annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Alimentazione E. Orbicularis

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Alimentazione E. Orbicularis

    Salve,

    visto che di questa tartaruga (purtroppo in pericolo) non si parla mai molto, vorrei condividere con voi la dieta che sto facendo fare al mio esemplare, sperando di poterla migliorare eventualmente o per essere utile ai posteri.

    Attualmente la mia tarta mangia con gusto:
    • Chironomus
    • Lombrichi fatti a pezzetti
    • Larve Tenebrio Molitor fatte a pezzi
    • Grilli/Blattine di vario genere
    • Pezzetti di carne rossa e magra
    • Gamberetti surgelati
    • Palline a base di pesce + Pellettato secco (prodotti specifici per tartarughe)
    • Radicchio rosso


    Ovviamente questi cibi vengono rotati in modo che non mangi mai 2 volte la stessa cosa nello stesso periodo. Inoltre vedo che ogni tanto "assaggia" la Lemna del suo acquario.. Che altro potrei somministrare? Consigli?

  • #2
    Cozze sgusciate, chiocciole del giardino, cavallette, farfalle notturne, lattuga romana, tarassaco, cicoria. Saltuariamente (molto saltuariamente) poca frutta, tipo mela e pera.

    Commenta


    • #3
      Chiocciole non sono un problema, in spiaggia da me ce ne sono una marea, ma per le cozze ho qualche perplessità... essendo animali da acqua salata non sono poco indicate?

      Commenta


      • #4
        Lumache d'acqua dolce, le puoi allevare senza sforzo, basta una tinozza o un paio di secchi, anche meno.

        Per il resto direi che la tarta mangia meglio di me!

        Commenta


        • #5
          io toglierei solamente pezzetti di carne rossa e magra e la frutta.

          le cozze van bene, basta non esagerare.
          poi se vuoi col pesce ci sono le classiche acquadelle e latterini dati interi o a pezzi (a seconda della taglia).

          se poi ti piace stare ai fornelli potresti fare il turtlepudding, ma dato che la tua emys sembra esser di bocca molto buona, non sembra esserci il bisogno di integrare con altro.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da malaclem Visualizza il messaggio
            io toglierei solamente pezzetti di carne rossa e magra e la frutta.

            le cozze van bene, basta non esagerare.
            poi se vuoi col pesce ci sono le classiche acquadelle e latterini dati interi o a pezzi (a seconda della taglia).

            se poi ti piace stare ai fornelli potresti fare il turtlepudding, ma dato che la tua emys sembra esser di bocca molto buona, non sembra esserci il bisogno di integrare con altro.
            Il turtle pudding è un ottimo alimento ma oltre alla voglia di stare ai fornelli c'è da aggiungere quella di sentire il puzzo di quel miscuglio che cuoce
            Comunque sembra anche a me che la dieta della tua tarta sia bilanciata, complimenti per il soggetto sono bellissime le emys

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da malaclem Visualizza il messaggio
              io toglierei solamente pezzetti di carne rossa e magra e la frutta.

              le cozze van bene, basta non esagerare.
              poi se vuoi col pesce ci sono le classiche acquadelle e latterini dati interi o a pezzi (a seconda della taglia).

              se poi ti piace stare ai fornelli potresti fare il turtlepudding, ma dato che la tua emys sembra esser di bocca molto buona, non sembra esserci il bisogno di integrare con altro.
              Ah, ovviamente si, fornisco spesso latterini/acquadelle a pezzi.. che lei mangia golosamente con tutta la lisca. La carne rossa è proprio una tantum, ne mangerà qualche pezzettino (scarti della bistecchina) neanche 1 volta al mese.

              Comunque mangia 2/3 volte a settimana ma sembra non cresca mai... mah! Sarà che sono abituato ad altri regimi di crescita

              Scusa malaclem carissimo, ma cos'è il turtlepudding?

