispetto all'altra, ma pur sempre presente. Sono della stessa razza perchè "fratelli" e preferirei, un domani, non farli accoppiare tra loro ma con altre per avere più linee di sangue. Essendo nati senza l'ausilio di incubatrici suppongo si tratti di due maschi, considerando che è più semplice averli in quanto si "formano" a temperature medio-alte.
                Ho cercato di documentarmi il più possibile per allevarle al meglio e spero di non dire cavolate stratosferiche, quindi accetto consigli, chiarimenti e correzioni

                Commenta


                • #9
                  i maschi si "formano" a temperatue medio-basse, sotto i 30 gradi....

                  Commenta


                  • #10
                    Scusami. Grazie per la correzione. Scrivevo e pensavo troppo in fretta.
                    Hai perfettamente ragione

                    Commenta


                    • #11
                      figurati, mica ti devi scusare!

                      Commenta


                      Sto operando...
                      X