annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Astrochelys yniphora, primo gruppo fuori dal Madagascar!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Astrochelys yniphora, primo gruppo fuori dal Madagascar!

    Senza fare il riassunto della situazione di Astrochelys yniphora, e delle miriadi di problemi che affliggono questa specie, il MAdagascar e pure il Centro di Recupero dove si cerca disperatamente di rimpinguare la specie, abbiamo sempre auspicato la creazione di gruppi di recupero al di fuori del Madagascar, in strutture affidabili che dispongano di mezzi e capacita' per riprodurre a buoni ritmi queste non semplicissime bestione.
    A quanto pare, almeno un gruppo di allevamento ex situ (legale e assolutamente autorizzato) c'e'
    Turtle Conservacy & Behler Chelonian Center (California) hanno ottenuto nel 2010 dal CITES il permesso di importare animali di questa specie gravemente minacciata.
    A quel punto, bisognava procurarseli...
    I primi 2 (una femmina subadulta e un giovane) provengono da un sequestro avvenuto a Taiwan, grazie alla donazione del "Pingtung Wildlife Rescue Center" che li aveva ricevuti in carico.
    Nel contempo, venivano sequestrati 30 (!) esemplari a Hong Kong, affidati a Kadoorie Farm & Botanic Garden.
    Dopo alcune trattative, di questi 30 esemplari Kadoorie Farm ha deciso di donarne 8 (una femmina adulta e 7 giovani) a Turtle Conservacy per unirli agli altri 2 al Behler Chelonian Center.
    A questo punto, il gruppo contava 2 femmine e 8 giovani, mancava almeno un maschio e il permesso di importazione di 10 esemplari era stato completamente usato...
    Qui arriva l'intervento di Bill Zovickian, unico privato a possedere legalmente un esemplare di A.yniphora negli USA (ne aveva parlato Axeman, da qualche parte ci sono le foto) e si tratta di un maschio che possiede da oltre 30 anni, che decide di dare al Behler Center per unirlo al gruppo
    Anche se un solo maschio non e' un rapporto ottimale, speriamo che dopo gli anni di solitudine si dia da fare e possa accendersi un altra luce nel futuro di questa specie.
    Metto una foto simpatica e allo stesso tempo speriamo di buon auspicio


    P.s. il Behler Chelonian Center vanta risultati decisamente ottimi nella riproduzione di specie in pericolo, ricordo gli oltre 170 piccoli di Astrochelys radiata nati nel centro o il piu' grosso gruppo riproduttivo di Geochelone platynota fuori dalla Birmania, senza contare le varie Cuora ecc.

    Tutte le info e la foto vengono da Turtle Survival Alliance, tramite l'omonima pubblicazione di Agosto 2011.
    NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

  • #2
    diamine, perché non me lo avete detto prima?! Sono pronto a donare i miei tre maschi adulti a patto, però, che mi possa comunque tenere le altre 4 coppie di proven breeders.

    Commenta


    • #3
      Tu devi gia gestire gli allegati omaggio del libro
      NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

      Commenta


      • #4
        sono tentacolare, lo sai...

        Commenta


        • #5
          bella notizia..
          in bocca al lupo anche da parte mia

          Commenta


          • #6
            Ma porca zozzetta.... ma possibile che siamo così in pochi a gioire di questa notizia così importante ?
            L'avete mai vista un'Astrochelys yniphora ?

            Commenta


            • #7
              L'avevo letta sul giornale la notizia e mi ha fatto molto piacere vedere che qualche cosa sta cambiando.
              Ho anche saputo che arriveranno(o sono già arrivati) in Europa diversi esemplari confiscati che si aggiungeranno a quelli già presenti in Europa confiscati lo scorso anno e verranno destinati a strutture pubbliche importanti. Purtroppo da quello che so,non arriveranno in Italia.
              [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

              Commenta


              • #8
                Riporto il mio articoletto per completare questo importantissimo bel topic
                Un plauso all'atto altruistico di Bill,uno dei più bravi allevatori al mondo(F3 di radiata,scusate se è poco!)


