annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Peyote!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Peyote!

    Salve a tutti.

    Raga vorrei coltivare la Lophophora. Ho 2 semi che ho comprato. Qualcuno di voi conosce questa pianta? Avrei anche un terrario 50X30X50h da poter usare se fosse necessario. Qualcuno di voi può darmi tutte le informazioni necessarie a coltivare questa pianta grassa? Oppure un link dove poter avere informazioni....

    Grazie mille! Ciauz
    Ultima modifica di Ripepi_Giuseppe; 02-02-2009, 09:43.

  • #2
    Basta che fai una ricerca con google nelle pagine in italiano e ti trova di tutto!
    Comunque prova a guardare qusta pagina http://www.mexicoart.it/Ita/peyote.htm

    Commenta


    • #3
      mmm non credo che sia legale la coltivazione del Peyote in Italia!!
      molti anni fa lo avevo coltivato pure io ( avevo trovato i semi su una pianta esposta in un giardino botanico in Islanda !! ) sono nate e vissute per tre anni... e poi marcite durante un inverno troppo umido...
      La Lophophora williamsi è comunque una cactacea messicana di lentissima crescita... ed è proprio la crescita lenta e su substrati poveri a darle le proprietà allucinogene per le quali è nota... quelle vendute forzate in serra su terreno torboso perdono le note proprietà!
      Hanno radice a fittone quindi necessitano di vasi abbastanza profondi; puoi tenerle all'aperto tutto l'anno, ma considera che d'inverno (come la maggior parte delle cactacee) non la devi bagnare mai! e comunque va ripèarata da possibili gelate.
      Da punto di vista estetico e dei fiori non è (a mio parere) nulla di speciale!

      Commenta


      • #4
        occhio la coltivazione del peyote è vietata, anche se lo trovi in vendita in tutti i vivai.
        è una pianta a crescita lentissima,in natura anche più di 20 anni per maturare.
        è la pianta con un maggior numero di diversi alcaloidi diversi(se non sbaglio più di 90)per fortuna le piante coltivate non hanno proprietà allucinogene.le piante in vendita per accellerare la crescita vengono innestate su cactus a crescita rapida.
        per la semina ti devi attenere alle stesse procedure per altre piante grasse,prova a vedere qui
        http://digilander.libero.it/cacti/

        Commenta


        • #5
          Sì credo anche io sia illegale ma è una bella pianta da collezione, tanto come già detto, perde gli alcaloidi in coltivazione.
          E' un genere che mi piace molto e coltivo 2-3 specie di Lophophora. Per la maturità ci vogliono molti anni, una delle mie fa molti frutti e molti semi ogni hanno, però ha più di 20 anni...
          Per la semina... ..lascia stare, è troppo lenta, io ho qualche piccolo esemplare di 1 cm scarso di diametro e li ho seminati 2 anni fa !!!

          Commenta


          • #6
            quoto... i miei in 3 anni non erano più grandi di una monetina!
            interessante da collezione è la varietà caespitosa, che fa molti polloni basali... ma da amatore di Echinopsis ed Echinocereus ( e anche Lobiva, Mediolobivia, ecc ) non mi affascina molto come cactacea.
            Ad Hamm le vendono ma è un rischio comprarle e trasportarle per i suddetti motivi legali.. e dopo tutto le ho viste recentemente anche ad un italianissima festa dell'Unità..!
            Un cactus invece poco appariscente ma che mi interessa trovare ( anche questo visto ad Hamm) è l'Ariocarpus.

            Commenta


            • #7
              Simone forse hai ragione, non è spettacolare come pianta ma non puoi dire che gli esemplari che vedi in natura non siano belli da togliere il fiato, hai presente ? quando diventano secolari sembrano una massa unica di polloni. In un vivaio in liguria ho fotografato un esemplare di 150 anni ! La caespitosa è particolare, ha tantissimi polloni e quindi... è ancora più lenta nella crescita.
              Gli ariocarpus... ...ecco delle piante che battono in lentezza la Lophophora, li ho seminati ma se devo essere sincero mi sono morti perchè mi sono stufato, non crescevano mai, preferisco comprare gli esemplari, mi manca solo una specie per completare la collezione del genere Ariocarpus.

