annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Filtraggio biologico/meccanico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Filtraggio biologico/meccanico

    Nella speranza di riuscire a sentire le opinioni in maniera "normale" e "costruttiva" provo a riaprire la discussione da qui, postando quello che intendo io per biologico e meccanico (ovvio e' il mio pensiero...)

    filtraggio meccanico: viene fatto con lana di perlon (piu' o meno sottile) o grosse spugne (tipo quelle in dotazione agli askoll pratiko) e serve a trattenere lo sporco piu' grossolano e i detriti tipo "setaccio" visto che in un primo stadio l' acqua dovrebbe passare di li'. A lungo andare se questa sezione non si intasa (quindi circola l' acqua) anche in questi elementi si insediano colonie batteriche (in minor quantita') che effettuano un filtraggio di tipo biologico. Alla lunga quindi si puo' parlare di filtraggio meccanico/biologico in questi materiali

    filtraggio biologico: viene fatto attraverso i batteri e opportuno "substrato" per farli attecchire e prolificare (cannolicchi, pallette di gomma, argilla espansa). Questi devono essere molto porosi per facilitare l' insediamento. Poiche' anche la lana (ma in particolare le spugne) alla lunga permettono ai batteri di attecchire (maturazione completa del filtro) seppur in minor quantita' rispetto ad altri "substrati" spesso si utilizza metterla prima dei cannolicchi per non intasare di materiale grossolano i cannolicchi ma farlo trattenere dalla lana. Quindi se si utilizza anche della lana si puo' parlare anche in questo caso di un prefiltraggio meccanico (seppur magari occupi un volume minore)

    In conclusione ritengo che si possono fare distinzioni tra i due tipi di filtraggio mentre spesso un filtro meccanico se ben avviato svolge in parte anche una azione biologica e viceversa (se in un filtro "bilogico" e' presente un prefiltro di spugna)

  • #2
    RE: Filtraggio biologico/meccanico

    Ovviamente quoto tutto!
    Un filtro è, come dice il nome, un “oggetto” dove viene fatta passare l’acqua (con una pompa) per essere “pulita”! La parte meccanica (la lana, che è quella che va pulita ogni tot giorni) trattiene la sporcizia, mentre quella biologica (i cannolicchi, che sono colonizzati da batteri e che non vanno puliti in quanto la lana non li fa sporcare) la purifica!
    Ciao

    Commenta


    • #3
      RE: Filtraggio biologico/meccanico

      avevo gia' scritto un post e a mio parere puo' essere di aiuto: http://www.sanguefreddo.net/SFNpro/i...ghlight=filtro

      Commenta


      • #4
        I miei filtri sono cosi come nel disegno che magari mi aiuta a spiegare meglio le mie solite parole contorte:

        1- filtro meccanico: costituito da lana di perlon. Ha il compito di raccogliere lo sporco piu' grossolano ed iniziale. Col tempo (li sistemo un paio di volte l' anno) anche questo substrato viene colonizzato dai batteri che tuttavia e' presumibile in minor quantita' e quindi svolge anche un parziale primo filtraggio biologico

        2- filtro biologico: cannolicchi in cui si insedia la flora batterica per questo tipo di filtraggio. E' un ampio spazio e i batteri dovrebbero insediarsi maggiormente qui rispetto alla lana poiche' il substrato e' piu' adatto. Svolge solo funzione biologica (come dovrebbe essere) poiche' il filtraggio meccanico e' svolto dallo scomparto 1. Solo dopo mesi e mesi si trovano schifezze grossolane tra i cannolicchi ma succede perche' il carico organico prodotto dalle tarte spesso e' davvero troppo per questi filtri costruiti per i pesci.

        3- eventuale scomparto per carbone attivo, zeolite oppure torba qualora mi serva ottenere un ph acido per specie particolari. Questo scomparto non e' sempre utilizzato.

        La visione e' laterale e l' acqua entra dall' alto a sinistra per uscire a destra.
        File allegati

        Commenta


        • #5
          avevo gia' scritto un post e a mio parere puo' essere di aiuto: http://www.sanguefreddo.net/SFNpro/inde ... ght=filtro
          Beh alla fine diciamo le stesse identiche cose. l' unica che non mi trova molto d' accordo e' questa affermazione

          Originariamente inviato da barattolo
          generalmente e' composto da due tipologie meccanico e chimico(oviamente a valle il meccanico e poi il chimico)
          quando parli dei filtri esterni visto che in commercio esistono filtri esterni che svolgono sia filtraggio meccanico che biologico (appunto come quelli nel disegno).

          Commenta


          • #6
            RE: Filtraggio biologico/meccanico

            Voglio restare calmo e non voglio sembrare quello che “attacca” ma:
            Leggi gli articoli che copi/incolli dal web?
            Quell’articolo smentisce tutto quello che hai scritto in risposta a me! Il carbone, la zolite o la torba (per precisare, di questi 3, solo la zolite è un prodotto chimico) non filtrano, assorbono e vengono messe nel filtro in quanto c’è un passaggio forzato dell’acqua! Tant’è che dopo pochi giorni devono essere tolti e buttati!
            Nel biologico, la lana funge da filtro meccanico (fermare le impurità)! Proprio per questo è inutile supportare un biologico con un meccanico!

            Commenta


            • #7
              RE: Filtraggio biologico/meccanico

              Reda ma come fai a pulire il meccanico una volta l'anno??? E' molto grande?
              Ciao

              Commenta


              • #8
                RE: Filtraggio biologico/meccanico

                Riporto il pezzo di Barattolo che mi pare sia chiaro e che per comodita' "quoto". Non so cosa abbia scritto dopo ma io confermo quanto scritto qui...

