annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Aiuto identikit e allevamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Aiuto identikit e allevamento

    Salve, inizio dicendovi che di tartarughe non ne so niente anche se mi affascinano molto...L'altro giorno sono andato da mia zia e ho visto che ne ha 3 piccoline e volevo chiedervi se da una foto sapreste dirmi di che razza sono (magari anche il sesso)...
    Mi sarebbe piaciuto trovare una scheda di allevamento per queste specifiche tarta in modo da non fargli mancare nulla..Grazie in anticipo
    Ultima modifica di SirGiobbe; 07-12-2009, 10:25.

  • #2
    Sembrano (nel senso che senza vedere una foto del piastrone, cioe della pancia, non si puo' dire con certezza) delle Testudo hermanni boettgeri.
    Nemmeno tanto piccole e cresciute maluccio, visto che il guscio presenta delle deformazioni dovuto probabilmente all'ambiente inadatto ( e quella cassetta lo e') oppure all'alimentazione errata, o un mix delle 2 cose.
    Per le prime info le trovi proprio qui :http://www.sanguefreddo.net/tartarug...e-testudo.html

    Dimenticavo, per il sesso, stesso discorso, serve una foto della coda e della zona intorno alla coda sul piastrone.
    Ultima modifica di Luca-VE; 16-12-2008, 16:42.
    NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

    Commenta


    • #3
      Ok, ho letto tutto l'articolo, molto interessante...Quindi secondo te c'è già un principio di piramidalizzazione in quelle tartarughine??? Pensi che sia possibile rimetterle in perfetta forma?

      Tra qualche mese mia zia si trasferirà da me in campagna e per allora vorrei preparare un recinto decente per alloggiarle...
      Stavo pensando a un recinto di una decina di metri quadri...Va bene per quelle 3? Siccome volevo anche creare un laghetto per la mia tarta d'acqua volevo sapere se si possono far convivere in un grande recinto in cui inserire anche uno stagnetto...pensavo a un qualcosa tipo 20mq...Puoi darmi altri consigli sopratutto per l'inverno e se c'è bisogno di integrazione con calcio o altre cose sul cibo?

      Commenta


      • #4
        Diciamo che per almeno 2 si e' oltre un principio di piramidi, la seconda da sinistra e' pure schiacciata e deformata.
        Si puo' , e si deve, correggere il problema, ma i segni estetici rimarrano sempre, anche se crescendo correttamente potrebbero attenuarsi.
        A proposito di "crescere", tu le chiami tartarughine, ma dalla foto mi sembrano adulte o quasi, quanto misurano (solo carapace in linea retta)?
        Nle recinto che hai in mente staranno bene sicuramente, basta che non siano 2 maschi e una femmina perche la tormenterebbero a morte.
        Con le acquatiche, niente convivenza, il laghetto sarebbe un costante pericolo per le terrestri.
        Per l'inverno, beh, vanno in letargo da sole, non dovrai fare molto.
        NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

        Commenta


        • #5
          Come dimensioni saranno massimo 10 cm...non vengono molto più grosse queste tartarughe??? Per correggere il problema basta iniziare a farle vivere secondo le regole scritte nel tuo articolo o bisogna fare qualche cura particolare???

          Commenta


          • #6
            10 cm? beh, allora sono in effetti piccole, dalle foto sembravano molto piu anziane e grandi...
            Nessuna cura, se non sono malate, per farle vivere bene serve spazio, sole in abbondanza, cibo naturale (e letargo d'inverno)
            NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

            Commenta


            • #7
              Se sono sui 10cm e il set-up del terrario viene corretto già dalla prossima primavera le due non schiacciate attenueranno parecchio la piramidalizzazione degli scuti. L'importante, oltre al recinto ben dimensionato, come ho scritto nella scheda, è non esagerare col cibo. Spesso la piramidalizzazione può essere indotta anche da un eccesso di cibo del tipo giusto. Ho in università un paio di studi su una popolazione di Testudo hermanni selvatica che ha cominciato a presentare piramidalizzazione degli scudi in seguito al cambio d'uso di un paio di appezzamenti di terreno, (prima foraggere) che sono stati messi a soia.

              Simone

              Commenta


              • #8
                Ma se io le metto in giardino nel prato non c'è il rischio che mangino troppo lo stesso brucandosi l'erba da sole?

                Commenta


                • #9
                  No, e comunque le erbe selvatiche che "brucano" da sole sono quanto di piu adatto c'e' per la loro dieta.
                  NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                  Commenta


                  • #10
                    Quindi teoricamente in un bel pezzo di prato verde non dovrei mai dar loro da mangiare???

                    Commenta


                    • #11
                      Se di ampie dimensioni, e lasciato incolto con le "erbacce",praticamente si.
                      NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                      Commenta


                      • #12
                        E' proprio il mio caso...

                        Secondo voi è meglio se gli creo uno specchietto d'acqua poco profonda? magari con un sottovaso...

                        Commenta


                        • #13
                          Si, nell' http://www.sanguefreddo.net/tartarug...e-testudo.html che ti ho consigliato di leggere c'e anche questo.
                          NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                          Commenta


                          Sto operando...
                          X