annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Termometri

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Termometri

    ciao ragazzi,
    non so se sia la sezione giusta per questo argomento,
    è possibile che questi due termometri mi diano differenze di 10-15°?
    con uno spot di 100 watt il massimo che mi segnala il digitale è 36° mentre nell'altro arriva anche dopo i 40°..
    a prescindere da questo, sono affidabili tutte e due come termometri?


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_0353.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 100.3 KB 
ID: 2034634
    Ultima modifica di Hannya; 14-12-2013, 13:33.

  • #2
    No... Quello analogico lo butterei... Più di qualcuno (me compreso) ha avuto problemi con quei modelli... Per esserne sicuro devi metterli vicino ad uno che sei certo funzioni (se trovi un termometro al mercurio non puoi sbagliare)...

    Commenta


    • #3
      quindi dici che la temperatura segnalata da quello digitale è giusta?

      Commenta


      • #4
        Quella segnalata dal termometro digitale è sicuramente, fra le due, la più prossima alla realtà.
        Quello analogico buttalo, sono solo ciarpame che i negozianti non sanno come rifilare, utili tanto quanto le statuine che cambiano colore con il tempo.
        Per farti un'idea della cosa, se ti capita di girare in un negozio che li tenga esposti, prova a guardare le temperature indicate da 4 o 5 di quei "termometri" e vedrai come, fra uno e l'altro (identici, perciò teoricamente dovrebbero dare lo stesso risultato) le temperature indicate cambino considerevolmente

        Commenta


        • #5
          grazie per le risposte ,
          non capisco però come una lampada da 100w arrivi solo a una temperatura di 36-37 gradi, cioè solo 17 in piu della temperatura della stanza..

          Commenta


          • #6
            Dipende da molti fattori, a partire dalla distanza fra lampada e punto di rilevamento, dal fatto che la lampada sia o meno alloggiata in un deflettore (in realtà questo conta poco o nulla), dalla dispersione termica che presenta il terrario, da eventuali correnti di aria fredda che scorrono sulla zona riscaldata (bocchette di aerazione troppo vicine alla zona riscaldata, per esempio), fino al punto in cui è posta la sonda del termostato e la regolazione di quest'ultimo (se presente).

            Commenta


            Sto operando...
            X