annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

serpentina

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • serpentina

    ragazzi volevo prendere un sistema per regolare la temperatura di notte per la mia tarta baby e anche per la grande per il periodo che la tengo nello scatolo per aspettare la sverminazione. ora nel negozio vicino a casa mia hanno la serpentina però vorrei essere sicuro che vada bene e anche qual'è il giusto wattaggio visto che ne ha da 15 da 25 e anche wattaggi superiori. va considerato che la baby ha un substrato di terra e il terrario è di legno invece l'altra la tengo in uno scatolo con dei giornali. che dite, va bene la serpentina o meglio qualcos'altro? se va bene come mi conviene sistemarla nei due casi?

  • #2
    Le serpentine , o cavi termici o tappettini non servono con le tartarughe, anzi, spesso sono dannosi.
    Se dove le tieni la temperatura di notte non scende sotto i 20 gradi non serve che metti nulla.

    P.s. cerca di tenere in modo un po' idoneo anche quella da sverminare, buttata in uno scatolone si stressera' peggiorando la situazione.
    NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Luca-VE Visualizza il messaggio
      Le serpentine , o cavi termici o tappettini non servono con le tartarughe, anzi, spesso sono dannosi.
      Se dove le tieni la temperatura di notte non scende sotto i 20 gradi non serve che metti nulla.

      P.s. cerca di tenere in modo un po' idoneo anche quella da sverminare, buttata in uno scatolone si stressera' peggiorando la situazione.
      la temperatura di notte nei giorni più freddi arriva tra i 15-16 gradi ma per lo più sta sui 17. è bassa?

      cosa suggerisci per la tarta grande?

      Commenta


      • #4
        allora non mi sapete dare aiuto per il problema della temperatura per i due casi? per quella grande volevo prendere un tappetino riscaldante da usare per il periodo di convalescenza da mettere sotto lo scatolo. è una buona idea?

        Commenta


        • #5
          No. Nessuna delle due fonti di calore, serpentina o tappetino riscaldante è utile con le tartarughe e ti spiego in breve perchè: esistono rettili che per termoregolarsi si espongono al sole, come molte lucertole e le tartarughe. Si scaldano al sole e, quando hanno raggiunto la temperatura giusta si spostano all'ombra. Per abbassare la temperatura e combattere la disidratazione si infossano nel substrato, dove trovano un ambiente più fresco e umido.
          Poi esistono altri rettili che non usano il sole per termoregolarsi, ma si scaldano appoggiando il ventre su superfici che il sole ha scaldato. Questi animali, ad esempio molti sauri e serpenti crepuscolari e notturni, hanno bisogno di calore che provenga dal basso per scaldarsi.

          Se metti serpentina o tappetino in un terrario per tartarughe succede questo:
          1-La tartaruga non riesce a trovare un punto caldo dove scaldarsi dall'alto e, con una illuminazione scarsa resta letargica e poco attiva.
          2-La serpentina scalda il fondo della vasca, ma il terriccio funziona da coibente e il calore non raggiunge la superficie della teca
          3-Se la tartaruga tenta di infossarsi, un comportamento naturale e frequente, invece di raggiungere un'area più fresca e umida, finisce a contatto col cavetto e rischia di disidratarsi oppure di ustionarsi. Lei non può farci nulla, le sue istruzioni operative (istinto) le dicono di infossarsi per cercare il fresco...
          4-Infine, cavetti e serpentine usati su contenitori di cartone sono MOLTO pericolosi! Rischi l'incendio!
          Se leggi le altre discussioni vedrai che esiste UN solo modo di scaldare le tarte. Una bella lampada posizionata SOPRA il contenitore che crei un punto caldo a 30 C°. Tutto qui!
          Simone

          Commenta


          • #6
            ti ringrazio per la spiegazione che in parte sapevo ma così è chiarissima, però non si è centrato il punto. quello che a me interessa è la regolazione notturna non diurna. siccome ho letto che la temperatura notturna deve essere sui 18 gradi mi chiedevo appunto come regolarla visto che da me nei giorni più freddi questa si può abbassare anche a 15 gradi, anche se per lo più sta sui 16-17(intendo ovviamente in casa). quindi per questo volevo sapere qual'è sistema posso usare.

            anche per la grande sistemata temporaneamente nel cartone con fondo di giornali volevo sapere quale metodo posso usare per regolargli la temperatura visto che il veterinario mi ha detto di mantenerla sui 25 gradi e ora da me ce ne sono tra i 20-22. se sono comunque sufficienti ok sennò come potrei fare per regolarla? avevo pensato ad un tappetino riscaldante tipo da 15 watt. va bene o è meglio una fonte di luce? oppure lascio così visto che comunque la temperatura non è tanto più bassa?

