annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il terrario autocostruito

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il terrario autocostruito

    Ciao a tutti. Sono di nuovissima iscrizione; ho allevato e riprodotto con successo un pò di tutto. Ora intendo dedicare del tempo alla realizzazione di un terrario per piccole rane (phyllobates o oophaga pumilio); piccoli gioielli colorati. Ho dato uno sguardo a ciò che sta già scritto in questo forum, ma non mi sono chiarito dei dubbi: legno da trattare o vetro? doppio fondo per scaricare l'acqua in eccesso? E poi come installo dal coperchio le lampade per l'illuminazione o quella, per esempio, in ceramica per riscaldare il terrario? Necessito di consigli tecnici di base per realizzare qualcosa di bello. Grazie e...speriamo bene.

  • #2
    ciao e benvenuto nel forum.
    Premetto che allevo serpenti, comunque anch'io vorrei iniziare ad allevare queste magnifiche rane.
    Per risponderti, secondo me, il terrario in legno lo escluderei perché sarebbe sempre ad umidità elevate, il vetro sarebbe un'ottima soluzione ma richiede pazienza nella lavorazione oppure abbastanza soldi dal vetraio, invece si potrebbe usare il policarbonato che è un'ottima soluzione al vetro perché è facile lavorare come il legno ma è trasparente come il vetro.
    Per il doppio fondo io da inesperto lo farei per precauzione ed inserire un piccolo rubinetto come quelli per l'aria compressa che costano poco e se vengono chiusi, ovviamente sarebbe come se non ci fossero.
    Per l'istallazione dei vari componenti di illuminazione, umidificazione, ecc.., se utilizziamo il policarbonato possiamo attaccarli come nel legno.
    L'unico svantaggio del policarbonato è che si riga più facilmente del vetro, anche se ce ne vuole e non è rigido come il vetro, quindi nei lunghi tratti tende a curvare. Per ovviare a questo problema ho inserito un angolare in alluminio attaccandolo con un paio di viti in acciaio. Dimenticavo che il terrario è lungo un metro

    Commenta


    • #3
      Grazie Potter, non appena riuscirò ad organizzarmi (per esempio ricavando qualche bel sabato o qualche serata tranquilli) cercherò a mettermi di lena. Mi faccio un'idea anche dei costi e vado a cercarmi il policarbonato. Buon allevamento.

      - - - Updated - - -

      PS Dimenticavo, che serpenti allevi?

      Commenta


      • #4
        Ho cominciato questa esperienza con i rettili da Agosto di quest'anno con il primo Pantherophis guttata e al verona reptiles ne ho acquistati altri tre per un totale di quattro.
        Col primo ho costruito un terrario in policarbonato, per il secondo in legno ed adesso ne ho in cantiere uno doppio sempre in legno ma me ne sto pentendo perché mi sono sorti problemi di odori dati da vernice.

        Commenta


        • #5
          ciao, io sto costruendo una colonna di terrari per delle dendrobates, se sei alle prime esperienze vai di vetro, solido, affidabile e duraturo. il policarbonato per mio parere personale è facile da usare ma bisogna incollarlo bene, con colle speciali, considera che il fondo deve essere stagno perchè ci finirà veramente tanta acqua e come detto da potter si riga facile, ovviamente ribadisco è un mio parere personale. il legno meglio evitarlo, si può usare ma dovresti trattarlo interno ed esterno e una volta finito il terrario dovresti ricoprire l'interno di resine epossidiche e possibilmente fibra di vetro, quindi alla fin fine verrebbe a costare quanto un normale terrario in vetro, per darti un idea questo è un link di dove se ne parlava
          http://www.sanguefreddo.net/showthre...gno-per-dendro

          per quanto riguarda il doppio fondo (se ho capito bene cosa intendi) non serve, basta un foro sul vetro inferiore o su uno laterale in basso in cui far passare un tubicino che scolerà l'acqua in eccesso in una tanica/bottiglia

          per le luci meglio metterle esterne, sul vetro superiore, perchè c'è il rischio che le ranocchiette, abili saltatrici, ci vadano sopra con il rischio di ustioni che porterebbero, vista la taglia molto piccola, a una probabile morte.

