annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

SOS tartarughe

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • SOS tartarughe

    http://www.tartaclubitalia.it/docume...taclub-sos.htm


    Originariamente inviato da Lettera di denuncia inviata ad oltre 100 riviste mensili e settimanali oggetto: SOS Tartarughe
    SOS TARTARUGHE

    Il Tarta Club Italia, associazione di volontariato a fini naturalistici, vuole denunciare la drammatica situazione in cui versano le tartarughe terrestri autoctone del genere Testudo.

    Le popolazioni selvatiche di Testuggine mediterranea sono spinte sull’orlo dell’estinzione primariamente da fattori quali la distruzione degli habitat, la dispersione in natura di sostanze tossiche e inquinanti, e la raccolta di esemplari per fini collezionistici.

    Al contrario, il numero di esemplari delle stesse specie mantenuti in cattività registra un sensibile incremento, soprattutto grazie alle recenti iniziative di appassionati e allevatori riuniti in associazioni organizzate e sempre maggiormente consapevoli dei problemi e delle dinamiche legate all’allevamento di animali così particolari.

    Uno degli ostacoli principali ad una forma di allevamento responsabile che contrasti il prelievo di esemplari in natura e che possa pertanto contribuire attivamente e concretamente alla conservazione delle specie minacciate è paradossalmente rappresentato dall’attuale legislazione, proibizionista ed eccessivamente complessa.

    Infatti, in pochi anni dalla sua entrata in vigore, la Legge 338/97, seppur concepita con nobili intenti, ha di fatto salire alle stelle il valore commerciale delle tartarughe incentivandone la cattura e il mercato illegale.

    In aggiunta a ciò va denunciato il rischio sanitario al quale le testuggini selvatiche rischiano di essere esposte, costituito da malattie quali l’Herpes Virus e l’X-Virus, agenti infettivi noti per aver provocato vere e proprie stragi in allevamenti in tutta Europa e spesso provenienti da esemplari importati dall’estero per soddisfare la forte domanda di nuovi esemplari.

    In questi pochi anni di entrata in vigore della nuova legge, il numero degli esemplari in natura ha subito una tale devastazione che neppure 500 anni di incendi e l’opera dell’uomo avevano mai arrecato; frequenti sono le segnalazioni dal nord della Sardegna che testimoniano come solo pochi anni fa era comune vedere in primavera a Capo d’Orso le Testudo marginata deporre, evento ormai rarissimo da osservare.

    Il gran numero di testuggini allevate e riprodotte regolarmente in cattività in Italia (stimato in ben 5 milioni di esemplari) è attualmente costretto agli “arresti domiciliari” senza poter essere instradato nei canali del commercio nazionale ed internazionale.

    Semplificando le procedure per il rilascio delle specifiche autorizzazioni ed incentivando gli allevatori, diminuirebbe drasticamente la domanda ora rivolta al mercato illegale con conseguente crollo del valore commerciale dei singoli esemplari.

    Infine, un aspetto importantissimo ma spesso negletto è una seria attività di informazione, nei porti d’imbarco verso le isole, negli aeroporti e dogane, orientata verso i turisti che spesso non conoscendo le normative ed i rischi di altissime sanzioni amministrative (fino a 77.500 euro) e penali(arresto fino a 12 mesi), per chi preleva, acquista o trasporta esemplari illegalmente(vedi Decreto Legislativo n°275/2001).

    In fede:

    Agostino Montalti (presidente Tarta Club Italia)

  • #2
    Molto bene!
    Ma quante di queste allevate sono ibridate?
    Occorrerebbe un controllo anche di questo, attraverso uno speciale albo di allevatori, per non causare inquinamenti genetici in natura dovuti a fughe o ..... abbandoni.
    Ciao

    Commenta


    Sto operando...
    X