annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

letargo controllato

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • letargo controllato

    alcune mie tarta affronteranno il loro primo letargo....

    ormai l'età è tre anni la salute ottima per cui è arrivato il momento!

    sono alla mia prima esperienza di letargo ed ho alcun dubbi.

    vorrei fare un letargo non in natura, ma controlato.
    cioè dove ogni tanto posso dare una occhiata che tutto vada bene.

    parlo sia di tarta terrestri che di acquatiche.

    per le acuatiche avevo pensato di un grosso continitore comune messo in un rustico dove posso controllare la temperatura, con un termometro ed eventualmente intervenire.

    ma: la quantità d'acqua? la temperatura più ottimale? altri accorgomenti?

    per le terrestri vago ancora nel buio....

    una cassa di terra nello stesso rustico?
    o addirittura un frigo, come leggevo in un'altro post? naturalmente non quello di casa ma uno che avrei del tipo piccolo, da incasso sotto un mobile..... l'idea però mi fa un pò senso...

    per favore se avete dei suggerimenti ...

    ILLUMINATEMI!

  • #2
    ah scusate dimenticavo....

    il letargo non in natura, in giardino lo preferisco un pò perchè sono un pò ansiosa dato che sarebbe il primo anno, un pò perchè data la presenza di topi in questa zona agricola, non starei affatto tranquilla a lasciar fare la natura....

    Commenta


    • #3
      le acquatiche le metto in un grosso acquario con acqua che ricopre di poco il carapace.
      le terrestri piccole in dei cassoni di plastica con terriccio e foglie(40cm circa),il coperchio del contenitore è fatto di rete zincata con maglie 1cmx1cm,antitopo!.
      sia le acquatiche che le terrestri sono in un locale con temperatura che va dai 2 ai 7 gradi,la misuro mediante un termometro con massima e minima a mercurio.
      la temperatura è molto importante,il range ideale è da 4 a 8 gradi,quindi devi controllare quella del tuo rustico.
      Non ho mai fatto fare letarghi in frigo ma conosco degli allevatori che lo fanno.serve un frigorifero con delle prese d'aria,ottime le ventole
      del pc, una vaschetta per l'umidità e le tartarughe nelle solite cassette di plastica con terra .c'è chi consiglia in alternativa alle ventole per l'areazione un ossigenatore da acquario che pompa l'aria all'interno del frigo,sarà ma a me nun me piace

      Commenta


      • #4
        anch'io dovrò affrontare il problema quest'anno.. mi sono preso un acquario vecchio e l'ho rivestito con materiale isolante e ho preso la rete. Terra come fondo e paglia più foglie per coprire, ma la cosa che non ho capito è quando devo metterle nel box per il letargo? (Devo far andare in letargo due marginate del 2003 e una Hermanni sempre del 2003). Ho letto qualche guida e ho cercato info sui siti online, ma ho ancora dubbi.. io pensavo di portarle dentro quando vedo che smettono di mangiare ed eventualmente di rimetterle fuori se vedo che non si interrano (durante la giornata per prendere il sole e riportarle dentro nel pomeriggio), giusto o sbagliato?

        Commenta


        • #5
          ...io credo che bisogna aspettare che smettano di mangiare da circa un mese (mi pare) e quando cercano di interrarsi allora le si può sistemare nel posto stabilito....

          credo che metterle dentro e fuori, crei loro confusione....forse conviene aspettare fino all'ultimo o forse ci si può regolare un pò quando la temperatura scende troppo....

          ma ne so quanto te....speriamo ci spieghi qualcosa qualcuno che lo ha già fatto....

          a proposito, ho già visto l'anno scorso che il rustico, ha una temperatura ottimale e anche una giusta umidità...

          Commenta


          • #6
            speriamo si in qualche dritta.. perchè io non posso lasciarle fuori perchè se si interrano non le trovo più..

            Commenta


            • #7
              io ho una pelodiscus sinensis..
              è piccolina tipo 4 cm mi hanno detto che nn deve andare in letargo come faccio a nn farla andare in letargo???
              e se poi va in letargo e io la sveglio xkè penso che stia solo dormendo...????