          il riscaldamento va assolutamente fornito da tappetini o cavetti esterni, preferibilmente messi su un lato per evitare che se messi sotto l'aria calda secchi la terra.

          ti metto un paio di link base per la costruzione di terrari adatti per i dendrobatidi in generale =)

          http://ranitomeya.weebly.com/costruzione-terrario.html p.s. leggiti bene tutto il sito, è molto utile =)
          http://www.dendroboard.com/forum/par...step-step.html

          ultimo consiglio: leggi bene nella sezione, fidati ci sono scritte un sacco di cose su come fare i terrari, dal normale incollaggio dei vetri, ai buchi per i sistemi di nebulizzazione etc. magari usa la ricerca avanzata ma fidati è veramente pieno =)

          Commenta


          • #6
            Grazie dei link li leggero e delle risposte che hai dato e sicuramente sono più corrette delle mie, comunque ho solo una cosa da "contestare".
            Sarebbe l'utilizzo del policarbonato.
            Io ho un acquario di vetro sigillato con il silicone, quindi ho supposto che possa tenere anche con il policarbonato.
            Per l'incollaggio io non uso colle ma faccio dei fori ciechi i quali vengono filettati e metto delle viti.
            Invece, come ho detto prima, ce ne vuole per rigarlo.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Potter Visualizza il messaggio
              Per l'incollaggio io non uso colle ma faccio dei fori ciechi i quali vengono filettati e metto delle viti.
              e ti sembra una soluzione degna di un terrario destinato a contenere acqua?
              bah
              www.apaeweb.com

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da oppio Visualizza il messaggio
                e ti sembra una soluzione degna di un terrario destinato a contenere acqua?
                bah
                Scusa ma sicuramente tiene di più una cosa avvitata piuttosto che incollata e per non fare uscire acqua uso silicone

                Commenta


                • #9
                  giustamente gli acquari sono tutti fatti da lastre avvitate tra loro...
                  sei così sicuro che il silicone faccia presa sul policarbonato?
                  www.apaeweb.com

                  Commenta


                  • #10
                    Gli acquari sono fissati solo con silicone, ne ho due.
                    E sono più che sicuro che tiene anche col policarbonato

                    Commenta


                    • #11
                      con la piccola differenza che gli acquari son fatti di vetro, non di policarbonato.
                      www.apaeweb.com

                      Commenta


                      • #12
                        Nelle foto vedi una bacinella fatta a lavoro per contenere olio che ho riempito d'acqua e messa su un cartone.
                        Vedendo che il cartone non è di colore diverso possiamo capire che non c'è nessuna perdita ed è fissato solo con silicone, niente viti.
                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20131108_101806.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 92.9 KB 
ID: 2010272

                        Inoltre se vuoi ti posto delle foto dove si vede un piatto che serve come "tetto" per una impastatrice sotto vuoto, quindi resiste anche alla pressione, ed è avvitata Ovviamente lo spessore è adeguato al lavoro

                        Commenta


                        • #13
                          ma a che pro usare il policarbonato, a meno che uno non ne abbia già a casa, visto che costa decisamente più del vetro?
                          e i vetrai non sono tutti dei farabutti, basta girarne un po' per trovarne a prezzi più che abbordabili
                          www.apaeweb.com

                          Commenta


                          • #14
                            No aspetta io non ho assolutamente detto che i vetrai sono dei farabutti e che quelli che vendono policarbonato sono dei santi ho detto che secondo la mia esperienza personale e lavorativa il policarbonato e più personalizzabile alle proprie esigenze e non si è legati a nessuno, invece se vogliamo parlare di soldi allora ti dico, esperienza diretta, che 1200x400 spessore 5 di policarbonato mi costato 50€ invece 500x 200 spessore 5 di vetro che tra l'altro il vetro lo dato io mi è costato 20€

                            Commenta


                            • #15
                              Comunque tralasciando il discorso del materiale perché abbiamo visto che varia a seconda delle proprie esperienze, vorrei chiedervi dove va posizionata la sonda di temperatura per il termostato e vedendo foto di terrari, navigando su internet, ho notato che la griglia anteriore puo essere posizionata in due diversi modi, cioe sia coricata che di taglio. Qual'è la differenza?

                              Commenta


                              Sto operando...
                              X