              Commenta


              • #8
                Beh, certo! i cactus in natura sono sempre tutt'altro da quello che si vede (in media) nei negozi... purtroppo di Lophophora dal vero ho visto solo piante con al massimo 2 o 3 polloni...!
                Domanda interessata.......i tuoi Ariocarpus fanno già fiori e semi......?!
                So che vederli crescere è stimolante come portare al guinzaglio una lumaca... ma vorrei provare a cimentarmi!
                (hai anche l'A. agavoides?)

                Commenta


                • #9
                  Beh che la lophophora faccia 2-3 polloni è normale, non ne fanno molti; la mia che 20 anni ne ha solo 3 !
                  Sì ho qualche Ariocarpus che fa semi e ho anche l'agavoides.

                  Commenta


                  • #10
                    Che aveva crescita lenta lo sapevo...ne ho viste varie di 20 anni grandi quanto il pugno chiuso della mia mano, però non è questo che mi scoraggia

                    Grazie Ciauz!
                    Ultima modifica di Ripepi_Giuseppe; 02-02-2009, 09:42.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Peyote!

                      Il peyote non è altre che il nome con cui gli Indiani D’America chiamavano la Lophophora williamsii. Questa pianta non è vero che coltivata in vaso non produce alcaloidi (il più “importante” è la mescalina), ma è una pianta che produce alcaloidi con l’età. Quelle che vedi in vendita sono super pompate e quindi in 3 anni raggiungono i 2cm mentre in natura in 3 anni non raggiungono neanche mezzo centimetro. Gran parte delle cactacee hanno alcaloidi e molte sono alla pari della L. Williamsii (primi tra tutti il Trichocereus pachanoii e il Trichocereus peruvianus ecc.)
                      I nativi Americani potevano farlo perché la L.W. cresceva spontanea e quindi a loro non costava niente ma in questo modo ora in Messico ed in Texas piante secolari in natura si contano sul palmo delle dita! Come pianta la L.W non è vero che è molto lenta, se la composta è giusta, le annaffiature e le concimazioni sono regolari diventa anche relativamente grande senza doverla innestare e sena che passino moltissimi anni (è ovvio non diventa più grande di 10-15 cm) . I semi germinano molto facilmente proprio per questo e una pianta che nonostante la legge la vieti (ogni volta mi domando su cosa si basa la finanza per fare certi proibizionismi) si trova un po’ in tutti i vivai specializzati in cactus e non solo.
                      Dammi retta, se vuoi coltivare la L.W. coltivala perché è una pianta molto bella e con una storia altrettanto bella e non perché ha gli alcaloidi! Ce ne sono anche molte “varianti” rare e di conseguenza molto più costose; la cespitosa (quella che nasce da seme e non quelle che trovi di solito in giro che non sono altro che polloni radicati di 3-4 cloni che ormai hanno invaso il mondo), la mostruosa, la variegata, la crestata e top dei top la mostruosa variegata crestata cespitosa!
                      Ciao, spero di essere stato soddisfacente.
                      Ultima modifica di Ripepi_Giuseppe; 02-02-2009, 09:45.

                      Commenta


                      • #12
                        ahhh le lophophora!

                        e' vero che è diventata illegale... come le chelydra, i varani ed i ragni... ciò non toglie che si può ancora trovare, senza contattare "pusher"...di norma, tutt'ora le trovi nei garden... tra la miscellanea di piante grasse.
                        Quando avevo la collezione di piante grasse (un migliaio circa) avevo diverse specie e sottospecie. Farle nascere da seme e coltivarle dà molta soddisfazione e sono molto belle. appena nate sembrano dei micropisellinifindus.
                        Ora ho regalato/abbandonato/perso quasi tutte le cactacee, non avendo più la serra a disposizione e dedicandomi di più alle tartarughe (ed al lavoro).

                        Ripepi, ti lamenti della lentezza delle lophophora e poi hai la collezione di ariocarpus??? io li avevo fatti da seme e in due anni avevano solo 3 foglioline!!!

                        Commenta


                        • #13
                          Beh che la lophophora faccia 2-3 polloni è normale, non ne fanno molti; la mia che 20 anni ne ha solo 3 !
                          confermo che le lophophora williamsii non fanno molti polloni, anzi quasi mai a dir la verità, a meno che non si tratti di esemplari vecchissimi.
                          invece esiste la sottospecie l. williamsii var. caespitosa, che produce un notevole numero di polloni. in gergo si dice "accestisce"


                          mimmi

                          Commenta


                          Sto operando...
                          X