            Commenta


            • #7
              Ok, forse non ho chiarito questo punto. Sono hermanni, una specie mediterranea e in Italia, per una parte consistente del loro ciclo vitale (diciamo da aprile a giugno e da settembre a novembre, poi vanno in letargo) le medie notturne stanno ben sotto ai 18C° quindi la temperatura notturna non è un problema, se le tieni in casa e la temperatura non scende sotto i 15 gradi di notte, non c'è bisogno di alcun riscaldamento aggiuntivo. Di giorno invece, per quella adulta, 20-22 gradi son pochini, e senza una buona illuminazione difficilmente mangia. Per entrambe puoi usare una buona lampada riscaldante più due compatte per l'integrazione UVB. Oppure una ai vapori di mercurio, ma non la userei su una scatola di cartone...
              Simone

              Commenta


              • #8
                Quoto.
                Aggiungo che i 25 gradi suggeriti dal veterianrio sono la classica "via di mezzo" che non serve a nulla.
                Pochi per stimolare l'appetito e la vitalita', troppi per consentire riposo o "letargo".
                Sul discorso dello scatolone, beh, alestisci qualcosa che almeno sembri un terrario, anche unendo piu' scatoloni se non hai alternative.
                Qualcosa in cui la tartaruga si possa muovere e svolgere le proprie attivita', come scaldarsi, spostarsi in zone piu' fresche a piacimento e via dicendo.
                NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                Commenta


                • #9
                  chiarissimi, vi ringrazio entrambi. per la grande ora unisco più scatoloni grandi e cerco di farle un bello spazio, ma vorrei un'ulteriore chiarimento sulla temperatura. io ho leto che dovrebbe essere tra i 24 e i 28 ma luca tu dici che 25 sono pochi, quindi quale dovrebbe essere la temperatura giusta?

                  Commenta


                  • #10
                    Per il giorno, almeno una zona (sotto la lampada) a 30-32 gradi, per raggiungere la temperatura corporea di cui necessita.
                    NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                    Commenta


                    • #11
                      grazie ancora. va bene una lampada ad incandescenza oppure è meglio a risparmio energetico? in entrambi i casi quanto deve essere il wattaggio?

                      Commenta


                      • #12
                        perdonami ma non capisco...
                        Stiamo parlando di hermanni ok? Tartarughe che DEVONO stare all'aperto tutto l'anno siano esse baby sub adulte o adulte.
                        Leggo che parli di scatolA (visto che è un sostantivtivo femminile e non maschile) e non capisco perchè nel 2008 si debbano tenere le tartarughe negli scatoloni (e che è Tv Sorrisi e Canzoni?) e soprattutto non capisco perchè ti ostini a voler trasformare uno scatolone in terrario! Un'ora di bricolage e hai dato ai tuoi animali una sistemazione più che degna.

                        E poi per favore comprati un bel testo che illustri degnamete la detenzione in cattività dei cheloni terrestri europei. Ti consiglio "tartarughe terrestri" di Fabrizio Pirrotta ed edagricole e il nuovo testo di edizioni reptilia sulle hermanni.

                        Commenta


                        • #13
                          se invece di sparare a zero leggessi i miei post sapresti che la tarta nello scatolonE è lì perchè devo aspettare che sia guarita dalla sverminazione ed è quindi una sistemazione temporanea prima di sistemarla in giardino dove sto allestendo una zona con tutto il necessario. per quanto riguarda il testo non è necessario visto che ho appreso da varie fonti le basi per l'allevamento però siccome mi piace sapere sempre di più non vedo dove sia il problema nel chiedere a chi ha più esperienza di me, ma questo non vuol dire che non sappia quelle cose è solo che preferisco avere più pareri. quindi perchè non eviti questi commenti e invece mi aiuti dandomi anche tu qualche consiglio?!

                          Commenta


                          • #14
                            Ho letto i tuoi post non ti preoccupare, frequento questo sito da tempo so come ci si deve comportare.
                            Allora senti in quasi quindici anni ho tenuto qualche tartaruga, sia esotiche che europee ed un'idea abbastanza precisa di come si tengano direi di essermela fatta.
                            Però mai e ripeto mai ho sistemato in uno scatolone gli animali; ho sempre previsto uno o più terrari appoggio per gli animali in difficoltà, quindi il mio primo consiglio è butta lo scatolone e fatti un terrario serio per la quarantena degli animali debilitati o in cura.
                            Il mio secondo consiglio è comprati qualche libro che non fa mai male e soprattutto non dare per scontato di aver imparato a sufficienza da internet.

                            Salùt!

                            Commenta


                            • #15
                              infatti ho detto proprio il contrario, che non si finisce mai di imparare. per quanto riguarda lo scatolone vedi che l'ho sistemata in uno scatolo di 1 metro x 50 cm quindi non è uno buco. gli sto mettendo pure le foglie così da ricreare in parte un habitat naturale. invece volevo sapere una cosa, è davvero necessario tenerla due settimane? cioè già sembra che i vermi non ci siano più.

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X