annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

foto carnivore

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • foto carnivore

    oggi, ad una fiera di paese, ho trovato un meraviglioso banchetto pieno di carnivore.... e mi sono follemente innamorato di questa sarrecenia ibrida di purpurea e alata....



    ed ecco una foto di gruppo delle mie carnivorine.... per un confronto dimensionale, gli ascidii della sarracenia più grande sono circa 50 cm.



    ciao!

  • #2
    Permettimi un paio di considerazioni
    Allora, la purpurea x alata si chiama Sarracenia "catesbaei" (poco importa).
    E poi mi chiedevo il perchè della strana morfologia delle tue Sarracenie... Dove le tieni ? in serra, all'aperto ? Le hai appena prese ? Me lo chiedo perchè vedo che i fiori hanno lo stelo contorto e gli ascidi sono un pochino esili...

    Commenta


    • #3
      Ciao Giuseppe! Thanks per la denominazione corretta dell'ibrido...sono un novellino in materia, per cui non ho ancora mano con la corretta classificazione delle sarracenie. Anzi, approfitto per un'altra richiesta.... cosa dovrebbe essere la sarracenia centrale, secondo te? quando l'ho presa non aveva nessun tipo di cartello o indicazione.
      Posizione: hanno passato l'inverno fuori, poi primavera ed estate in una terrazza esposta ad est-sudest. purtroppo per motivi logistici (leggi: lavori sulla casa e sul giardino!) Non ho potuto garantire loro una posizione stabile. Per cui, pur avendo a disposizione tantissimo sole, l'hanno preso in ore diverse e in periodi diversi.... Per questo gli steli dei fiori sono contorti, hanno svoltato a destra e a manca inseguendo la luce....l'anno prossimo, quando non ci saranno più lavori in corso e casa mia non sarà un cantiere, torneranno ad avere una postazione privilegiata stabile.
      Le purpurea (in basso a sinistra, dietro le drosera binata) hanno emesso 4 ascidi sottili e lunghi, in aprile, per poi tornare a produrre ascidi tipici e vigorosi in maggio, giugno e luglio. La leucophylla red form (la vendevano come sarracenia stevensii, che però dovrebbe essere tutt'altra pianta) ha ascidi forti e vigorosi, che hanno svolto magnificamente il loro compito quest'anno.... eliminando tonnellate di insettacci. credo però sia giunto il momento di rinvasarla, in autunno, provvedendo a dividere il rizoma. Da ultima, la "verde sconosciuta"...l'anno scorso, alla fine di agosto, sono andato in ferie ed ho lasciato le piante alle cure di mia madre... nonstante lei le abbia fornito acqua regolarmente, tutti i giorni, gli ascidi della sarra in questione sono stati ustionati dal sole impietoso d'agosto, e in maniera minore, lo sono stati anche quelli della leucophylla (quest'anno ho trasferito le piante per la seconda metà d'agosto in un posto che offra moltissima luce senza sole diretto, se non nel tardo pomeriggio, e stanno rispondendo magnificamente!). In primavera, mentre la leucophylla ha ripreso a vegetare normalmente, l'altra sarracenia è rimasta in condizioni "letargiche fino a giugno, mese in cui ha gettato i primi ascidi nuovi. tieni conto che l'anno scorso gli ascidi di quest'ultima erano sui 50 cm. di piante nuove ho solo la dionea (recuperata ad un amico cui stava morendo) e la psittacina, che nella foto è poco visibile (è ancora piccola, ma sta crescendo benone).

      Commenta


      • #4
        Ciao, allora, la sarracenia centrale è la Sarracenia "mitchelliana", un ibrido naturale tra una pupurea e una leucophylla, bellissima pianta che fa fiori rossi. Vedi, ha gli ascidi larghi come la purpurea ma al tempo stesso ha le chiazze bianche della leucophylla e la tipica ondeggiatura dei bordi...
        La mitica S. "stevensi" della Cresco è un ibrido artificiale tra una leucophylla e una minor, è molto bella; la riconosci dalla leuco. red form perchè ha gli ascidi come la minor, hai presente ? la bocca è più chiusa... Però la tua a vedere dalla foto è una leuco red form...
        ciao
        giu

        Commenta


        Sto operando...
        X