annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

pianta grassa e 'alberello'

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • pianta grassa e 'alberello'

    da un po di giorni una pianta grassa , una stapelia variegata ,si lo so il nome non scritto bene comunque il punto che ha una strana malattia , alcune parti sono bianche e sembrano ammuffite ma non muffa ,inoltre sembra tipo resina appiccicosa che posso fare per aiutarla ? ha un' altra cosa ho un alberello in giardino alto 170cm a si scusate non so il nome comunque il fatto che invaso di insetti masherati o almeno il nome che gli ho dato io, sono insetti neri con un addome in cui sopra se si guarda attentamente c' il disegno che ricorda una maschera indigena , sono dannosi o no per la pianta ?

  • #2
    ciao , oggi con una lente di ingrandimento ho scoperto che quella roba bianca sono in realta una marea di animali , insetti bianchi , minuscoli................................formano una superfice compatta ecco perche inizialmente mi semrava un' altra cosa .
    sapete cosa sono o meglio come li posso toglie ?

    Commenta


    • #3
      potrebbero essere cocciniglie, compra un insetticida giusto ma non olio bianco, puoi diluire il prodotto in un secchio d'acqua e immergi completamente la pianta col vaso, purtroppo le cocciniglie uccidono la pianta perch attaccano anche le radici.

      Commenta


      • #4
        Sono certamente cocciniglie; se l'infestazione relativamente limitata e la pianta non troppo grande, puoi ricorrere all'alcol per la parte aerea e al tabacco per quella ipogea, cos eviti l'acquisto e l'uso di sostanze chimiche di sintesi.

        Puoi intuffare un batuffolo di cotone o qualcosa di simile nell'alcool etilico denaturato a 90, poi lo usi per lavare via le cocciniglie, che a contatto con l'alcool in pratica vengono via da sole. La pianta non ne risente, i tessuti esterni non si danneggiano, muoiono solo le cocciniglie. Io ho provato questo metodo e ti assicuro che funziona.

        Nei punti pi inaccessibili puoi usare un cotton-fioc oppure del cortone infilato su uno stecchino da spiedini.

        Per le radici, ovviametne non puoi annaffiare la pianta con l'alcool! Si usa allora il tabacco tenuto a macerare in acqua, che libera sostanze naturali fortemente insetticide (nicotinoidi). Prendi un mezzo sigaro toscano e tienilo 7 giorni in ammollo in un secchio di acqua di rubinetto, fino a quando non vedrai l'acqua diventare fortemente marrone ambrata. A questo punto metti l'acqua, avendo cura di filtrarla per esempio con una calza da donna, per evitare che finiscano dentro anche residui del sigaro, in un nebulizzatore da giardino, e irriga con il nebulizzatore il vaso. Rispetto all'annaffiatura diretta, con il nebulizzatore l'acqua penetra molto meglio e pi lentamente, consentendo alla soluzione di stare pi a contatto con i parassiti.

        Una sola irrigazione dovrebbe bastare, se necessario ripeti dopo 7 gg.

        Commenta


        • #5
          PEr l'alberello", potrebbero essere emitteri erterotteri, cio particolari specie di cimici. Sono parassiti, perch succhiano la linfa delle piante, ma meno dannosi delle cocciniglie. Con l'inverno dovrebbero sparire.

          Commenta


          • #6
            be si sicuramente come dici tu perche stanno attaccate al fusto ................................per le cocciniglie invece mi toccher un super lavoro visto che la pianta strapiena ciao grazie tanto per i consigli vi faro sapere

            Commenta


            • #7
              Purtroppo questi autunni caldi e umidi fanno proliferare moltissimo questi parassiti.

              Commenta


              • #8
                io per starei un p attento con i nicotinoidi e al tabacco macerato, anche un alcaloide altamente fitotossico per le piante

                Commenta


                • #9
                  Infatti io l'ho consigliato solo perch alle dosi da me impiegate (mezzo sigaro macerato in una bottiglia da 1.5 litri) non ha mai sortito effetti negativi. Le piante che l'hanno tollerato e ne hanno giovato sono:

                  Opuntia subulata;

                  Opuntia sp.;

                  Rosa canina;

                  Prunus spinosa;

                  Ficus nitida.

                  Commenta


                  Sto operando...
                  X