              Commenta


              • #8
                praticamente quando la tarta di terra smette di alimentarsi, cerca di interrarsi, allora è il momento di metterla nello scatolone con terriccio e foglie secche.
                la temperatura attorno ai 5 gradi e via, nessun problema.

                ogni 2 settimane circa, annaffia le tarte e il substrato a mo di pioggia, in modo da idratarle. (si, non affogarle) buona fortuna!

                Commenta


                • #9
                  in modo da idratarle. (si, non affogarle)
                  ok ora le sto già controllando ogni giorno..appena vedrò che cercano di interrarsi ( cosa assai difficile vedrò di fare così)
                  yota mi sa che avremo da fare per quest'inverno..v

                  Commenta


                  • #10
                    conviene aspettare che le tartarughe inizino ad andare in letargo da sole e poi metterle nel box.

                    E' meglio che non mandi in letargo una pelodiscus così piccola è facilissimo che muoia

                    sconsiglio vivamente di fare le pioggia d'acqua alle testudo!!!,non stiamo parlando di terrapene.
                    un substrato leggermente umido(le foglie aiutano molto)è sufficiente.nel libro l'avanzi consiglia di svegliarle ogni mese farle bere e rimetterle a dormire,io lo faccio solo per le tartarughe scatola

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Yuri
                      sconsiglio vivamente di fare le pioggia d'acqua alle testudo!!!
                      io penso che sia bene idratarle, almeno per dove le tengo io, che è un luogo abbastanza secco

                      Commenta


                      • #12
                        Letargo controllato

                        Salve a tutti, come avrete già avuto modo di leggere in altri post, sono possessore di due Scripta Scripta (maschi e femmina) dell'età di circa 3 anni ognuno (i lmascio è più giovane a dire il vero.
                        Gli ho acquistati circa 1 settimana fà, con la convinzione che potessero passare l'intero inverno dentro al mio piccolo laghetto in giardino (900 LT e altezza 45 cm).

                        Parlando con il mio fornitore (che all'inizio era convinto ci fosse un fondale fangoso nel laghetto) abbiamo concluso che devo fare un letargo controllato ossia tirare fuori le tartarughe dal laghetto e metterle in un abacinella in garage (dove la temperatura non scende sotto lo zero).

                        Lui mi ha spiegato un po come fare a allestire questa bacinella dove mettere le tartarughe per il letargo però volevo maggiori info da voi che magari avete già fatto questa cosa.

                        Mi servirebbe sapere coa mettere dentro questa bacinella.....Humus va bene? quanti cm di humus e quanti di acqua?
                        L'humus lo trovo in consorzio tranquillamente oppure devo stare attento non sia stato trattato con concimi ecc ecc???
                        Quando dovrei ritirare le tartarughe??

                        .....Chiaritemi un po le idee perfavore

                        GRAZIE

                        Commenta


                        • #13
                          Se la temperatura rimane compresa tra i 4 ed i 10°C (anzi, diciamo tra i 5 e gli 8) in maniera abbastanza costante, allora mettici solo acqua quanto basta per coprirle (in modo che se alzano la testa riescano a respirare) e una pietra dove volendo possano salire per uscire dall'acqua.

                          Ciao
                          Robfrons

                          Commenta


                          • #14
                            Ok, grazie mille...ma siccome la temperatura scenderà sicuramente sotto quel valore volevo sapere che tipo di terra è meglio usare per il fondale...

                            Grazie

                            Commenta


                            • #15
                              Ciao a tutti....io posseggo una coppia ci Scripta Scripta (tartarughe acquatiche) che hanno all'incirca 3 anni o poco meno.
                              Mi han consigliato di mandarle in letargo controllato e per far questo ho preparato una vaschetta (abbastanza grande) con dentro circa 15 cm di terra e altrettanti d'acqua.

                              Il tuto lo metterò dentro una casetta in legno (specie di baita) che ho in giardino....

                              Il mio problema è sapere quando è il momento ideale per metterle in letargo e sopratutto cosa devo farci in più a questo habitat che ho creato...

                              Vi prego rispondetemi...


                              PS: Posso metterle già adesso in qeuesta bacinella anche se la tarta mangia (ogni 3 giorni circa anche se le do da mangiare sempre) e spesso esce dal laghetto per andare a prendere il sole ?



                              GRAZIE

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X