annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pyxis arachnoides:prima deposizione!!!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pyxis arachnoides:prima deposizione!!!

    E' con commozione e gioia che annuncio che questa mattina ho raccolto il mio primo uovo di Pyxis arachnoides!
    E' stato deposto ieri,in occasione di un caldo,umido e nuvoloso pomeriggio. Il gradito regalo è probabilmente fattomi dalla mia Pyxis arachnoides brygooi
    La soddisfazione maggiore è che le prime due fasi dell'obiettivo finalizzato alla riproduzione, sono state superate :
    1. La prima era quella di riuscire a far seguire un ciclo annuale corretto agli animali da avere ed ottenere in periodi precisi i tentativi di accoppiamento e gli accoppiamenti veri e propri
    2. La seconda era avere deposizioni tra agosto e fine ottobre,sempre grazie al rigido schema annuale che ripropone le stagioni alle quali sono abituate in natura.
    Ora mi manca la terza fase,la più complicata forse,che è quella di incubare
    correttamente l'uovo,operazzione che mi coinvolgerà per i prossimi 300-400giorni in una curva sinusoidale di temperature,umidità e ciclo notte/giorno.

    Speriamo bene e ci sentiamo tra un annetto!

    Giacomo.

    Ecco l'uovo ritrovato un una buchetta di 5-6cm sotto alla paglia e sotto ad un tronco di sughero


    Ed ecco la mamma che accetta con piacere una bella bevuta post-depositiva!
    [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

  • #2
    orgoglioso di essere il primo a commentare ^^

    é già qualcosa fin qui, complimenti

    Commenta


    • #3
      Ben detto, gia esserci e' un gran bel traguardo.
      La politica dei "piccoli-grandi" passi da i suoi frutti
      Grande!
      NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

      Commenta


      • #4
        Te lo auguro che il primo uovo sarà buono, sennò... sai che attesa lunga, snervante e inconcludente...

        Commenta


        • #5
          ...bella prova!
          Congrats

          Commenta


          • #6
            wow... complimenti... dev'essere una cosa mozzafiato trovare un dono del genere...
            in bocca al lupo per il tua terza fase dell'obbiettivo... certo che un annetto è tanto, non ti invidio...

            Marco

            Commenta


            • #7
              Grazie a tutti!Spero di riuscire ad avere almeno un'altro uovo da questa entro fine settembre e comunque di riuscire nel mio obiettivo di allevare solo pyxis e creare un gruppo stabile di vari esemplari.
              Pian piano dai.


              Sapete,ciclare per un anno intero con continue variazioni gli animali è un impegno mentale non da poco e penso che dedicarsi ad un solo genere sia la scelta giusta,che ne pensate?
              [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

              Commenta


              • #8
                Sapete,ciclare per un anno intero con continue variazioni gli animali è un impegno mentale non da poco e penso che dedicarsi ad un solo genere sia la scelta giusta,che ne pensate?
                E' un discorso da affrontare prima o poi nella vita
                Forse adesso e' prematuro, ma vale la pena a farci un pensiero.
                Se dovessi avere successo, ti direi "vai" perche' e' vero che e' un impegno, e se si vuole farlo bene, conviene non disperdere le energie.
                NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                Commenta


                • #9
                  Giacomo, per un ignorante come me in campo tartarughe, spiegheresti a grandi linee quali sono le difficoltà principali con questa specie/genere?? perchè dai complimenti che leggo e dalla tua descrizione mi sembra un risultato non da poco!! complimenti anche da parte mia naturalmente
                  www.jackreptiles.weebly.com

                  Commenta


                  • #10
                    un traguardo!!! complimenti!!

                    Commenta


                    • #11
                      Ti rimanderei al Testudo Magazine di Giugno,ma siccome mi devi una bevuta ti faccio un sommario:
                      Difficoltà
                      1)Quando compri un nuovo esemplare devi sapere come è stato mantenuto.Cioè è impossibile e devi rendertene conto da te giorno per giorno dalle sue reazioni a cibo,ore di luce,umidità,temperature ecc.
                      2)Fanno un periodo di 4-5mesi di letargo a temperature da 0 a 20 gradi.ogni esemplare ha una sua reazione.Rimangono al 40% di umidità media,senza cibo e acqua.Vanno monitorati di continuo per vedere come stanno e per il motivo nr 1
                      3)Vanno risvegliati gradualmente e non è semplice.Temperature notturne e pressione atmosferica giocano ruoli fondamentali.L'altra sera con 14 gradi e un temporale notturno(21:00) con tanto di lampi e tuoni,sono uscito in mutande a vedere i recinti ed erano tutte in giro di corsa che mangiavano bevevano,si arrampicavano sulle aloe...(eh si,nell'articolo non l'ho scritto,ma un mesetto all'anno fuori lo faccio fare,anche se fa fatto con cautela)
                      4)Sono attive da maggio a settembre e in questo lasso si varia sia l'alimentazione leggermente,sia la temperatura ,anche di molto arrivando a 45°C diurni e 25°Notturni con zone fresche di 30°C durante il giorno.

                      In pratica acclimatare i nuovi soggetti e introdurli nel corretto ciclo annuale è la prima cosa più difficile.La seconda è la lunga incubazione.

                      A parte questo è meno complicato a farsi che a dirsi e basta un po' di meticolosità.
                      Non so se schiuderò l'uovo,ma se lo scorso anno l'obiettivo poteva essere vedere i tentativi di accoppiamento,quest'anno speravo in una deposizione tra agosto e settembre(ma si arriva anche ad ottobre-novembre) e ora spero di schiudere qualcosa.

                      Gestire questo genere,avendo una stanza sola per rettili,implica qualche sacrificio di rinuncia,dato che quano brumano brumano,e tenere ad esempio Pardalis o radiata che a me piacciono molto insieme,diventa gestionalmente difficile.
                      Per questo parlavo di spacializzazione ne genere Pyxis
                      [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

                      Commenta


                      • #12
                        Complimenti, che dedizione. Incominciamo il conto alla rovescia. Grande!

                        Commenta


                        • #13
                          Complimenti e visto che non è ancora finita in bocca al lupo ^^

                          Commenta


                          • #14
                            Ciao faccio anch'io i complimenti per il risulatato ottenuto, adesso c'e' da incrociare le dita per un bel po' !

                            Commenta


                            • #15
                              Cavolo e dire che molti pensavo che le tartarughe siano facili da allevare!!! ci credo che sia stata una grossa soddisfazione per te.. continua così!!! che una birretta te la sei meritata !!!!!!!!!!
                              www.jackreptiles.weebly.com

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X