annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Comprare serpenti in Svizzera.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Comprare serpenti in Svizzera.

    Salve.

    Vorrei comperare una coppia di serpenti in Svizzera.
    Ho parlato con la Dogana a Napoli e dicono che dovrei chiamare un ufficio doganale locale,tra Italia e Svizzera,per saperne di più.
    Sul sito dell'Agenzia delle Dogane è scritto che basta un certificato fatto dal Veterinario Cantonale che attesti la salute degli animali.

    Qualcuno sa se basta questo certificato o devo fare qualcos' altro?

    Grazie.

  • #2
    Se il serpente è in CITES,il venditore svizzero deve chiedere l'export e poi tu dovrai chiedere l'import. Altrimenti non hai documenti validi in Comunità Europea per detenere quel serpente.

    Se invece non sono protetti dalla convenzione CITES, basta un certificato veterinario e poi credo che dovrai dichiararli in dogana.
    [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

    Commenta


    • #3
      Grazie.
      Il serpente non è in CITES.
      Per dichiararli alla dogana intendi dichiararli passando il confine se mi chiedono cosa ho da dichiarare o come?

      Commenta


      • #4
        Ho parlato con la Dogana a Napoli e dicono che dovrei chiamare un ufficio doganale locale,tra Italia e Svizzera,per saperne di più.
        e in dogana cosa dicono?
        Ciao, Gabriele

        Commenta


        • #5
          Intendevo quello,ma prima un colpo di telefono in dogana fallo.
          [I]Lontano dalla luce è l'ineffabile splendore. Mostro oscuro è colui che,affiorando dal buio, vedrà il riflesso della sua anima malvagia[/I]

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da monocromo Visualizza il messaggio
            e in dogana cosa dicono?
            Ad una dogana di confine ancora non ho chiamato perchè su google non ho trovato nessun numero,chiamerò prima domani a Roma per vedere se lì sanno qualcosa e poi magari mi faccio dare un numero da loro,sperando che lo abbiano.

            Intendevo quello,ma prima un colpo di telefono in dogana fallo.
            ok. farò sapere gli sviluppi.

            Commenta


            • #7
              Allora ho chiamato a Ponte Chiasso,sul confine, e dicono che oltre ad avere il certificato del veterinario cantonale, si deve dichiarare la coppia di animali al confine e poi si devono sdoganare pagando un dazio che è calcolato in base al valore della merce scritto sulla fattura.
              Per conoscere il prezzo devo chiamare un rappresentante(o dichiarante) doganale di Ponte chiasso,e dirgli il prezzo degli animali.

              Commenta


              • #8
                Da quanto ho capito,il rappresentante doganale o spedizioniere doganale, è una figura professionale che dichiara la merce in dogana per conto di chi vuole importare(o esportare),quindi io dovrei pagare a costui per dichiarare 2 serpenti in dogana per me.
                Non potrei farlo io personalmente?

                Anche perchè su vari siti dove ho letto dice "[...]l'imprenditore si affida ad uno spediniere doganale che è un professionista e si assume la responsabilità di quello che fa" ma io essendo un privato che deve comprare solo 2 serpentelli ne ho davvero bisogno?

                Commenta


                • #9
                  Ciao Adam
                  siccome sono curioso come una scimmia mi puoi dire di che serpenti si tratta? perchè penso che se finito fin lassù qui non li hai trovati

                  Commenta


                  • #10
                    Lo spedizioniere sbrigherà le pratiche al tuo posto, conoscendo le procedure ti eviterà di perdere non poco tempo correndo tra un ufficio e l'altro.
                    Puoi benissimo farlo da solo, ma non capirai cosa devi fare sino a che non sarai dentro ad ogni ufficio (pur essendoti informato a dovere, con tante telefonate, prima di procedere).

                    La dogana in cui sdoganerai l'animale è quella tramite cui l'animale entra in italia, se lo ritiri tu personalmente (come ho fato io a mio tempo, a Ponte Chiasso) lo sdoganerai al confine, se arriva tramite spedizione aerea lo sdoganerai alla dogana aeroportuale e così via.

