annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Lampade terrario T.graeca

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Lampade terrario T.graeca

    Ciao,
    premesso che ho letto vari post in cui si sconsiglia di far saltare il letargo alle neonate, in attesa di capire a quale sottospecie appartengano le piccole (http://www.sanguefreddo.net/tartarug...l-letargo.html) il mio amico avrebbe comunque deciso di costruire un terrario per ogni evenienza, e vorremmo alcune dritte sulle lampade necessarie:
    - quale UVB compatta? ho visto nei negozi online che ce ne sono di diverso tipo e Watt (es. ReptiGlo 5.0 o 10.0?)
    - lo spot riscaldante pu essere una lampadina normale a tungsteno? so che ce ne sono anche infrarosse ma non credo sia necessario riscaldare di notte se si tengono in casa.

    Il problema che non facile trovare un luogo adatto anche per il letargo controllato, la mia cantina ad esempio sempre su 15-17 gradi... cio va bene per far stagionare i salami ma la temperatura altina per il letargo. Invece fuori c' gelo anche per giorni e sempre molta umidit.

    Naturalmente avrei ancora un sacco di domande ma facciamo poco alla volta
    grazie!!

  • #2
    In attesa di risposte vado avanti con le domande...

    che differenza c' tra emissione UVB 5% e 10%? Varia solo la distanza massima a cui sono efficaci o devi sceglierla in base alla specie?

    Nel caso son il mio amico decidessimo di optare per il letargo controllato con il metodo delle "scatole cinesi" quando capisco che ora di metterci le tartarughine?? e se devono stare al buio (immagino che sia meglio non disturbarle) come mi accorgo che si sono svegliate la prossima primavera??
    Scusate ma sono un po' apprensivo...

    Commenta


    • #3
      Per le compatte andrei con le 5.0, si differenziano dalle 10.0 per la quantita' di UV emessi.
      vanno usate in base alla Specie, le 10.0 si usano per animali deserticoli esposti a forte irraggiamento.
      Lo spot riscaldante E' una normale lampadina, io consiglio le alogene o le dicroiche che con meno watt emettono la stessa luce e calore di quelle classiche.
      Di notte non credo ti servira' nulla...
      Il letargo controllato con le "scatole cinesi" si fa partendo dall'allevamento all'aperto, in questo modo gli animali andranno in letargo da soli e si porteranno poi le scatoe nel luogo prescelto.
      NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Luca-VE Visualizza il messaggio
        Il letargo controllato con le "scatole cinesi" si fa partendo dall'allevamento all'aperto, in questo modo gli animali andranno in letargo da soli e si porteranno poi le scatoe nel luogo prescelto.
        Quindi per le piccole che sono gi in terrario non lo si pu fare!?
        Il recinto per le nuove nate sar pronto in primavera, e per paura dei corvidi e per paura di perderle sono state tenute in un terrario (coperto con rete) al sole ma in questi giorni di brutto tempo sono state portate in casa.

        Commenta


        • #5
          Portandole in casa le esponete a sbalzi e rischi peggiori di tenerle fuori...adesso che sono state tenute al caldo dovete attendere di nuovo una bella giornata di sole per portarle fuori...
          Dovreste fare (aprlo al plurale perche e' un errore di moltissime persone) un ragonamento semplice.
          Ma le Testudo wild quando piove o fa brutto tempo si rintanano in un terrario in casa?
          Capisco i dilemmi sul letargo, ma se vi create problemi per del maltempo in Agosto- primi di settembre siete finiti....
          NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Luca-VE Visualizza il messaggio
            Ma le Testudo wild quando piove o fa brutto tempo si rintanano in un terrario in casa?
            Hai perfettemente ragione!
            Il problema attuale che il terrario provvisorio non perfetto e ad esempio non ha fori sul fondo quindi non posso lasciarle all'acqua altrimenti corrono il rischio di affogare!!
            Riepilogo: mi conviene lasciarle sempre fuori (rifinendo il terrario o lasciandole sotto un riparo) fino al momento del letargo e poi le sposto nelle scatole cinesi... giusto? Dopodich dall'anno prossimo sempre in giardino nel nuovo recinto.

            Se invece ormai tardi per rimediare, posso completare il terrario con le lampade adatte e tenerle al caldo.

            In effetti voglio che ci passino i patemi e vorrei scegliere la soluzione migliore.

            Ciao e grazie!!

            Commenta


            • #7
              Delle ipotesi, sposterei il terrario (che il drenaggio deve averlo comunque) in ozna che non riceva troppa pioggia e passerei poi al letargo in scatola.
              Ma prima, o nel frattempo, sara' importante capire finalemnte a che ceppo appartengano le tue graeca, e' fondamentale per la decisione da prendere.
              NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

              Commenta


              • #8
                Sull'altro post (http://www.sanguefreddo.net/tartarug...letargo-2.html) dopo alcune considerazioni, mi han detto che "probabilmente" sono ibera o anamurensis e che quindi possono fare il letargo.
                Probabilmente "probabilmente" () non sufficiente!! Ma x ora il massimo, negli ultimi giorni le ho lasciate fuori anche di notte in zona riparata cos si abituano gradatamente alle minime notturne.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Luca-VE Visualizza il messaggio
                  Delle ipotesi, sposterei il terrario (che il drenaggio deve averlo comunque) in ozna che non riceva troppa pioggia e passerei poi al letargo in scatola.
                  Ciao a tutti, riprendo da qui per non aprire un nuovo post anche la situazione si leggermente evoluta: 2 tarte sono arrivate a casa mia e sono nelle stesse condizioni di prima cio sono in terrario ma all'esterno perch intendo fare far loro il letargo.
                  La prima domanda : sul mio balcone adesso non ariva un gran sole perch esposto a nord, il caso che messta una UV anche se sono all'esterno fino al momento del letargo?

                  Seconda domanda, solo un chiarimento per vedere se ho capito bene: per il letargo con le scatole cinesi le piccole le lascio nel loro terrario fino a quando vedo che smettono di alimentarsi e solo allora le sposto nella scatola per l'invernamento, giusto?

                  Grazie ancora

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da M@tTeO Visualizza il messaggio
                    La prima domanda : sul mio balcone adesso non ariva un gran sole perch esposto a nord, il caso che messta una UV anche se sono all'esterno fino al momento del letargo?
                    Secondo meno,non serve.Anche un'ora di luce solare sostituisce 10 compatte uv.

                    Originariamente inviato da M@tTeO Visualizza il messaggio
                    Seconda domanda, solo un chiarimento per vedere se ho capito bene: per il letargo con le scatole cinesi le piccole le lascio nel loro terrario fino a quando vedo che smettono di alimentarsi e solo allora le sposto nella scatola per l'invernamento, giusto?

                    Grazie ancora
                    Mettile quando fa freddo e restano al 90% addormentate.
                    [I]Lontano dalla luce l'ineffabile splendore. Mostro oscuro colui che,affiorando dal buio, vedr il riflesso della sua anima malvagia[/I]

                    Commenta


                    • #11
                      Ok. Grazie per i consigli.
                      Nella scatola come mi regolo con l'umidit? ogni tanto devo spruzzare o disturbo?
                      E come mi rendo conto quando ora di toglierle, se devono stare coperte/al buio? In effetti per questa domanda c' ancora tempo...

                      Comunque nel frattempo ho individuato a casa di amici un pezzo assolato di giardino in cui costruiremo un recinto per la prossima primavera

                      Commenta


                      Sto operando...
                      X