annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Convivenza GAMBERETTO - TARTARUGHE

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Convivenza GAMBERETTO - TARTARUGHE

    Ciao Ragazzi,
    un mio amico ha acquaistato tempo fa un gamberetto di fiume per il suo acquario, ma negli ultimi tempi si accorto che, il "piccolino":
    - devasta tutte le piante
    - se vede passare un pesciolino pi piccolo di lui....lo attacca (cito dalla mail del mio amico "Tolgo questo gamberetto dal mio acquario perch mangia piante e se gli capita pure i pesci")

    Visto che io ho delle tarte e non ho piante o pesci, vorrei sapere se posso metterle con le tarte.
    Quindi vorrei sapere se devo temere che il gamberetto rompa le scatole alle tarte o, di contro, se le tarte cercano di mangiarlo.
    Perch se tentano di mangiarlo, non un problema, se invece lui infastidisce le tarte non lo prendo.
    Oltretutto, il gamberetto potrebbe "lavorare per me" pulendomi un po' il fondo (scarti del mangiare delle tarte ed eventualmente "feci")?
    Non so che gamberetto sia, ma vi allego una foto un pochino "sfocata"....mi sapete dire qualcosa?
    grazie mille.
    File allegati

  • #2
    anche se sfuocata credo che il simpatico gamberetto non sia una caridina perch che io sappia non attaccano i pesci ne devastano le piante; piuttosto mi sembra questo fetente

    secondo me si darebbero fastidio a vicenda....
    Satia te sanguine quem sitisti, cuiusque insatiabilis semper fuisti.

    Commenta


    • #3
      non mi parte l'url lady..

      io metterei il gamberetto finch dura...

      Commenta


      • #4
        Al momento il gamberetto sta semplicemente rispettando la sua natura...

        E se lo metti con le tarta, scoprirai un'altra componente della sua natura, quello di diventare preda!

        Ciao
        Robfrons

        P.S.
        Per, se la tarta piccolina ed il gambereto grande... le parti potrebbero invertirsi...

        Commenta


        • #5
          Secondo me le tartarughe si pappano il gamberetto e buon appetito!

          Commenta


          • #6
            non mi parte l'ul lady
            ops...a me funge
            prova cos http://spazioinwind.libero.it/animal...%20Clarkii.htm
            Satia te sanguine quem sitisti, cuiusque insatiabilis semper fuisti.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Robfrons
              P.S.
              Per, se la tarta piccolina ed il gambereto grande... le parti potrebbero invertirsi...
              vero, ma deve essere davvero un tot pi grosso delle tarta per mangiarsele!

              ciao.

              Cesare

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da ladyOscar
                non mi parte l'url lady
                ops...a me funge
                prova cos http://spazioinwind.libero.it/animal...%20Clarkii.htm
                no no

                Commenta


                • #9
                  FAMIGLIA Cambaridi.

                  DIFFUSIONE E HABITAT Questo gambero d'acqua dolce originario del sud-est degli Stati Uniti (Louisiana,delta del Mississippi)ma stato introdotto dall' uomo -a scopo di pesca e allevamento- praticamente in tutti i continenti:dall'Africa (diversi laghi del Kenya,Tanzania,Zambia,ecc.)all'Asia(Tailandia e altri paesi sud-asiatici,da cui provengono gli esemplari importati per il mercato acquariofilo)e all' Europa (Italia compresa,dal Piemonte al Lazio).Vive in tutte le acque,ma preferisce quelle stagnanti o debolmente correnti (paludi,risaie,canali,ecc.),anche soggette a completa o parziale essiccazione durante i mesi piu' secchi.

                  LUNGHEZZA Fino a 12 cm,ma raramente oltre 8-10 cm.

                  DIMORFISMO SESSUALE I maschi adulti sessualmente attivi si riconoscono facilmente per le prime due paia di pleopodi (arti addominali)trasformate in organi copulatori (gonopodi),inoltre hanno chele piu' robuste e livrea rossa piu' intensa delle femmine.

                  COMPORTAMENTO Un gambero vorace e aggressivo,attivo sia di giorno che nelle ore notturne.Puo' attaccare e ferire anche pesci piu' grossi,inoltre divora le piante piu' tenere e scava buche sul fondo.Frequente il cannibalismo,soprattutto durante il periodo della muta.

                  ALLEVAMENTO Malgrado sia frequentemente reperibile in commercio,spesso sotto l'accattivante nomignolo di "aragostina rossa" (ne esiste anche una varieta' azzurra),questo bel gambero non evidentemente adatto alla maggioranza degli acquari domestici,bensi' a vasche speciali con poche piante robuste e arredamento spartano che offra pero' adeguati nascondigli.Preferisce acqua piuttosto dura e alcalina,sopporta valori di temperatura compresi tra 10 e 30 C e accetta praticamente tutti i mangimi per pesci d'acquario,oltre a verdure cotte,frutta,lombrichi,cozze ed altri molluschi,ecc. Sconsigliabile associarlo ai pesci,se non di taglia davvero imponente.La vasca dev'essere ben chiusa perch evade facilmente.Si riproduce facilmente anche in acquario:il maschio rovescia la femmina sul dorso per l'accoppiamento,pochi giorni dopo la femmina depone diverse centinaia di piccole uova che incuba attaccate alle sue zampette addominali.Semplice l'allevamento dei piccoli,protetti per alcuni giorni dalla madre e gia' simili agli adulti, possibile nutrirli con mangimi finemente triturati sia secchi che surgelati.

                  ovviamente tratto dal sito di cui sopra
                  Satia te sanguine quem sitisti, cuiusque insatiabilis semper fuisti.

                  Commenta


                  • #10
                    grrr....

                    le immagini non le vedo!!!

                    non importa, mi basta la descrizione,

                    grazie
                    ciao

                    Commenta


                    • #11
                      convivenza impossibile!!!

                      Commenta


                      • #12
                        Ma stavete scherzando quando dicevate che si mangia le tartarughe....vero?
                        Le mie sono ancora piccoline (intorno ai 4/5 cm di carapace) e sei pi grande le pu ferire o uccidere? Perch se cos non lo prendo assolutamente....preferisco che continua a distruggere l'acquario del mio amico piuttosto che farmi ferire le mie piccole bambine!!!!!!

                        Commenta


                        • #13
                          Dicamo che nel tuo caso se il gambero fino a 6-7cm si feriscono a vicenda, se il gambero meno di 2-3cm vince la tarta,ma se il gambero pi grande vince lui! (Questo in teoria... la pratica, poi, a volte cambia...)

                          Ciao
                          Robfrons

                          Commenta


                          • #14
                            ok, mi avete convinto, visto che il "gamberetto" lungo 9 cm SOLO DI CORPO (senza contare chele ecc...) credo sia proprio il caso di lasciarlo dove sta!!!!!!

                            meglio evitare problemi....
                            E per ripulire un pochino il fondo che mi consigliate? Qualche animaletto "compatibile" con le tarte che mi ripulisca un po' la sabbia dai resti di cibo (e magari anche altro ) mi farebbe comodo.....
                            che mi dite?

                            Commenta


                            • #15
                              neanche io riescoa vederla........cmq secondo me le tartarughine sono ancora troppo piccoline per mangiarsi un gamberetto pu grande di loro........

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X