annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Altro che flatting!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Altro che flatting!

    sera...
    oggi ho terminato la costruzione del terrario 100,50,50 per 2 pogoncine,
    sfondo in finta roccia, e dopo tanti consigli di mastri artigiani, ho deciso di non utilizzare il flatting!
    vi consiglio di utilizzare la vernice finitura per parquette all'acqua che ha una tenuta e una durezza notevolmente superiore al flatting, secondo la mia esperienza ne vale la pena.

  • #2
    Anche se è vernice all'acqua, sei sicuro che sia innocua?
    Una passata di flatting fa bene anche solo per coprire il tutto, però tu per sicurezza mostra almeno qualche foto dell'opera terminata, così vediamo il lavoro e l'effetto della vernice!

    Commenta


    • #3
      qui noi usiamo la parola "flatting", che ormai è caduta in disuso da tempo, per ragguppare un po' tutti i prodotti di finitura per legno.
      Ogni finitura ha il suo scopo e le sue caratteristiche, proviamo a capirle
      1 finitura al solvente per esterno: di norma sono alchidiche o sintetiche ed usano l'acquaragia come solvente ha una resistenza alla presenza costante di acqua molto alta (tipica ciotola con sotto l'acqua che non evapora) buona resitenza agli UV, buona elasticità, esposte al sole tendono a sfogliare dopo anni senza manutenzione, media resistenza al graffio e ottima resistenza agli acidi grassi (sudore della pelle), scarso effetto tack (se verniciate e fate essiccare una finestra e la chiudete si riapre senza fare il "tack" tipico delle superfici verniciate che si incollano tra loro)
      2 finitura all'acqua per esterno: di norma sono acriliche ed usano l'acqua come solvente ha una resistenza alla presenza costante di acqua medio bassa, ottima resitenza agli UV, buona elasticità, esposte al sole non tendono a sfogliare ma si consumano, media resistenza al graffio e pessima resistenza agli acidi grassi , effetto tack notevole
      3 finitura all'acqua per pavimenti in legno: di norma sono acriliche ed usano l'acqua come solvente ha una resistenza alla presenza costante di acqua medio, media resitenza agli UV, buona elasticità, non prevedono l'esposizione ne al sole ne alle intemperie poichè sono tipicamente per interno, ottima resistenza al graffio e pessima resistenza agli acidi grassi , effetto tack non previsto ma credo alto

      Ovviamente il tutto va rapportato alla qualità del prodotto, in commercio trovate vernici economiche e costose le differenze sono abissali.
      Sul discorso solventi andrebbe aperto un'altro capitolo poichè le normative sono diventate più restrittive nel 2007 e dal 2010 sono davvero rigide tanto che buona parte dei prodotti sugli scaffali nel 2006 ha subito una modifica perchè non più vendibile, ora il contenuto di sostanze volatili è davvero contenuto, a mio avviso una volta evaporati i solventi e fatto riposare il manufatto per alcuni giorni all'aperto si può stare tranquilli.
      Se volete info su altre famiglie di prodotti chiedete, non chiedetemi però su prodotti specifici, sarebbe un lavoro immane

      ....uff...che pippone che ho scritto
      Ultima modifica di monocromo; 20-10-2010, 09:42.
      Ciao, Gabriele

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da monocromo Visualizza il messaggio
        qui noi usiamo la parola "flatting", che ormai è caduta in disuso da tempo, per ragguppare un po' tutti i prodotti di finitura per legno.
        Ogni finitura ha il suo scopo e le sue caratteristiche, proviamo a capirle
        1 finitura al solvente per esterno: di norma sono alchidiche o sintetiche ed usano l'acquaragia come solvente ha una resistenza alla presenza costante di acqua molto alta (tipica ciotola con sotto l'acqua che non evapora) buona resitenza agli UV, buona elasticità, esposte al sole tendono a sfogliare dopo anni senza manutenzione, media resistenza al graffio e ottima resistenza agli acidi grassi (sudore della pelle), scarso effetto tack (se verniciate e fate essiccare una finestra e la chiudete si riapre senza fare il "tack" tipico delle superfici verniciate che si incollano tra loro)
        2 finitura all'acqua per esterno: di norma sono acriliche ed usano l'acqua come solvente ha una resistenza alla presenza costante di acqua medio bassa, ottima resitenza agli UV, buona elasticità, esposte al sole non tendono a sfogliare ma si consumano, media resistenza al graffio e pessima resistenza agli acidi grassi , effetto tack notevole
        3 finitura all'acqua per pavimenti in legno: di norma sono acriliche ed usano l'acqua come solvente ha una resistenza alla presenza costante di acqua medio, media resitenza agli UV, buona elasticità, non prevedono l'esposizione ne al sole ne alle intemperie poichè sono tipicamente per interno, ottima resistenza al graffio e pessima resistenza agli acidi grassi , effetto tack non previsto ma credo alto