                    Oltre allo "sdoganamento sanitario" c'è appunto quello relativo alle merci.
                    [I]Angelo Cabodi[/I]

                    [URL="http://www.herpstore.it"]Herp Store[/URL], attrezzature, accessori, ed alimenti congelati per la terrariofilia.
                    [URL="http://www.squamata.it"]Squamata[/URL], mostra mercato terraristica.
                    [URL="http://www.squamata.it/mypages"]Squamata -mypages-[/URL], rettili, la nostra passione ed il nostro allevamento amatoriale.
                    [URL="http://www.associazionelinnaeus.it"]Associazione Linnaeus[/URL], aiuta e sostieni la terrariofilia.

                    Commenta


                    • #11
                      Grazie Risc

                      Quindi per farli passare servirebbe il certificato veterinario e lo sdoganamento.

                      Se io passo per la dogana al confine fisicamente,per aspettare che lo spedizioniere faccia le pratiche,quanto tempo ci vuole?Devo pernottare lì?

                      Per accordarmi con lo spedizioniere devo prendere appuntamento tempo prima per telefono,oppure arrivato lì c'è ne sarà già qualcuno pronto(come ho capito parlando con un impiegato proprio di Ponte Chiasso)?

                      È molto costoso farsi aiutare da uno spedizioniere?

                      E anche,per sdoganarli, conosci per caso come si calcola la tassa?

                      Commenta


                      • #12
                        Se non ricordo male, arrivai in Svizzera in mattinata (alle 10 circa ero in ufficio dallo spedizioniere, che non è assolutamente in dogana, trattandosi di agenzie private) ed alle 17 circa sono uscito dalla dogana con animali e documenti in mano.
                        Si trattava di Corallus annulatus, quindi in CITES, e la procedura per questo, che a te non serve, ti farà risparmiare oltre un ora.

                        Devi organizzare tutto prima, altrimenti rischi di non riuscire in tempo: per lo sdoganamento serve PRIMA un certificato sanitario di un veterinario ufficiale -non privato- Svizzero (telefona al veterinario doganale e ti dirà esattamente di quale modello si tratta), solitamente un veterinario cantonale ed a pagamento s'intende, e se non mi confondo con il CITES dovrai pagare qualche bollettino prima di andare li.
                        Per lo sdoganamento merci devi avere una dichiarazione sul valore dell'animale, e saltellare tre due uffici differenti in dogana (svizzero per l'uscita della merce, italiano per l'entrata della merce) dove ti compileranno un paio di moduli (uno è il T1 se ricordo bene)...
                        Il costo è in percentuale al valore dichiarato, come tutte le tassazioni.
                        Lo spedizioniere dovrai contattarlo prima, in modo che possa organizzarsi già ed avere il cartaceo possibile già pronto quando sarà il momento.
                        Mi pare che mi abbia "spillato" circa 200-250€ di commissione, e devo dire non meritati dato che al mio arrivo non aveva preparato niente ed abbiamo dovuto correre come dei matti per fare tutto prima della chiusura degli uffici doganali (ed io appresso a lui, correndo a destra e sinistra con un polistirolo in mano), per giunta era venerdì quindi in caso di insuccesso avrei dovuto aspettare le riaperture il lunedì mattina.

                        Come ti dicevo, se ti armi di pazienza ed arrivi li presto ed organizzato al top (mille telefonate ad uffici differenti per sapere cosa fare, tenendo conto che ogni addetto ti darà informazioni anche contrastanti con le precedenti), puoi fare anche da solo.
                        La dogana è un insieme di piazzali in cui sono presenti diversi edifici in ordine sparso, ed è tra quelli che dovrai fare spola.

                        Trattandosi di animali non in CITES, so di persone che acquistano in Italia alle fiere e se li portano a casa in Svizzera senza fare trafile particolari, ma resta scontato che, qual'ora ti fermassero in dogana per un controllo random, saresti nelle deiezioni solide sino al collo.
                        [I]Angelo Cabodi[/I]

                        [URL="http://www.herpstore.it"]Herp Store[/URL], attrezzature, accessori, ed alimenti congelati per la terrariofilia.
                        [URL="http://www.squamata.it"]Squamata[/URL], mostra mercato terraristica.
                        [URL="http://www.squamata.it/mypages"]Squamata -mypages-[/URL], rettili, la nostra passione ed il nostro allevamento amatoriale.
                        [URL="http://www.associazionelinnaeus.it"]Associazione Linnaeus[/URL], aiuta e sostieni la terrariofilia.

                        Commenta


                        • #13
                          Grazie ancora per la spiegazione molto chiara, ora che so il procedimento,ci devo pensare un po' se mi conviene farlo

                          Commenta


                          Sto operando...
                          X