annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

CITES T.Hermanni cosa devo aspettarmi?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • CITES T.Hermanni cosa devo aspettarmi?

    Salve ragazzi sono tentato dall acquisto presso un negoziante di alcuni baby di T.Hermanni dato che onestamente non ho mai avuto rettili in CITES vorrei sincerarmi che la documentazione sia tutta regolare.
    Quali documenti accompagnano un rettile come la T.Hermanni? cosa devo aspettarmi?
    Scusate l'ignoranza in materia ma non ho mai visto un cites, non saprei proprio difendermi da eventuali fregature!

  • #2
    Deve avere un documento giallo composto da 20 caselle.Puoi vederne il modello in fac-simile nel DM 865/2006 allegato V che applica le direttive del regolamento CE 338/97-.Sarà indicato il titolare,il luogo di nacita,la data,il peso,il sesso se conosciuto e tanti altri dati.
    Consigli pratici:
    -Nella casella 9 deve esserci la lettera C o D -Se c'è la F,telefonami che ti spiego!
    -La casella 19 ha tre opzioni:DEVE essere barrata quella centrale.
    -Controlla che nella casella 20 non ci siano limitazioni speciali(in caso di hermanni non dovrebbero esserci).

    In allegato a questo foglio giallo c'è una scheda,trattandosi di baby di meno di 5 anni suppongo o comunque sotto i 10cm,nella quale devono essere presenti 2 foto:una della vista del carapace e una del piastrone.In alto o in basso,oltre al timbro,c'è la data delle foto.Ogni anno dovrai rinnovarle fino al momento in cui sarà possibile insierire il microchip.
    Oltre a questo ti dovrà dare un documento nel quale c'è scritto che tizio cede a caio(tu) nr X esemplari della specie Testudo hermanni.Data e firme.
    In alternativa anche una fattura va bene.
    Non entro oltre nello specifico perchè ci sarebbero tante casisistiche da vedere,ma penso ti basti questo.

    TIPS:se si tratta di animali di 10-14cm di provenienza slovena(Allevatore/Titolare "Alexannder Dular Ziga")avranno sicuramente già il microchip installato.
    In questo caso la scheda in allegato con le foto non ci sarà,ma nel foglio giallo di cui ti parlavo sopra,nel box 4, ci sarà scritto il numero di microchip(un numerone lungo lungo):verifica che sia lo stesso che ha la tarta che compri,mediante il lettore apposito che il venditore avrà.

    Per altri dubbio io (e gli altri) siamo qui.
    [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

    Commenta


    • #3
      Grazie davvero.....non immaginavo tanta roba mi sa che portero' con me una stampa del tuo post!

      Commenta


      • #4
        E' più facile a vedersi che a dirsi.Purtroppo non ho trovato un link del DM 865/2006,lì c'è il modello del famoso foglio giallo.
        [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

        Commenta


        • #5
          ultimamente ho visto dei cites di hermanni molto simpatici.sono tedeschi fonte D e verso fine della pagina c'è un dicitura del tipo"valido per la vendita solo in germania per una sola vendita, poi l'animale non puo essere venduto più"naturalmente tutto in tedesco.mi hanno detto che ci sono altri cites tedeschi che sono validi per la vendita solo per una determinata regione.i crucchi li chiamano cites idioti.
          dove sta il problema?il crucco furbo(in quel caso una crucca)vende delle tartarughe a un ignaro negoziante,importatore o semplice appassionato che vuole rientrare con le spese,una volta caricato in registro il cites non vale più come fonte D ma quasi come un doc di possesso,la tarta viene rivenduta e gia si fa un infrazione....quindi da oggi si va a comprare le hermanni sempre con un traduttore

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Axeman79 Visualizza il messaggio
            E' più facile a vedersi che a dirsi.Purtroppo non ho trovato un link del DM 865/2006,lì c'è il modello del famoso foglio giallo.
            Se ho capito bene dovrebbe essere questo il DM 865/2006: http://www.google.it/url?sa=t&source...oSDcmA&cad=rja

            Commenta


            • #7
              No Yuri non è come pensi.Alcuni uffici zelanti lo indicano perchè in effetti il documento Giallo deve essere tradotto e il nome del titolare deve essere cambiato ad ogni transazione.Di fatto non viene applicato,ma ti assicuro che non c'ènessun problema e intendono solo che se devi rivendere la tartaruga devi fare un nuovo documento,a tuo nome e nella lingua del tuo paese.Ok?
              Tant'è che ad esempio mi avevano stampato 10 cites quel modo in Germania per delle ibera,su mia lamentela la mia tramite me li ha fatti ristampare senza quella dicitura.
              Uno dei più ferrati in europa è Christofer Fritz,con il quale ho parlato a lungo riguardo a ciò e mi ha confermato per filo e per segno quanto ho detto.

              In Italia(ma non solo) il tutto viene ovviato con quel documento aggiuntivo di "dichiarazione di cessione ai fini cites"
              [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

              Commenta


              • #8
                @Tommy:Si è quello,vedi l'allegato V in fondo.Quello è il modello usato per gli animali in ALL A.Come vedete al box 1 c'è "TITOLARE" che va cambiato in caso la tartaruga,se vendibile,cambia di proprietario e il nuovo proprietario vuole rivenderla.
                La normativa prevedrebbe questo.
                [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

                Commenta


                • #9
                  Nel secondo video della 3 puntata di teleTERRARISTI c è una breve spiegazione dei documenti delle tartarughe

                  http://www.sanguefreddo.net/tecniche...i-esotici.html

                  Commenta


                  • #10
                    Beh, non ha detto nulla di male
                    Diciamo che i 500 grammi sono una licenza presa, in realta si parla(va) di 5 anni, ma con i nuovi microchip si possono chippare gia i baby di un anno.
                    Le Poste hanno fatto finta di consegnarmeli oggi , da lunedi li avro' anch'io.
                    NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                    Commenta


                    Sto operando...
                    X