annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Alimentazione e Allevamento T.Greca

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Alimentazione e Allevamento T.Greca

    Salve a tutti,
    da tanto che non scrivo poich ci sono stati diversi problemi in famiglia...
    Ieri il mio amico ha comprato una T.GRECA (non molto piccola, penso che abbia 2 o 3 anni) essendo inesperto (anche se appassionatissimo di tartarughe) non gli ho saputo dare indicazioni riguardanti l'allevamento e l'alimentazione...
    Mi potete dare dei consigli???

    P.S: il mio amico ha tutti i certificati

    Un Bacione Claudio

  • #2
    come una hermanni praticamente ha bisogno delle stesse cure,Sono rettili prettamente vegetariani. Gli esemplari selvatici vivono in un habitat caratterizzato da lunghi periodi di aridit che li costrige a nutrirsi di erbe secche, in queste condizioni integrano la loro dieta mangiando artropodi o chiocciole, queste ultime utili per l'apporto di calcio del guscio. Saltuariamente non disdegnano escrementi o piccole carogne. Gli esemplari allevati in cattivit sono generalmente sovralimentati e non vanno assolutamente nutriti con: carne, latte, formaggi, alimenti per cani e gatti, uova, pane, latte, agrumi, kiwi, lattuga (anche se come alimentazione gradiscono anche dei fegati di mammiferi cotti).
    Il tarassaco, la cicoria e il radicchio rosso sono alcune delle verdure adatte alla loro alimentazione per l'alto rapporto di calcio rispetto al fosforo e per le fibre in esse contenute. Alti apporti proteici e di fosforo con bassi valori di calcio portano a deformazioni permanenti del carapace e danni agli organi interni.
    Evidente segno di una cattiva alimentazione un carapace con gli scuti appuntiti e scanalati nelle suture, la cos detta piramidalizzazione, al contrario un carapace in forma di una levigata semicalotta ovale segno di una corretta alimentazione.
    fonti:Scheda allevamento Testudo graeca
    IL TERRARIO
    ha bisogno come minimo di 3x4m,poi se vuoi fare un bel recinto costruisci un 4x4m(pi grande meglio )all'interno devi inserire una lampada uvb8% se la trovi altrimenti metti una 5%,come substrato utilizza torba mista a foglie e paglia deve essere alto circa 25,poi inserisci un termometro con sonda,e cerca di tenere la temperatura sui 22-23gradi.
    Michele

    Commenta


    • #3
      Mike credo che quella scheda sia imprecisa soprattutto perch quando si parla di Testudo Greaca bisogna porsi prima di tutto una domanda:
      Qual la provenienza e la sottospecie di questo esemplare?
      [I]Lontano dalla luce l'ineffabile splendore. Mostro oscuro colui che,affiorando dal buio, vedr il riflesso della sua anima malvagia[/I]

      Commenta


      • #4
        il recinto se all'esterno come immagino non ha assolutamente bisogno della lampada uv
        la t poi deve variare zona calda zona fredda zona piu o meno umida ecc ecc...
        importantissimi i nascondigli poi

        Commenta


        • #5
          certo,se all'esterno non ha bisogno di lampada uv,per quanto riguarda la scheda se imprecisa poco male,basta che digiti sul web ''allevamento testudo graeca''ti escono tantissimi risultati.ciao

          Commenta


          • #6
            Salve a Tutti,
            poco fa sono andato a trovare il mio amico e ho visto la tartaruga...
            Purtroppo non la tiene in un terrario 4X4 ma in un 2X3.50 e solo il giorno la tiene all'aria aperta nel suo giardino poich ha un gatto molto aggressivo
            Come alimentazione gli da Lattuga, pomodori, fagioli e trifogli (appena colti nell'orto)
            Secondo voi va bene???

            Commenta


            • #7
              Scusatemi, ho dimenticato di dirvi una cosa
              Lui usa innaffiare spesso le piante quindi l'aiuola dove usa metterla di giorno sempre umida e fresca...
              Le da problemi alla tartaruga questo "clima" cos umido???

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Lonomia Visualizza il messaggio
                Salve a Tutti,
                poco fa sono andato a trovare il mio amico e ho visto la tartaruga...
                Purtroppo non la tiene in un terrario 4X4 ma in un 2X3.50 e solo il giorno la tiene all'aria aperta nel suo giardino poich ha un gatto molto aggressivo
                Come alimentazione gli da Lattuga, pomodori, fagioli e trifogli (appena colti nell'orto)
                Secondo voi va bene???
                Fa male che la porta dentro-fuori, si stressa...
                Riguardo l'alimentazione l'unica cosa davvero buona sono i trifogli...; lattuga=acqua e i fagioli come tutti i legumi poi sono molto proteici...

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da ukudado Visualizza il messaggio
                  Fa male che la porta dentro-fuori, si stressa...
                  Riguardo l'alimentazione l'unica cosa davvero buona sono i trifogli...; lattuga=acqua e i fagioli come tutti i legumi poi sono molto proteici...
                  non dimenticihamo dei pomodori...sono dannosi se somministrati troppo spesso.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da ukudado Visualizza il messaggio
                    Riguardo l'alimentazione l'unica cosa davvero buona sono i trifogli...

                    Commenta


                    • #11
                      Dunque, ci sono una serie di errori gestionali.
                      1-Va lasciata SEMPRE all'aperto in questa stagione. Non un cane, un rettile e se il gatto un problema basta coprire il recinto con rete metallica e fornire alla tartaruga una casetta con il fondo in legno che resti asciutta anche durante gli acquazzoni.
                      2-Le greche hanno una serie di necessit ambientali che variano moltissimo a seconda dell'area di provenienza degli animali. Le varie popolazioni possono avere resistenza molto diversa al freddo a seconda dell'areale di provenienza, ma siccome non per nulla facile stabilire a che popolazione appartenga un animale, e le indicazioni fenotipiche sono quantomeno confuse e incerte, una strategia precauzionale assumere che NON siano in grado di reggere temperature rigide e optare SEMPRE per una ibernazione controllata. poi, in questo caso, Lonomia scrive dalla Campania, quindi questo non mi sembra un grosso problema
                      3-L'alimentazione completamente sbagliata. Fai riferimento alla scheda sulle testuggini mediterranee e vedrasi che l'unica cosa accettabile, ma eccessiva anch'essa se somministrata in modo eccessivo, il trifoglio.
                      4- Infine, i microhabitat. annaffiare UN ANGOLO del recinto una buona pratica. Annaffiarlo tutto non va bene per niente nel caso di una specie mediterranea. Andrebbe bene per una carbonaria ma non per una greca.

                      Simone

                      Commenta


                      Sto operando...
                      X