annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

gonfiore tse

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • gonfiore tse

    si tratta di una femmina di tse di circa 10 anni.
    Sembra non soffrire del problema perch mangia abbondantemente, prende il sole ed molto reattiva considerato che ha cercato di mordermi.
    Cosa abbia mangiato in precedenza non lo so ma da circa un anno ho convinto la proprietaria a darle i pescetti che mangiano anche le mie, ha il guscio bello liscio, un bel colore brillante.
    Passo quindi al problema: la zampa anteriore sinistra non pu pi rientrare nel guscio perch c' un bozzo che lo impedisce; si trova proprio dove finisce la zampetta ed occupa tutto lo spazio fino al guscio; la proprietaria all'inizio pensava che fosse stata punta da qualche animale ma il gonfiore cresciuto e siccome mi trovavo dalle sue parti mi ha chiamato per farmelo vedere. Allora provo a descriverlo: al tatto duro, non si muove e toccandolo la tarta non prova fastidio; non so dire da quanto l'abbia ma alla proprietaria sembra sia cresciuto.
    Veterinari per rettili da queste parti non ce ne sono, il pi vicino credo sia a Roma, loro sono persone semplici, per dirla chiaramente non hanno molti soldi e se il veterinario fosse in zona forse riusicrei a portarla magari pagandone una parte ma arrivare fino a Roma economicamente e fuori dalle loro possibilit. Una foto sarebbe meglio, se lo avessi saputo avrei portato la macchinetta.
    Cosa pensate che sia????
    Se la situazione dovesse complicarsi la porto dal mio vet, magari con i vostri consigli qualcosa riusciamo a fare.
    Satia te sanguine quem sitisti, cuiusque insatiabilis semper fuisti.

  • #2
    forse una ciste, magari nulla di grave ma credo comunque che sar il caso di portarla da un vet esperto in rettili...

    Commenta


    • #3
      Mmmhh....potrebbe trattarsi di gotta!
      Andrebbero eseguiti alcuni esami del sangue per valutare l'efficienza renale e andrebbe indagata l'uricemia.
      Una radiografia utile.
      La causa della gotta una dieta errata, disidratazione, insufficienza renale.
      Terapia: reidratazione e allopurinolo, un farmaco contro la gotta. Da valutare tuttavia un'eventuale eutanasia.

      Commenta


      • #4
        sono analisi che pu fare qualunque vet?
        Per la dieta cavolo non vorrei fosse colpa mia quasi un anno che mangia lattarini, prima mangiava qualunque tipo di pesce, bastoncini per tarta; per la disidratazione non credo vive in una bella vaschetta nel terreno.
        Perch l'eutanasia?? la tarta mangia prende il sole e gironzola nel terreno e sembra non soffra, oppure non ce ne accorgiamo ahhhhhhh scordavo mi hanno chiamato per dirmi che ha fatto 3 uova.

        ehm ho riletto la descrizione del bozzo e non tanto chiara, vorrete scusarmi se non uso termini appropriati, ci riprovo usando termini umani.
        Il bozzo si trova dove finisce la zampetta ed inizia l'ascella ( ) da qui gonfio e duro al punto che occupa tutto lo spazio e la tarta non pu rientrare la zampetta.
        Satia te sanguine quem sitisti, cuiusque insatiabilis semper fuisti.

        Commenta


        • #5
          beh, servirebbero i valori di riferimento, ma comunque il vet pu fare il prelievo ed inviarlo ad un laboratorio specializzato.
          I pesci di mare prediscono all'insorgenza della gotta in quanto sono pi ricchi di basi puriniche.
          Ribadisco: sarebbe utile una radiografia..magari semplicemente un ascesso... (nelle tartarughe il pus decisamente denso)

          Commenta


          • #6
            grazie hanno deciso di portarla da un vet in zona, speriamo che riesca a fare qualcosa intanto gli stampo questa pagina.
            E' veramente un grande sforzo per queste persone, lo so che forse pu sembrare assurdo ma gli euro "pesano" sul bilancio di famiglie monoreddito
            Satia te sanguine quem sitisti, cuiusque insatiabilis semper fuisti.

            Commenta


            • #7
              Lady, non ti preoccupare..lo so! Purtroppo per se si vuole una corretta diagnosi ed una adeguata terapia necessario fare alcuni esami, che per gli animali non sono mutuabili! Ciao, buona giornata!

              Commenta


              • #8
                Lady, non ti preoccupare..lo so! Purtroppo per se si vuole una corretta diagnosi ed una adeguata terapia necessario fare alcuni esami, che per gli animali non sono mutuabili! Ciao, buona giornata!

                Commenta


                • #9
                  aggiornamento.
                  il vet da cui stata portata la tarta molto onestamente ha detto che non sapeva nulla di rettili, anzi era la prima tse che entrava nel suo studio. Comunque la notizia un'altra il gonfiore sta diminuendo da solo, la tarta continua a mangiare e a prendere il sole imperterrita
                  Satia te sanguine quem sitisti, cuiusque insatiabilis semper fuisti.

                  Commenta


                  • #10
                    Bene!
                    Bravo anche il vet..che d'altronde se non ha un minimo di dimestichezza davvero non avrebbe saputo che pesci pigliare!
                    Al massimo prova a contattare la SIVAE se vuoi l'indirizzo di qualcuno che sia in zona!

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Carlo
                      Purtroppo per se si vuole una corretta diagnosi ed una adeguata terapia necessario fare alcuni esami, che per gli animali non sono mutuabili!
                      Ricordo che tutte le spese mediche, sia "umane" che per gli animali, sono scaricabili dalla denuncia dei redditi!

                      ciao
                      Robfrons

                      Commenta


                      • #12
                        Il nostro notabile!!

                        Commenta


                        Sto operando...
                        X