annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

info Orbicularis

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • info Orbicularis

    Salve,
    ho trovato un annuncio di un tizio che cede una Emys orbicularis, ho scritto cede, ma insomma.. la vende.
    Io so che la Orbicularis è nella lista degli animali protetti dalla convenzione di Berna, mi chiedevo, è possibile che il tizio in questione abbia i documenti oppure è in illecito vendendo una tarta che non si può vendere?
    Ho cercato di leggere i vecchi post sulle orbicularis ma non ci ho capito molto.
    Grazie.

  • #2
    ciao,
    i ceppi italiani mi risulta non possano essere allevati, ma i ceppi europei sono venduti (non saprei se con annessi documenti o meno).
    Roberto

    Commenta


    • #3
      Emys è presente con due specie (orbicularis e trinacris) in Italia, più un discreto numero di sottospecie (ingauna, galloitalica, hellenica, ecc). Nelle Regioni che hanno ratificato Berna nominalmente non è detenibile nessuna sottospecie che abbia il suo areale incluso nei paesi comunitari, la certificazione/autocertificazione della provenienza captiva, cioè del fatto che i neonati sono stati riprodotti in cattività è spesso confusa, non essendo il CFS preposto al controllo di tali documenti. Verifica anzitutto:
      a) Se chi te la vende ha un documento da produrre
      b) Se su tale documento è specificata la sottospecie

      Simone

      Commenta


      • #4
        mi scuso per la mia risposta imprecisa! Io ero convinto che la limitazione/divieto riguardasse le sole sottosp. residenti in Italia. Grazie Getulus.
        Roberto

        Commenta


        • #5
          Roberto e Simone grazie.
          chiedo al tizio se effettivamente ha documenti e se si quali.
          Se non risponde più, inghiottito nel buio più profondo capirò perchè

          Una cosa che non c' entra niente.. la faccina ridente la volevo mettere a fianco dell' ultima mia parola, ma mi compare su all' inizio della discussione e non so come fare..

          Commenta


          • #6
            Rieccomi...
            aggiornamento.. dopo varie e mail in cui il tizio mi ha sempre risposto su alcune info, al chiedere di che sottospecie si trattasse mi risponde che non lo sapeva. Gli ho fatto presente che dovrebbe esserci scritto sul documento e puff... sparito... non ho più ricevuto risposta...

            Commenta


            • #7
              Rieccomi di nuovo..
              stavo spulciando annunci in giro e mi imbatto in questo annuncio
              Tartarughe di acqua a Catania - eBay Annunci dove si vendono delle emys trinacris.. io ora sono un pò in confusione.. ma si possono commerciare o no?
              getulus72 help me

              Commenta


              • #8
                Getulus ti ha gia dato la risposta :

                Nelle Regioni che hanno ratificato Berna nominalmente non è detenibile nessuna sottospecie che abbia il suo areale incluso nei paesi comunitari .

                Per quanto esista la possibilità ( io scrivo ciò per la Regione riguardo alla Regione di mia pertinenza) che se dimostrata la discendenza da esemplari posseduti perima dl 2000 venga riconosciuta la nascita in cattività.

                Nel caso specifico ,la Regione Toscana ( risposta avuta tramite il Difensore Civico) riconosce le nascite in quanto in possesso : della denuncia di nascita o possesso ante 2000 dei genitori fatta da un medico veterinario ;denuncia di nascita dei loro discendenti sempre avallata da veterinario ed accettata dal CFS , ma con la riserva di prelievo per esami genetici su adulti e piccoli.

                Questo è valido per tutta la fauna selvatica inserita nella convenzione di Berna ,se ratificata.

                Commenta


                • #9
                  Ciao Mc Gyver
                  grazie, ma non so se nella mia regione (lazio) si possono detenere o meno.
                  Comunque è ormai solo una curiosità visto che il tizio mi ha appena mandato un email chiedendomi se poteva interessarmi un' Ocadia sinensis dopo essere sparito quando gli ho chiesto che sottospecie fosse...

                  Commenta


                  • #10
                    Se la Regione Lazio ha effettuato i necessari adempimenti : NO

                    Commenta


                    • #11
                      Ciao,
                      riesumo dopo un pò di giorni questo post..
                      come faccio a vedere se nella mia regione (Lazio) si possono detenere le orbicularis? A chi chiedere? Ho visto che le vendono anche in una conosciuta azienda su al nord..

                      Commenta


                      • #12
                        In Lazio è protetta LAZIO L.R. 5 aprile 1988, n. 18


                        Lazio L.R. 5 aprile 1988, n. 18
                        Tutela di alcune specie della fauna minore.


