annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

t.h.hercegovinensis

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • t.h.hercegovinensis

    http://www.tartaclubitalia.it/specie...anni/index.htm

    si parla tanto di questa sottospecie, c'è chi dice sia una bufala, chi dice che sia una nuova scoperta ... boh... a me vengono dubbi..

  • #2
    RE: t.h.hercegovinensis

    Impossibile assegnare il corretto nome scientifico ad una tartaruga allevata in cattività, impossibile fare paragoni o quant'altro.
    Quindi inutile perdere tempo chiedendoci se le nostre hermanni sono questo o di quest'altro.
    Direi che la distinzione principale è tra testudo hermanni hermanni e testudo hermanni boettgerii per quello che concerne gli animali allevati in italia.
    Come per la thh , la thb ha un'areale di diffusione ampio, direimolto più ampio della thh.
    Gli esemplari possono quindi differenziare molto soprattutto nelle dimensioni: più piccoli quelli provenienti da Albania e Grecia, più grandi quelli delle zone più a nord e nord est.
    Ricordiamoci che molte sottospecie vengono "presentate" in base a studi fatti sul campo. Non certo osservando esemplari in cattività!!
    In pratica si sceglie un areale, si fa uno studio degli esemplari, registrando pesi e misure, differenze tra maschi e femmine con altri di altre ssp, differenze alimentari, tipologia e dimensioni delle uova, caratteristiche fisiche e cromatiche dei neonati, ecc... ecc... è importantissima la posizione delle scaglie e la forma del carapace, unitamente alle dimensioni ed alla colorazione, naturalmente comparate con esemplari di zone differenti...
    Se viene più o meno accettata dalla comunità scientifica... poi si sa... c'è chi ne è un convinto assertore e chi non ne è convinto affatto.
    Io mi chiedo: un areale così vasto ha creato certo delle differenze, e se queste differenze sono geneticamente "stabilizzate" in una determinata popolazione di tartarughe, si può parlare di sottospecie? o dobbiamo considerarle delle varietà? ed in questo caso, come classificarle scientificamente, se non come sottospecie???
    è una cosa controversa... io ci penso spesso.

    per quanto riguarda la hercegovinensis, farò un sunto tratto dalla rivista MANOURIA

    a tra poco, prossimo post

    Commenta


    • #3
      RE: t.h.hercegovinensis

      Miriam ti quoto al 100%
      Ciao

      Commenta


      • #4
        RE: t.h.hercegovinensis

        una breve traduzione dal testo sulla testudo hercegovinensis, tratto da Manouria:
        t. hercegovinensis superficialmente simile a t.h.h. e t.h.b. si distingue per la combinazione di diversi caratteri... non presenta placca inguinale (vedi foto)


        anche se talvolta può essere presente. lo spazio lasciato dall'inguinale è rimpiazzato dalla placca addominale.
        le 3 piccole scaglie che sono localizzate dietro l'inguinale entro l'ottava marginale e la placca addominale esistono, ma sono in contatto con le adoominali, al contrario di quello normalmente osservato nelle altre tartarughe della "linea" hermanni... in più le settime marginali (chiamate sulla rivista manouria M7) nelle altre specie abitualmente in contatto con le inguinali, non si sono nè estese, nè ridotte, rimanendo nella loro posizione.
        la tartaruga normalmente è di piccola taglia, maschi da 126 a 135 mm e femmine da 142 a 147 mm, con un peso per i primi da 600 a 800 grammi e per le seconde intorno al chilo.
        La sottospecie si distribuisce sui balcani, una stretta fascia costiera del mare adriatico.


        ora basta tradurre...
        se volete qualche info in più chiedete...

        Commenta


        • #5
          RE: t.h.hercegovinensis

          si, questo lo sapevo, solo c'è una gran fumera sulla classificazione..

          Commenta


          Sto operando...
          X