        Ovviamente il tutto va rapportato alla qualità del prodotto, in commercio trovate vernici economiche e costose le differenze sono abissali.
        Sul discorso solventi andrebbe aperto un'altro capitolo poichè le normative sono diventate più restrittive nel 2007 e dal 2010 sono davvero rigide tanto che buona parte dei prodotti sugli scaffali nel 2006 ha subito una modifica perchè non più vendibile, ora il contenuto si sostanze volatili è davvero contenuto, a mio avviso una volta evaporati i solventi e fatto riposare il manufatto per alcuni giorni all'aperto si può stare tranquilli.
        Se volete info su altre famiglie di prodotti chiedete, non chiedetemi però su prodotti specifici, sarebbe un lavoro immane

        ....uff...che pippone che ho scritto
        WOOOOOOOOOOOOOWWWWW

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da monocromo Visualizza il messaggio
          qui noi usiamo la parola "flatting", che ormai è caduta in disuso da tempo, per ragguppare un po' tutti i prodotti di finitura per legno.
          Ogni finitura ha il suo scopo e le sue caratteristiche, proviamo a capirle
          1 finitura al solvente per esterno: di norma sono alchidiche o sintetiche ed usano l'acquaragia come solvente ha una resistenza alla presenza costante di acqua molto alta (tipica ciotola con sotto l'acqua che non evapora) buona resitenza agli UV, buona elasticità, esposte al sole tendono a sfogliare dopo anni senza manutenzione, media resistenza al graffio e ottima resistenza agli acidi grassi (sudore della pelle), scarso effetto tack (se verniciate e fate essiccare una finestra e la chiudete si riapre senza fare il "tack" tipico delle superfici verniciate che si incollano tra loro)
          2 finitura all'acqua per esterno: di norma sono acriliche ed usano l'acqua come solvente ha una resistenza alla presenza costante di acqua medio bassa, ottima resitenza agli UV, buona elasticità, esposte al sole non tendono a sfogliare ma si consumano, media resistenza al graffio e pessima resistenza agli acidi grassi , effetto tack notevole
          3 finitura all'acqua per pavimenti in legno: di norma sono acriliche ed usano l'acqua come solvente ha una resistenza alla presenza costante di acqua medio, media resitenza agli UV, buona elasticità, non prevedono l'esposizione ne al sole ne alle intemperie poichè sono tipicamente per interno, ottima resistenza al graffio e pessima resistenza agli acidi grassi , effetto tack non previsto ma credo alto

          Ovviamente il tutto va rapportato alla qualità del prodotto, in commercio trovate vernici economiche e costose le differenze sono abissali.
          Sul discorso solventi andrebbe aperto un'altro capitolo poichè le normative sono diventate più restrittive nel 2007 e dal 2010 sono davvero rigide tanto che buona parte dei prodotti sugli scaffali nel 2006 ha subito una modifica perchè non più vendibile, ora il contenuto di sostanze volatili è davvero contenuto, a mio avviso una volta evaporati i solventi e fatto riposare il manufatto per alcuni giorni all'aperto si può stare tranquilli.
          Se volete info su altre famiglie di prodotti chiedete, non chiedetemi però su prodotti specifici, sarebbe un lavoro immane

          ....uff...che pippone che ho scritto
          MONOCROMO DEUS EX MACHINA.......

          Commenta


          Sto operando...
          X