                        Art. 3
                        Per le specie elencate nel presente articolo è vietato:
                        a) qualsiasi forma di cattura, di detenzione e di uccisione;
                        b) il deterioramento o la distruzione dei siti di riproduzione e di riposo;
                        c) il molestare la fauna selvatica minore, specie nel periodo della riproduzione, dell'allevamento e dell'ibernazione, nella misura in cui tali molestie siano significative in relazione al raggiungimento delle finalità di cui al precedente articolo 1;
                        d) la distruzione o la raccolta di uova dell'ambiente naturale o la loro detenzione quand'anche vuote;
                        e) la detenzione, il trasporto ed il commercio di tali animali, vivi o morti, come pure imbalsamati, nonché di parti o prodotti facilmente identificabili ottenuti dall'animale, nella misura in cui ciò contribuisce a dare efficacia alle disposizioni del presente articolo.
                        Le specie di anfibi e rettili protette sono le seguenti:
                        Salamandra pezzata (Salamandra salamandra gigliolii);
                        Salamandrina dagli occhiali (Salamandrina terdigitata);
                        Tritone crestato (Triturus cristatus carnifex);
                        Tritone punteggiato (Triturus vulgaris meridionalis);
                        Tritone italiano (Triturus italicus);
                        Geotritone italiano (Hydromantes italicus italicus);
                        Ululone a ventre giallo (Bombina variegata pachypus);
                        Rospo comune (Bufo bufo spinosus);
                        Rospo smeraldino (Bufo viridis viridis);
                        Raganella comune (Hyla arborea arborea);
                        Rana agile (Rana dalmatina);
                        Rana greca (Rana graeca);
                        Tartaruga marina comune (Caretta caretta caretta);
                        Tartaruga franca (Chelonia mydas mydas);
                        Tartaruga liuto (Dermochelys coriacea);
                        Testuggine comune (Testudo hermanni robertmertensi);
                        Testuggine d'acqua (Emys orbicularis);
                        Tarantola mauritanica (Tarentola mauritanica mauritanica);
                        Emidattilo verrucoso (Hemidactylus turcicus turcicus);
                        Ramarro (Lacerta viridis viridis);
                        Lucertola muraiola (Podarcis muralis brueggemanni e Podarcis muralis nigriventis);
                        Orbettino (Anguis fragilis fragilis);
                        Luscengola (Chalcides chalcides chalcides);
                        Biacco maggiore (Coluber viridiflavus viridiflavus);
                        Lucertola campestre (Podarcis sicula campestris, Podarcis sicula sicula, Podarcis sicula latastei, Podarcis sicula pasquinii e Podarcis sicula patrizii);
                        Cervone (Elaphe quatuorlineata quotuorlineata);
                        Saettone (Elaphe longissima longissima ed Elaphe longissima romana);
                        Biscia dal collare (Natrix natrix helvetica);
                        Biscia tassellata (Natrix tessellata tessellata);
                        Coronella austriaca (Coronella austriaca austriaca);
                        Coronella della Gironda (Coronella girondica);
                        Vipera dell'Orsini (Vipera ursinii ursinii).
                        È vietata l'uccisione, la cattura, il trasporto ed il commercio dei gamberi d'acqua dolce (Austropotamobius pallipes italicus) e dei granchi di acqua dolce (Potamon fluviatile fluviatile) non provenienti da allevamento.
                        La cattura di tutte le specie del genere Helix (chiocciola) è vietata da un'ora dopo il tramonto ad un'ora prima della levata del sole.
                        La cattura delle specie di cui al precedente terzo comma è consentita per una quantità giornaliera di 1 chilogrammo per persona.
                        Le disposizioni del presente articolo non si applicano nei confronti degli appartenenti alle università, agli enti ed istituti di ricerca pubblici o privati, autorizzati con decreto del Presidente della Giunta

                        Art. 5
                        Gli anfibi, i rettili, i molluschi ed i crostacei vivi, confiscati a norma della presente legge, sono restituiti al loro ambiente naturale, purché appartenenti alla fauna autoctona.

                        Art. 6
                        Chiunque violi le disposizioni di cui alla presente legge è soggetto alla sanzione amministrativa minima di L. 70.000 e massima di L. 170.000 ed alla confisca degli animali.
                        __________________
                        [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

                        Commenta


                        • #13
                          Ciao Axeman,
                          grazie mille, mi è molto utile e me ne sarà anche in futuro.
                          Tra le specie di rettili mi salta all' occhio la mancanza nella lista delle Testudo graeca e Testudo Marginata e la Vipera Aspis, ma forse ne mancheranno anche altre. Come mai?
                          La raccolta delle chiocciole fa un pò ridere.. ci sarà un motivo perchè di notte non si possono raccogliere ma come si fa effettivamente a dimostrare che io l' ho raccolte entro un' ora dal tramonto se poi mi fermano un' ora e mezza e le ho nel cestino?
                          Quindi se uno uccide un rettile/anfibio rischia solo fino a 170.000 lire?

                          Commenta


                          • #14
                            Non voglio commentare La L.R. 5 aprile 1988, n. 18
                            Tutela di alcune specie della fauna minore.( Lazio ) ,
                            che considera Testudo hermanni boettgeri come fauna locale (ex Testudo hermanni robertmertensi da quel tempo )

                            Ma il genere Testudo non necessita di ulteriori protezioni ,in quanto già in Cites da una vita e in Allegato A del Reg. CE.

                            Commenta


                            • #15
                              Tra le specie di rettili mi salta all' occhio la mancanza nella lista delle Testudo graeca e Testudo Marginata
                              Non sono specie autoctone della penisola italiana, men che meno del Lazio.

                              Ma il genere Testudo non necessita di ulteriori protezioni ,in quanto già in Cites da una vita e in Allegato A del Reg. CE.
                              Il CITES riguarda solo il commercio delle specie, non la protezione degli ambienti e delle popolazioni naturali. LA direttiva europea 92/43/CE, se ti riferisci a quella, è appunto del 1992, quindi successiva alla legge del Lazio di 4 anni. Il legislatore non poteva sapere che sarebbe stata emanata una direttiva europea di lì a poco.

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X