              Commenta


              • #8
                Potresti anche farla mangiare 4/5 volte la settimana se è in crescita.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Giovi Visualizza il messaggio
                  Potresti anche farla mangiare 4/5 volte la settimana se è in crescita.
                  Quoto, in crescita vengono alimentate più spesso, anche 4/5 volte la settimana. Il turtle pudding è un cibo che si fa con vari ingredienti, tipo pollo, pesce, verdura, colla di pesce ed altro. Va cotto parecchie ore e poi si mette in piccoli contenitori a raffreddare e dopo si può congelare.
                  Se ti interessa cerco il link ad una discussione nella quale c'erano diverse ricette tutte simili.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da barbara Visualizza il messaggio
                    Quoto, in crescita vengono alimentate più spesso, anche 4/5 volte la settimana. Il turtle pudding è un cibo che si fa con vari ingredienti, tipo pollo, pesce, verdura, colla di pesce ed altro. Va cotto parecchie ore e poi si mette in piccoli contenitori a raffreddare e dopo si può congelare.
                    Se ti interessa cerco il link ad una discussione nella quale c'erano diverse ricette tutte simili.
                    Mi hanno detto di non esagerare con il cibo che se cresce lentamente è meglio per lei, infatti inizialmente davo troppo cibo e troppe proteine e le era venuto un pò di spoiler al carapace, ora riassorbito.

                    Per il pudding direi che per ora non mi serve, ho già abbastanza "odorini" per casa.. al limite me lo cerco.

                    Da domani comincio ad alimentarla un pò più spesso...

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Giovi Visualizza il messaggio
                      Potresti anche farla mangiare 4/5 volte la settimana se è in crescita.
                      Concordo, in ogni caso le Emys non sono dei treni nella crescita.

                      Per il turtlepudding, si tratta di un budino che contiene tutti gli elementi nutritivi, in pratica conservandone uno stock in frigo hai sempre pronta da parte l'intera gamma degli alimenti da somministrare.
                      Molti la usano con grande soddisfazione propria ma sopratutto della tarta
                      NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                      Commenta


                      • #12
                        Certo che il concetto di "mangiare" è relativo.
                        Potresti ingozzarla di gammari secchi e non aver dato nulla.
                        Per contro, una minor quantità di un cibo più nutriente basta e avanza.
                        Visto il menù, io aumenterei la frequenza e non necessariamente le dosi.

                        Poi sono certo che è "l'occhio del padrone che ....fa crescere la tarta".

                        Commenta


                        • #13
                          Se sei interessato ti dò la ricetta!

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da cardisomacarnifex Visualizza il messaggio
                            Se sei interessato ti dò la ricetta!
                            Postala qua così rimane anche per gli altri

                            Commenta


                            • #15
                              BUDINO PER TARTARUGHE ACQUATICHE (RICETTA DI BRIGITTE ARTNER, PRESENTATA SU "IL GRANDE LIBRO DELLE TARTARUGHE ACQUATICHE E TERRESTRI", DI MARTA AVANZI E MASSIMIO MILLEFANTI, ED. DE VECCHI)

                              Ingredienti: 1 pacchetto di gelatina in polvere, 75 grammi di trota, 75 grammi di carne di manzo, 40 grammi di gamberi, 30 grammi di polpa di cozze, 15 grammi di fegato di coniglio o pollo, mezzo uovo di gallina, 75 millilitri di latte intero bovino, mezzo vasetto di omogeneizzato alle verdure, mezzo cucchiaino di integratore vitaminico in polvere, 1 grammo di colorante alimentare rosso.

                              Preparazione: Mentre in una pentola si preparerà la gelatina aggiungendo 400 millilitri d iacqua e cuocendola per circa veni minuti, in una padella bassa si metteranno assieme gli altri ingredienti, dopo aver tagliato finemente la trota, i gamberi, le cozze, il manzo e il fegato, cuocendoli, a fuoco basso e mescolando per circa venti minuti.
                              A questo punto si aggiungerà il composto alla gelatina liquida e dopo aver amalgamato il tutto si stenderà il prodotto ottenuto in una casseruola bassa, dove raffredderà solidificandosi in circa due ore. Quindi si taglierà il budino ottenuto in fette o cubetti, in base al numero di esemplari e alle specie allevate, e si congelerà tutto rapidamente, così da conservare al meglio le qualità organolettiche dell'alimento.
                              Al momento dell'uso le fettine/cubetti andranno lasciato a temperatura ambiente per qualche minuto, al fine di farli scongelare.

                              Gli autori del libro comunque consigliano di ridurre la quantità di latte, e aumentare quella di vegetali, aggiungendo per esempio carote e zucchine.

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X