                Un paio di foto dal grandissimo Bill(William)Zovickian,uno dei più grandi esperti in terrestri esotiche ma non solo.
                Tra i primi a riprodurre specie come G.elegans,A.radiata ecc..al momento alleva solo Astrochelys radiata e ........Astrochelys yniphora.

                E' l'unico privato in USA che ha il permesso di possesso ,ottenuto nel 1971 per una coppia,la cui femmina è sfortunatamente morta pochissimi anni dopo,poi ce ne è un'altra allo zoo delle Hawai.
                Da 25 anni Bill sta cercando una compagna per il suo stallone,purtroppo in Usa sono lenti ad affidargli esemplari confiscati e le rarissime volte che ne riesce ad ottenere uno,sono già passati 2 anni dalla confisca con conseguente pessimo stato di salute.
                Ha ottenuto la nuova concessione dalll'autorità americana (USFWS) di poter importare/acquisire una femmina,ma fin ora senza fortuna.

                Qualcuno sa se in Europa c'è qualche privato o zoo autirizzato al possesso di questa tartaruga protetta dal 1954(o 1956)?

                Vi metto due fotine che mi ha mandato.

                Saluti da Bill!


                [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

                Commenta


                • #9
                  incredibile!!...bellissimi!!!

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Axeman Visualizza il messaggio
                    Ho anche saputo che arriveranno(o sono già arrivati) in Europa diversi esemplari confiscati che si aggiungeranno a quelli già presenti in Europa confiscati lo scorso anno e verranno destinati a strutture pubbliche importanti. Purtroppo da quello che so,non arriveranno in Italia.
                    Va beh, l'importante e' che vadano in strutture serie.

                    Aggiungo qualche altra foto, direttamente da Turtle Conservacy , degli animali che costituiranno il nucleo e dell'arrivo-incontro del maschio nella sua nuova casa.

                    L'arrivo del maschio al Behler Chelonian Center



                    Alcune giovani femmine gia presenti al Centro:



                    Il maschio che finalmente incontra una sua simile dopo tanti anni...

                    NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                    Commenta


                    • #11
                      Bellissime,speriamo bene!
                      [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

                      Commenta


                      • #12
                        Progetto incredibilmente unico e importantissimo! Dopo le decine di esemplari illegalmente trafugati dal Madagascar e finiti nei paesi orientali finalmente si fa qualcosa di concreto per questa preziosissima specie.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da serpiero Visualizza il messaggio
                          Progetto incredibilmente unico e importantissimo! Dopo le decine di esemplari illegalmente trafugati dal Madagascar e finiti nei paesi orientali finalmente si fa qualcosa di concreto per questa preziosissima specie.
                          Piero un altra cosa bella e' che riciclano proprio gli esemplari sequestrati in Asia (tranne il maschio che era gia legalmente negli USA).
                          Se ci fossero buoni frutti, penso potrebbero ottenere qualche altro esemplare proveniente sempre dai sequestri in Asia.
                          NON rispondo a messaggi privati relativi ad allevamento ecc, usate il FORUM!

                          Commenta


                          • #14
                            Eh si Luca, usare gli animali sequestrati per i progetti di ripopolamento.
                            E pensare che otto anni fa Miriam (tartamimmi) scoprì il giro di yniphora illegali in Thailandia grazie a degli annunci di un tizio che diceva di poterle portare in Europa.
                            Ai tempi lei collaborava con la rivista Manouria, e l'allora direttrice era in ottimi rapporti con Peter Pritchard (mica pizza e fichi...), Miriam segnalò la cosa che poi venne portata all'attenzione di Prithard stesso che a sua volta mise in moto la macchina internazionale per stroncare il tutto. Se non ricordo male sequestrarono una 40ina di esemplari tutti baby.

                            Commenta


                            • #15
                              Mi ricordo di quando raccontaste questa cosa.
                              Purtroppo ancora il fenomeno è ancora marcato,con tanto di siti internet (cerca Indotorto-muliply ma ce ne sono tanti altri che le hanno e le vendono).
                              In Europa hanno dato un bel giro di vite lo scorso anno ad Ottobre arrestando il fulcro dello smercio di yniphora in Europa.
                              [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X