annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Importare Horsfieldi dallo Utah

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Importare Horsfieldi dallo Utah

    no, non è una nuova specie...ma...
    grazie ai link di tartapiero e argon, navigando, partendo dai link forniti nell'altro post (a proposito, grazie, io mi limitavo ai siti italiani) sono venuta in contatto con una ragazza dello Utah che non può più tenere la sua tartaruga (russian tortoise).
    dopo un paio di mail, si è detta felice di darmela e io di prenderla, ma......
    come facciamo per il viaggio?
    ho contattato DHL ma non fanno trasporti di animali.
    adesso ne sentirò altri, ma poi, se trovo un corriere, posso semplicemente importarla o ci sono restrizioni di legge?

    so che dovrei suggerirle di metterla in qualche giardino, ma sia a lei che a me dispiace.
    sono quasi tentata di saltare su un aereo e andarmela a prendere....
    ma poi? se me la trovano nel bagaglio a mano?

  • #2
    se me la trovano nel bagaglio a mano?
    ma sei fuori???????

    comunque se rispondete fate un favore anche a me..

    Commenta


    • #3
      Io credo che ci siano delle procedure anche sanitare per animali provenienti da extra cee... ma non ho molto chiara la situazione...


      Le horsfieldi sono semplici da trovare in Italia, io non mi "romperei la testa" per procedure molto complicate e costose.

      E poi non credo sia difficile riuscire a piazzarla per lei in america, e' pieno di associazioni tant'e' che quasi ogni stato ne ha una

      Commenta


      • #4
        è un casino!si deve fare la quarantena nella dogana americana e tutte le altre procedure burocratiche per lo sdoganamento,idem quando arriva in italia

        Commenta


        • #5
          ma non si dovrebbe fare anche per hamm??

          Commenta


          • #6
            no, la germania e' CEE, l' unico accorgimento e' scavallare la svizzera perche' li possono fare storie... ma lo fanno anche per una bistecca...

            Commenta


            • #7
              Zorbox Hamm è comunità europea!

              Comunque non ti conviene perndere nulla in America ti costerebbe una follia.
              tartapiero

              Commenta


              • #8
                non ho mai portato animali da uno stato all' altro e quindi non so niente..

                Commenta


                • #9
                  se a qualcuno può interessare: i cani antidroga delle frontiere non fiutano le tartarughe....

                  Commenta


                  • #10
                    Si ma se poi alla foronteiera ti fanno un controllo accurato e te le trovano, voglio vedere che multa devi pagare e quanti giorni ti ci vogliono per rientrare in Italia.
                    Ciao

                    Commenta


                    • #11
                      Per ragion di cronaca... il CITES extra CEE è diverso, quindi per importare (o esportare) animali da paesi extra CEE bisogna prendere accordi con il Ministero tramite ll proprio nucleo CITES. Tale procedura è molto lunga. Sò di un tizio che l'anno scorso si è trasferito per motivi di lavoro in Kenya e nonostante avesse iniziato la pratica quasi 2 anni prima, alla fine ha dovuto cedere a terzi tutti i suoi animali in CITES (tutti regolari) perchè i permessi non arrivavano in tempo (ed aveva giàposticipato la partenza di 6 mesi....).

                      Ciao
                      Robfrons

                      Commenta


                      • #12
                        Per importarre dagli USA un animale vivo devi fare richiesta al Ministero delle Attività Produttive ed aspettare un nulla osta dalla commisione scientifica che si riunisce una volta al mese, l'animale deve assolutamente avere il CITES americano, la quarantena può anche essere effettuata da te con un protocollo ben preciso, arrivata in Italia devi microcipparla ecc. Se vuoi notizie più precisa telefona alla Forestale www.corpoforestale.it sezione CITES, sono molto gentili e ti spiegano tutta la procedura.....che ha i suoi costi !!
                        Io ti consiglio di acquistare la tartaruga russa (Testudo Horsfieldi) qui in Italia già con il CITES, ti costerebbe meno.
                        Considera che è una tartaruga dall'allevamento complesso, va allevata con alcune accortezze, teme molto l'umidità e conviene acquistare un esemplare giovane nato da genitori già ambientati in Italia, già così eviti molti problemi.
                        Spesso in America hanno animali provenienti da cattura dalla difficilissima ambientazione nel nostro clima.

                        Ciao Max

                        Commenta


                        • #13
                          grazie Max e grazie a tutti quanti mi hanno dato suggerimenti.
                          specifico che non è nata da me l'idea di importare una tartaruga, immaginavo non fosse facile (ma neppure così complesso).
                          la cosa è nata per caso in quanto navigando qua e là mi sono imbattuta in questo appello di una ragazza dello Utah e abbiamo iniziato a scriverci via mail.
                          nell'ultima mail le ho suggerito, come avete detto voi, di cercare delle associazioni nella sua zona e le ho anche dato i links degli yahoo groups.
                          speriamo che l'adozione vada a buon fine!

                          comunque quelle che avete scritto sono informazioni sempre utili da sapere

                          Commenta


                          Sto operando...
                          X