                Originariamente inviato da barattolo
                CHIMICO: generalmente composto da carbone attivo , zeolite e torba acida costituisce un'ottima soluzione per chi deve eliminare grosse quantita' di inquinanti(es. nitrati-ammoniaca-metalli pesanti ecc...) o modificare la struttura chimica dell'acqua.

                CARBONE ATTIVO e ZEOLITE: funzionano allo stesso modo cioe' ''assorbono'' gli inquinanti (ammoniaca-metalli pesanti-pesticidi)
                accompagnati al biologico sono ottimali in quanto compensano le ''lacune'' del biologico che non puo' smaltire tutti gli inquinanti.(in linea di massima si puo' dire che il biologico elimina quelli di natura organica e quello chimico quelli di natura inorganica)
                Sostituendo pero' il termine assorbire con adsorbire (anche se cambia poco...)

                Commenta


                • #9
                  RE: Filtraggio biologico/meccanico

                  Reda ma come fai a pulire il meccanico una volta l'anno??? E' molto grande?
                  Ciao
                  Ormai in acquario tengo specie relativamente piccole o i baby che non producono schifezze abnormi... Con le Trachemys e simili ci ho perso ogni speranza... troppo troppo sbattimento (e pulizie piu' frequenti...)

                  Commenta


                  • #10
                    RE: Filtraggio biologico/meccanico

                    e' vero reda molti filtri esterni dicono che possono ''fare'' anche il biologico ma non e' vero o meglio, solo molto pochi e tra quelli presi in esame solo quello della heim garantische che il biologico funzioni al 100% gli altri hanno rese basse e per me' quindi e' privo di senso mettere il biologico nel filtro esterno a menoche non sia un heim asciutto\bagnato.
                    p.s. risca piantala non capisco neanche la meta' di quello che dici tante' privo di senso,e comunque mi pare che ci abbiano detto di smetterla, quindi FINE.

                    Commenta


                    • #11
                      RE: Filtraggio biologico/meccanico

                      Quoto Reda precisando che prima del biolgoico va sempre messo il meccanico, altrimenti prima o poi la sporcizia tappa tutti pori del substrato per il filtro biologico impedendo alle colonie di batteri di sopravvivere.......

                      Per Ricsa... pur fornendo una piccola azione adsorbente come il carbone attivo, la zeolite viene usata come substrato per i batteri del filtro biologico soprattutto nei grandissimi acquari o nei laghetti! E' quindi più corretto definirla un substrato alternativo ai cannolicchi (o altri materiali)!

                      Ciao
                      Robfrons

                      Commenta


                      • #12
                        Re: RE: Filtraggio biologico/meccanico

                        Originariamente inviato da ricsca
                        Nel biologico, la lana funge da filtro meccanico (fermare le impurità)! Proprio per questo è inutile supportare un biologico con un meccanico!
                        una possibilità è quella di separare la parte meccanica dalla biologica, per avere la certezza di non toccare per nulla i batteri insediati nei cannolicchi quando si cambia la lana.

                        il problema è che questa sistemazione ruba molto spazio e va tenuta in conto solo per i filtri esterni (che io cmq preferisco sempre....)

                        Commenta


                        • #13
                          Re: RE: Filtraggio biologico/meccanico

                          Originariamente inviato da Robfrons

                          Per Ricsa... pur fornendo una piccola azione adsorbente come il carbone attivo, la zeolite viene usata come substrato per i batteri del filtro biologico soprattutto nei grandissimi acquari o nei laghetti! E' quindi più corretto definirla un substrato alternativo ai cannolicchi (o altri materiali)!

                          Ciao
                          Robfrons
                          a dire il vero io la zeolite la ho usata per un po' nel filtro del laghetto e non mi sono trovato molto bene.... forse ne serviva una massa maggiore, fatto stà che il filtro è partito veramente bene solo quando ho aggiunto una bella manciata di canolicchi già maturati presi dall'acquario invernale

                          Commenta


                          • #14
                            RE: Filtraggio biologico/meccanico

                            e' vero reda molti filtri esterni dicono che possono ''fare'' anche il biologico ma non e' vero o meglio, solo molto pochi e tra quelli presi in esame solo quello della heim garantische che il biologico funzioni al 100% gli altri hanno rese basse e per me' quindi e' privo di senso mettere il biologico nel filtro esterno a menoche non sia un heim asciutto\bagnato
                            Ok sono molti che dicono cosi' riguardo agli esterni. Forse il fatto che per le tarte un filtraggio biologico approssimativo di questo tipo basta e avanza non mi ha mai fatto prendere troppo in considerazione questo fatto che molti riportano (anche Manuel mi pare ne parlava...).

                            Io cmq con questi tipi di filtri fatti cosi' mi trovo bene anche in termini di "qualita' dell' acqua" (non troppo esigenti per molte tarte). Ripeto pero' che lo uso per specie "particolari", con altre che producono quantita' eccessive di sporco potrebbe essere utile aumentare la "parte meccanica" lasciando pero' sempre una buona parte di biologico (per cibo in vasca, nitriti ecc...)

                            Commenta


                            • #15
                              RE: Filtraggio biologico/meccanico

                              il motivo per cui sconsiglio di inserire il biologico nel filtro esterno e' perche' non funziona al 100% e in un acquario per pesci e' meglio sempre assicurarsi che tutto abbia una funzionalita' massima, ma per tartarughe probabilmente puo' essere sufficente una capaciata' inferiore........

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X